DS Automobiles punta alla rivincita in gara 2.

0
146
Jean-Eric Vergne (FRA) DS Techeetah, DS E-Tense FE20

Il primo round dell’ABB FIA Formula E World Championship non ha soddisfatto le aspettative di DS Automobiles e del suo partner TECHEETAH. A Diriyah, Arabia Saudita, António Félix da Costa e Jean-Éric Vergne con la DS E-TENSE FE20 hanno concluso il primo dei due incontri del fine settimana in undicesima e quindicesima posizione.

Due volte campione in carica nell’ABB FIA Formula E, con il titolo Piloti e Costruttori, la squadra DS TECHEETAH intendeva iniziare la stagione 7 di questa disciplina 100% elettrica con una vittoria, ma trovandosi nel primo gruppo durante le qualifiche, conseguenza della loro buona posizione in campionato lo scorso anno, António Félix da Costa e Jean-Éric Vergne sapevano che il compito sarebbe stato difficile su una pista che si ripulisce e acquisisce grip a ogni passaggio delle monoposto.

 

Nessuno dei piloti del primo gruppo è riuscito a inserirsi nella sessione di Super Pole, riservata ai 6 piloti più veloci. Il campione in carica António Félix da Costa si è classificato 18 °, appena davanti al suo compagno di squadra francese. In gara, le due DS E-TENSE FE20 che partecipano al mondiale in collaborazione con il partner TECHEETAH hanno guadagnato diverse posizioni; António Félix da Costa si è piazzato 11 ° e JEV al 15 ° posto alla fine della gara.

 

“Purtroppo iniziamo il campionato senza segnare un punto, ma sappiamo che la cosa più importante è la posizione in classifica a fine stagione”, commenta Xavier Mestelan-Pinon, Direttore di DS Performance. “Dobbiamo però sottolineare la buona rimonta dei nostri piloti e rimaniamo tranquilli per il futuro. La monoposto, infatti, si sta comportando bene, sia in qualifica che in gara. Domani Antonio e JEV partiranno nei Gruppi 2 e 3 per le qualifiche, quindi dovremmo avere tutte le carte in regola per fare bene. Come dico sempre, siamo qui con il solo obiettivo di lottare per la vittoria. “

 

“Sapevamo che iniziare nel primo gruppo sarebbe stato un grosso svantaggio”, ha confermato António Félix da Costa. “Ed è ancora più vero qui in Arabia Saudita, con questa pista circondata dal deserto e quindi molto sporca. Inoltre, iniziando così tardi nella sessione, ci siamo dati fastidio a vicenda in pista e questo ha portato a delle qualifiche disastrose. In gara sono riuscito a passare dal 18 ° all’11 ° posto. Avevamo un buon ritmo, anche se non sarebbe bastato per vincere. Dobbiamo anche ricordare che stiamo usando la monoposto dell’anno scorso poiché la nostra nuova macchina arriverà più avanti nella stagione. Ovviamente i nostri concorrenti hanno fatto passi da gigante, il che è fantastico per lo spettacolo. Domani, partendo da un gruppo più favorevole in qualifica, spero che si possa puntare al podio. “

 

L’unico due volte campione della FIA Formula E, Jean-Éric Vergne si è goduto questa primissima gara notturna in questa disciplina. “Guidare di notte è stato molto bello”, ha confidato il francese. “Avevamo una visibilità come se fosse pieno giorno, o quasi. Sfortunatamente, la nostra performance non è stata all’altezza delle aspettative. Dobbiamo analizzare tutto quello che è successo per migliorarci e  riscattarci domani. “

 

Anche il Team Principal di DS TECHEETAH Mark Preston ha condiviso questo desiderio di guardare da subito al futuro. “Chiaramente la giornata non è andata come speravamo”, ha confessato. “I nostri piloti si sono piazzati molto indietro sulla griglia di partenza a causa delle prestazioni non esaltanti in qualifica. Con questa pista sabbiosa, le condizioni erano comunque sfavorevoli per i piloti del primo gruppo e abbiamo anche commesso un errore strategico partendo molto tardi nella sessione. In gara, i nostri piloti hanno fatto progressi, guadagnando posizioni. Le loro rimonte in undicesima e quindicesima posizione dimostrano che le nostre monoposto stanno andando bene, il che è incoraggiante per il futuro. Sappiamo che questi ragazzi non si arrendono mai e ci aspettiamo che domani tornino più forti e competitivi. “

 

Antonio Felix da Costa (PRT) DS Techeetah, DS E-Tense FE20, leads 38, and Sam Bird (GBR) Panasonic Jaguar Racing, Jaguar I-Type 5, at the start
Jean-Eric Vergne (FRA) DS Techeetah, DS E-Tense FE20
Antonio Felix da Costa (PRT) DS Techeetah, DS E-Tense FE20
Jean-Eric Vergne (FRA) DS Techeetah, DS E-Tense FE20
Antonio Felix da Costa (PRT) DS Techeetah, DS E-Tense FE20
Jean-Eric Vergne (FRA) DS Techeetah, DS E-Tense FE20, leads Antonio Felix da Costa (PRT) DS Techeetah, DS E-Tense FE20, and Tom Blomqvist (GBR) NIO 333, NIO 333 001
Jean-Eric Vergne (FRA) DS Techeetah, DS E-Tense FE20, leads Antonio Felix da Costa (PRT) DS Techeetah, DS E-Tense FE20, and Tom Blomqvist (GBR) NIO 333, NIO 333 001
Jean-Eric Vergne (FRA) DS Techeetah, DS E-Tense FE20, leads Antonio Felix da Costa (PRT) DS Techeetah, DS E-Tense FE20
The car of Antonio Felix da Costa (PRT) DS Techeetah, DS E-Tense FE20, on the grid
Mark Preston, Team Principal, DS Techeetah, on the grid
James Rossiter, DS Techeetah development driver, on the grid
The DS Techeetah team on the grid with Antonio Felix da Costa (PRT) DS Techeetah, DS E-Tense FE20
Antonio Felix da Costa (PRT) DS Techeetah, on the grid with his team
Jean-Eric Vergne (FRA) DS Techeetah, DS E-Tense FE20 and Antonio Felix da Costa (PRT) DS Techeetah, DS E-Tense FE20