Audi RS Q3 e Audi RS Q3 Sportback: non solo 400 CV di potenza

0
126

Audi Sport presenta la nuova generazione di RS Q3 e amplia la propria gamma introducendo un modello inedito: RS Q3 Sportback. Entrambi gli sport utility compatti sono caratterizzati da performance eccezionali, un design muscolare e dalla massima fruibilità nell’utilizzo quotidiano.

 

“La prima Audi RS Q3 ha inaugurato un segmento. Vogliamo dare seguito a questa storia di successo con la nuova generazione del SUV high performance”, afferma Oliver Hoffmann, Amministratore Delegato di Audi Sport GmbH. “Con Audi RS Q3 Sportback, l’inedito SUV coupé compatto da 400 CV, torniamo a essere trendsetter nel settore delle elevate prestazioni e mettiamo ulteriormente a frutto il potenziale Audi Sport”.

 

Look RS: carreggiate ampliate ed estrattore dedicato

Audi RS Q3 e Audi RS Q3 Sportback sono sinonimo di potenza ed elevate performance. Una vocazione sottolineata dal single frame più ampio rispetto a Q3 e Q3 Sportback, privo della classica cornice e corredato della griglia a nido d’ape a effetto tridimensionale in nero lucido. Il nuovo paraurti RS ospita generose prese d’aria laterali, i cui blade presentano un aggressivo design a forma di boomerang. Il DNA RS è ribadito dalle affilate feritoie tra calandra e cofano motore.

 

Con un’altezza di 1.557 mm, RS Q3 Sportback è 45 mm più bassa di RS Q3 ed è caratterizzata da una linea del tetto fortemente discendente, in stile coupé. La linea di spalla corre più in basso rispetto a RS Q3, avvicinando al terreno il baricentro visivo dell’auto. Entrambi i modelli possono contare su passaruota maggiorati e su di un’impronta a terra più ampia di 10 mm rispetto allo standard.

 

L’andamento della zona posteriore si presenta altrettanto aggressivo. Il ridotto sviluppo verticale delle superfici vetrate e lo spoiler in nero lucido accentuano ulteriormente la sportività di RS Q3 Sportback. L’andamento rastremato del tetto confluisce nei montanti C, fortemente inclinati, mentre nel caso di RS Q3 spicca – per la prima volta nella storia del modello – la presenza di un impianto di scarico RS corredato di due uscite ovali separate, integrate alle estremità del paraurti specifico RS. Quest’ultimo caratterizzato dall’estrattore dedicato e da blade orizzontali, a richiesta, in nero lucido.

 

Di serie, RS Q3 ed RS Q3 Sportback sono dotate di proiettori a LED. A richiesta sono disponibili i proiettori a LED Matrix con indicatori di direzione dinamici e inserti bruniti specifici. Anche i gruppi ottici posteriori sono a LED.

 

2.5 TFSI: performance da riferimento

Cinque cilindri, 400 CV, 480 Nm di coppia, trazione integrale quattro: Audi RS Q3 e Audi RS Q3 Sportback sono il fiore all’occhiello della famiglia Q3. Nel 2018, per il nono anno consecutivo, la giuria del premio “International Engine of the Year” ha assegnato al motore Audi 2.5 TFSI il titolo di miglior propulsore nella categoria da 2 a 2,5 litri.

 

Forte di una cilindrata di 2.480 cc, l’unità sovralimentata dei quattro anelli eroga una coppia massima di 480 Nm da 1.950 a 5.850 giri/min. RS Q3 (consumi* nel ciclo combinato di 8,8-8,9 litri ogni 100 chilometri ed emissioni di 202-203 grammi/km di CO2) ed RS Q3 Sportback (consumi* nel ciclo combinato di 8,8-8,9 l/100 km ed emissioni di 202-204 g/km di CO2) scattano da 0 a 100 km/h in 4,5 secondi, mentre la velocità massima è autolimitata a 250 km/h o, a richiesta, a 280 km/h.

 

Con un ingombro inferiore a 50 cm e un peso ridotto di 26 kg rispetto alla prima generazione di RS Q3, il motore 2.5 TFSI risulta decisamente compatto. Il solo basamento, ora in alluminio, contribuisce a un alleggerimento di 18 kg. Le camicie dei cilindri sono rivestite al plasma così da favorire la dissipazione del calore, ridurre al minimo gli attriti e garantire una superiore resistenza all’usura, mentre il diametro dei cuscinetti dell’albero motore è ridotto di 6 millimetri. L’albero motore è cavo, pesa quindi un chilogrammo in meno rispetto al componente standard, mentre i pistoni in lega leggera integrano le canalizzazioni per l’olio di raffreddamento. Dopo l’avviamento a freddo, la pompa dell’acqua a portata variabile impedisce la circolazione del liquido nella testata, consentendo di raggiungere più rapidamente la temperatura d’esercizio ottimale, con conseguente riduzione dei consumi e delle emissioni.

 

In virtù della sequenza di accensione 1-2-4-5-3 dei cilindri, il sound allo scarico è unico e inconfondibile. Una caratteristica costante dagli Anni ’80 ad oggi, ulteriormente enfatizzata dall’impianto di scarico RS, disponibile – a richiesta – nella variante sportiva corredata da terminali neri. Il cinque cilindri lavora in abbinamento alla trasmissione a doppia frizione S tronic a 7 rapporti e alla trazione integrale permanente quattro che distribuisce la coppia tra gli assali mediante una frizione a lamelle. La gestione selettiva della coppia sulle singole ruote favorisce la maneggevolezza. Grazie al controllo della dinamica di marcia Audi drive select, il conducente ha la possibilità di scegliere tra diversi setup influendo sulla distribuzione della spinta tra gli assali, la risposta dello sterzo, il cambio S tronic, l’erogazione del propulsore e l’apertura delle valvole allo scarico.

 

Il sistema di gestione della dinamica Audi drive select prevede sei modalità di marcia: comfort, auto, dynamic, efficiency e i nuovi setup RS1 ed RS2. Tramite l’MMI, il conducente può personalizzare le modalità RS, attivabili rapidamente mediante il tasto “RS MODE” al volante (di serie).

 

Assetto RS: sospensioni sportive di serie, adattive DCC a richiesta

L’assetto sportivo RS, di serie, porta in dote un ribassamento dell’assetto di 10 mm rispetto ad Audi Q3 e Audi Q3 Sportback. Lo sterzo progressivo dalla taratura specifica garantisce la nitida percezione delle reazioni della vettura. L’avantreno è caratterizzato da uno schematismo McPherson con bracci trasversali triangolari inferiori, mentre il retrotreno adotta una configurazione a quattro bracci. La carreggiata anteriore misura 1.590 mm, la posteriore 1.583 mm.

 

Per la prima volta, Audi Sport rende disponibili ruote da 21 pollici per un SUV high performance compatto. Parzialmente celati da cerchi da 20 pollici o, a richiesta, da 21 pollici, agiscono dischi freno forati e ventilati da 375 mm di diametro all’avantreno, sui quali operano pinze a 6 pistoncini di colore nero, di serie, o rosso, a richiesta. I freni carboceramici, optional, prevedono dischi anteriori da 380 mm. In questo caso, le pinze monoblocco in alluminio possono essere rifinite in grigio, rosso o blu.

 

A richiesta, sono disponibili le sospensioni RS plus a regolazione adattiva dell’assetto DCC (Dynamic Chassis Control), caratterizzate dall’operato di una valvola elettroidraulica che varia il flusso d’olio negli steli degli ammortizzatori in funzione dei parametri vettura rilevati da molteplici sensori, delle condizioni del manto stradale, dello stile di guida e del programma attivato mediante il controllo della dinamica di marcia Audi drive select. In pochi millesimi di secondo, ogni ammortizzatore beneficia del grado di smorzamento più adatto: lieve, ad esempio, in caso di sconnessioni dell’asfalto, marcato nelle percorrenze di curva ad alta velocità. Le sospensioni RS plus operano a vantaggio tanto della stabilità quanto dell’agilità delle vetture, senza pregiudicare il comfort.

 

Interni RS: tasto RS MODE e layout specifico dell’Audi virtual cockpit

Il design muscolare della vettura viene confermato internamente. La prevalenza di linee orizzontali conferisce un aspetto arioso all’abitacolo. Strutturata su due livelli, la plancia appare particolarmente ampia: la parte superiore integra le bocchette d’aerazione, quella inferiore la grande superficie ottagonale in look Black Panel. La modanatura in nero lucido accoglie l’elemento centrale del concept di azionamento dei comandi: il display MMI touch. Analogamente alla sottostante unità di comando del climatizzatore, lo schermo è orientato verso il conducente con un angolo di 10 gradi.

 

La dotazione di serie include l’Audi virtual cockpit plus da 12,3 pollici, corredato di un apposito indicatore che suggerisce al guidatore il passaggio alla marcia superiore in prossimità dell’intervento del limitatore. La caratterizzazione RS della strumentazione digitale porta in dote informazioni in merito all’erogazione di potenza e coppia, alla pressione degli pneumatici, ai tempi sul giro e ai valori massimi di accelerazione laterale.

 

I sedili sportivi rivestiti in pelle e Alcantara con punzonatura RS sono di serie ed enfatizzano il carattere sportivo di RS Q3 ed RS Q3 Sportback. Per la prima volta, sono disponibili per la famiglia Q3 i sedili sportivi RS con poggiatesta integrati, caratterizzati da rivestimenti in pelle Nappa con impunture a nido d’ape specifiche RS. Le cuciture a contrasto sono, di serie, in nero lucido, a richiesta in rosso o in blu. I pacchetti design RS rosso o blu portano alcuni tocchi di colore in abitacolo, più precisamente in corrispondenza della corona del volante, delle cinture di sicurezza, dei tappetini e della leva del cambio. Le versioni ampliate dei pacchetti design RS includono le modanature lungo la plancia e i poggiabraccia alle portiere in Alcantara rosso o blu. Gli interni si avvalgono d’inserti in alluminio Race antracite, a richiesta in lacca lucida nera o carbonio. Per la prima volta, l’abitacolo è disponibile nel look total black.

 

Le luci di accesso danno vita ad animazioni luminose specifiche RS allo sbloccaggio e al bloccaggio delle portiere. In abitacolo, i loghi RS fregiano il volante e i battitacco anteriori illuminati. Di serie, il volante sportivo RS, rivestito in pelle e caratterizzato dalla parte inferiore della corona appiattita, oltre a integrare i paddle della trasmissione è corredato dei comandi multifunzione e dello specifico pulsante RS MODE grazie al quale attivare i programmi di marcia personalizzabili RS1 ed RS2 dell’Audi drive select.

 

Sportività e funzionalità: pacchetto look nero lucido e divanetto scorrevole

Le nuove Audi RS Q3 e Audi RS Q3 Sportback coniugano massima sportività e fruibilità nell’utilizzo quotidiano. All’abitacolo omologato per cinque persone si accompagnano dotazioni votate alla praticità e modularità degli interni quali il divanetto scorrevole in longitudine (di 150 mm per RS Q3, di 130 mm per RS Q3 Sportback) e gli schienali posteriori, frazionabili in tre parti nel rapporto 40:20:40, inclinabili in sette posizioni. Il vano bagagli vanta una capacità che spazia da 530 a 1.525 litri (1.400 litri per RS Q3 Sportback).

 

RS Q3 ed RS Q3 Sportback sono disponibili in otto tinte carrozzeria, tra le quali le tonalità RS verde Kyalami e grigio Nardò. Ulteriori possibilità di personalizzazione sono garantite dal programma Audi exclusive. Il pacchetto look nero lucido, a richiesta, interessa i blade anteriori, le modanature lungo le cornici dei finestrini, i mancorrenti al tetto (solo per RS Q3), l’estrattore, le calotte dei retrovisori laterali e gli inserti alle longarine sottoporta. In combinazione con il pacchetto look nero lucido, gli anelli Audi e i loghi RS sono in nero.

 

RS Q3 ed RS Q3 Sportback saranno disponibili presso le Concessionarie italiane nel corso del quarto trimestre del 2019.