Dakar 2019, Tappa 9, giornata disastrosa per il duo Peugeot Loeb- Elena

0
608

Peggio di così non poteva per Sébastien Loeb e Daniel Elena. Partiti per i 313 km della nona tappa all’interno di Pisco con un ritmo forsennato, hanno visto svanire le chance di vittoria giusto ad una manciata di chilometri dall’arrivo. Fermi per 20’ per riparare la loro Peugeot 3008 DKR #306,  una volta ripartiti, dopo appena 12 km, sono stati costretti nuovamente ad uno stop per un altro guasto.

Stavamo facendo una bella speciale e spingendo sin dal via, quando circa al km 250 abbiamo rotto la trasmissione”, il racconto dell’Extraterrestre, comunque ancora sul podio della generale con un gap di 2h02”37 da Al-Attiyah. “L’abbiamo sostituita, il che non è stato affatto facile, ma avendone una di riserva abbiamo preferito cambiarla. Forse abbiamo fatto un piccolo errore e abbiamoperso parecchio tempo nella finalizzazione del montaggio. Poi ad un certo punto abbiamo deciso di rimetterci in marcia, ma si è rotta di nuovo e abbiamo dovuto aspettare che ci venissero a portare il pezzo. C’è voluto un bel po’, ad ogni modo è andata così”.

Mentre l’alsaziano si disperava, Nasser Al-Attiyah festeggiava. Primo al traguardo della prova, il qatariano della Toyota ha praticamente messo il sigillo al successo finale, che salvo  un colpo di scena improvviso dovrebbe arrivare giovedì sera.

Alle spalle della Hilux, staccata di 4’58,  la MINI 4X4 di Nani Roma, e a 7’15 la Toyota del sudafricano Giniel de Villers.

Quarto a 14’01 il buon Jakub Przygonski su MINI, rivelazione di questa Dakar. Sesto a 32’39 il ceco del WRC Martin Prokop su Ford RS Raptor, quindi il saudita della MINI JCW 4×4 Yazeed Al-Rajhi, staccato di 33’25.

Ottavo a 39’46 Cyril Despres. Il francese sembrava avviato verso un gran risultato dopo i guai occorsi a Loeb, ed invece al km 288 si è capottato e ha dovuto attendere a lungo rinforzi per rimettere sulle quattro ruote il suo buggy MINI.

Infine giornata nera per le altre due X-Raid di Carlos Sainz e Stépahne Peterhansel. Lo spagnolo, trionfatore nel 2018, ha accusato un problema tecnico mentre si stava portando sulla linea di start ed è dunque stato costretto a scattare in ritardo con conseguente penalità, mentre il veterano francese, vincitore di 13 edizioni della pericolosa maratona nel deserto, è stato vittima di un incidente al km 26 e si è ritirato a causa dell’impossibilità del suo navigatore David Castera di continuare per forti dolori alla schiena.

 

Classifica tappa 9

1 NASSER AL-ATTIYAH (QAT)    TOYOTA       3h53m22s

2 NANI ROMA (ESP)           MINI  +00:04:58

3 GINIEL DE VILLIERS (ZAF)        TOYOTA       +00:07:15

4  JAKUB PRZYGONSKI (POL)     MINI  +00:14:01

5 BENEDIKTAS VANAGAS (LTU)           TOYOTA       +00:15:45

6 MARTIN PROKOP (CZE)            FORD+00:32:59

7 YAZEED AL RAJHI (SAU)          MINI  +00:33:25

8 CYRIL DESPRES (FRA)    MINI  +00:39:46

9  ERIK VAN LOON (NLD)TOYOTA       +00:45:56

10 DENIS KROTOV (RUS)  MINI  +00