Consegnate le Audi e-tron alle località partner dell’arco alpino

0
1051
  • Le attività Audi sull’arco alpino si inseriscono nella strategia Road to zero emissions come espressione dell’affinità tra i valori e le caratteristiche dei prodotti della Casa di Ingolstadt con il territorio.
    A testimonianza della fattiva presenza del Brand dei quattro anelli, nei giorni scorsi le nuove Audi e- tron sono state consegnate alle località montane di Cortina d’Ampezzo, Madonna di Campiglio e Alta Badia, territori in cui vengono sviluppati progetti locali dedicati alla mobilità sostenibile.

    Disponibile in prevendita in Italia da fine gennaio, con la nuova e-tron Audi pone le basi per la mobilità del futuro. Capostipite di un’inedita gamma che entro il 2025 potrà contare su 12 vetture completamente elettriche, Audi e-tron è un SUV a zero emissioni per lo sport, la famiglia e il tempo libero.

    A Cortina d’Ampezzo, Audi è partner di località dal 2017. Qui, in accordo con i importanti player quali Fondazione Cortina 2021, sta portando avanti iniziative e progetti sul territorio, nell’ottica di una riqualificazione e di una mobilità sostenibile della località in vista degli appuntamenti futuri.
    Al fine di sostenere l’adozione di vetture a impatto zero e coerentemente con la strategia che vede nella nuova Audi e-tron l’auto ufficiale del Comune ampezzano, Audi sta sviluppando una rete di punti di ricarica elettrica sul territorio di Cortina d’Ampezzo, mettendo a disposizione di tutti gli utenti infrastrutture e servizi per la mobilità sostenibile. Oltre alle ‘stazioni meteo’ digitali che mostrano l’interazione tra uomo e ambiente, grazie alla partnership con ENEL X sono oggi a disposizione dell’utenza locale e turistica 2 colonnine di ricarica, garantendo così 4 postazioni sul territorio.

    In rappresentanza della località, il sindaco di Cortina d’Ampezzo Gianpietro Ghedina e Alessandro Benetton, Presidente di Fondazione Cortina 2021, hanno potuto testare in anteprima le performance e il dinamismo della prima elettrica Audi.

    Analogamente, a Madonna di Campiglio, Adriano Alimonta, Presidente dell’Apt Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena e Joseph Masè, Presidente del Parco Naturale Adamello Brenta, sono stati tester d’eccezione della nuova e-tron.
    Il Brand dei quattro anelli è partner di Madonna di Campiglio dal 2014. Qui, coerentemente con la propria vocazione di avanguardia tecnologica e grazie alla visione olistica del Brand dove il prodotto auto è funzionale a un rapporto sostenibile tra l’uomo e il territorio, Audi sta lavorando con il territorio per declinare la visione della mobilità del Brand in modo innovativo e dedicato. Dopo una fase di test che ha l’obiettivo di rendere Madonna di Campiglio un comune montano sostenibile dal punto di vista della mobilità, il programma prevedrà, in un secondo momento, di ampliare la flotta di Audi e-tron al resto dell’area e potenzialmente a tutto il Parco dell’Adamello Brenta – entrato a far parte della Rete Europea e Mondiale dei Geoparchi sotto l’egida dell’UNESCO-, per dimostrare in maniera concreta la forte sinergia tra innovazione e ambiente. In una visione contemporanea della montagna, che sottolinea l’unicità dell’ambito di Madonna di Campiglio, il turismo sostenibile è l’unico che possa garantire rispetto della natura, tutela della bellezza e al contempo servizi efficienti per gli ospiti e i residenti.

Anche con l’Alta Badia la Casa di Ingolstadt ha da tempo una fattiva collaborazione che si traduce anche nell’investimento in un comprensorio da sempre attento all’approccio sostenibile e all’utilizzo intelligente delle risorse.
A testimonianza di questa partnership, Andy Varallo, Presidente del Consorzio Skicarosello Corvara, Sandro Lazzari, presidente di Dolomiti Superski e Andrea Pertot, presidente Alta Badia Brand hanno potuto provare in anteprima la Audi e-tron sulle strade di Corvara.

Tra le recenti novità annunciate dal Dolomiti Superski, ci sono in progetto nuovi collegamenti tra le valli per garantire un agevole trasferimento con gli sci ai piedi sui passi dolomitici. In questo ambito, inoltre, l’elettrificazione della mobilità portata avanti da Audi contribuirà a migliorare e preservare il contesto naturalistico. Contestualmente verranno attivate azioni di compensazione in chiave eco- sostenibile ed eco-compatibile da parte delle società impiantistiche e degli uffici competenti, concordando misure atte a preservare e ristabilire l’equilibrio ambientale e a migliorare sentieri e strade sterrate di accesso a boschi e montagna.

Sul territorio, infatti, l’impegno di Audi si è concretizzato nella mappatura e la fornitura di colonnine di ricarica elettrica Audi. Con l’obiettivo di incrementare sempre più l’integrazione tra le tecnologie sostenibili Audi e la località, sono infatti presenti stazioni di ricarica nei pressi dei principali touch point Audi e presso le Associazioni Turistiche dell’Alta Badia, a disposizione dei Clienti e di tutti i possessori di vetture elettriche che si trovano in zona. Mettendo a disposizione tali infrastrutture, Audi vuole così integrarsi con la strategia del partner Alta Badia con l’obiettivo comune di incentivare l’utilizzo di nuove tecnologie a basso impatto ambientale.

Per supportare l’implementazione della mobilità elettrica a 360°, Audi svolge un ruolo attivo su più fronti. Oltre all’intesa con Enel per l’integrazione dei servizi di ricarica nell’offerta di acquisto della nuova Audi e-tron in Italia, e alla partnership sul progetto EVA+ per la realizzazione assieme ad Enel e Verbund di un’infrastruttura di ricarica veloce per veicoli elettrici lungo le strade e autostrade di Italia e Austria (recentemente completato in Italia con 110 le colonnine per la ricarica veloce), Audi AG è anche parte della joint venture “Ionity” finalizzata a creare la rete di ricarica ad alta velocità più grande d’Europa.