eLogy: logistica avanzata e servizi post vendita per l’e-commerce, un’opportunità strategica per le imprese

0
565

Il commercio elettronico influisce in maniera significativa sull’organizzazione della logistica e dei trasporti e rappresenta sicuramente un elemento di sviluppo per le imprese in continua espansione.  Sul fronte del trasporto tuttavia è opportuna una riflessione sullo stress che questo segmento subisce a causa dell’esasperazione del just in time e della gratuità di consegne e resi, che alcuni operatori offrono in modo massivo per implementare il livello di servizio e la soddisfazione del cliente. Questo rende necessarie soluzioni sempre più all’avanguardia per efficientare i processi, attraverso sistemi tracciabili in tutta l’attività post vendita.

 

Mentre le piattaforme online dedicate allo shopping e i social commerce  hanno avuto un impulso innovativo costante negli ultimi anni, la stessa cosa non si può dire dei processi che gestiscono tutte le attività di post vendita che deriva dall’e-commerce e, in particolare, per tutte quelle azioni legate alla logistica, alla gestione del magazzino e alle spedizioni.

 

“Per sopperire a tale mancanza del mercato è nata eLogy, un nuovo paradigma che offre alle aziende di vendita online un servizio di logistica proattivo alla loro domanda, dove la digitalizzazione della filiera di Warehousing & Fulfilment, il concetto di information care ai clienti e la lettura evoluta dei dati la rendono unica in tale mercato. Questa piattaforma si può integrare con qualsiasi sistema di vendita e una volta collegato il cliente ha a disposizione una panoramica di tutti gli ordini e le spedizioni”, racconta Marco Lanzoni, Ceo e Fondatore di eLogy.

 

Nel commercio elettronico la puntualità e l’affidabilità di consegna sono tutto: il cliente che acquista in rete si aspetta un servizio in tempi brevi, impeccabile e preciso ed è proprio alla logistica, il fulcro dell’e-commerce, che spetta il delicato compito di gestire l’intera catena di distribuzione e di coordinare, dal punto di vista strategico e pratico, tutto ciò che è coinvolto nel flusso di prodotti, facendo in modo che quanto richiesto dal cliente arrivi all’indirizzo da lui indicato.

 

A questo proposito eLogy ha implementato una serie di servizi: si parte da un algoritmo capace di scegliere in base all’ordine e al cap il corriere più performante, per passare a dei bot che tramite whatsapp aggiornano l’utente finale sullo stato della spedizione, fino a un’ottimizzazione delle giacenze e dei resi.

La piattaforma gestisce anche eventi come i carrelli abbandonati: tramite call center, gli operatori possono recuperare questi ordini e seguire le fasi di up sell e cross sell. Tali funzioni garantiscono una maggiore efficacia dei processi di consegna e, conseguentemente, un aumento del grado di soddisfazione e di fidelizzazione dei clienti. Inoltre, è possibile analizzare la redditività e le potenzialità dei clienti stessi, al fine di lanciare campagne di mail o sms marketing altamente performanti.

 

Se oggi è possibile comprare i prodotti desiderati stando comodamente seduti sul divano per poi riceverli qualche giorno dopo a casa, dunque, è anche per merito di tutto quel turbinio di attività che viene portato avanti “dietro le quinte”, grazie all’implementazione di avanzate tecnologie di gestione, in tempo reale, di tutti i processi di post vendita, dal carrello digitale alla porta di casa dei clienti.

 

L’approccio tecnologico e la peculiarità della piattaforma, con una fase di test a fine 2019 e l’avvio delle attività nel 2020, hanno trovato fin da subito un forte riscontro nel settore, raggiungendo una crescita a doppia cifra e aprendo nuove succursali anche all’estero, nonostante il fatturato delle imprese italiane di trasporti e logistica, secondo i dati presentati dall’Ufficio Studi Confartigianato, sia crollato del 17,5% nel 2020.

“Il boom dell’e-commerce europeo, cresciuto nel 2020 di 757 miliardi di euro, 10% in più rispetto all’anno precedente* (*rapporto europeo sull’e-commerce 2021), su cui la pandemia ha avuto un forte impatto, insieme ai cambiamenti delle tradizionali tratte di consegna delle merci, hanno confermato la nostra visione della necessità di rafforzare la distribuzione locale e la consapevolezza dell’importanza della digitalizzazione della supply chain. Ci siamo concentrati sulla visibilità dell’intero processo di post vendita, una delle sfide storiche della logistica, ottenendo sia maggiore tempestività e tracciabilità delle informazioni, sia un deciso miglioramento dell’efficienza e qualità del processo di distribuzione”, sostiene Marco Lanzoni.

 

Ultimo, ma non meno importante, è la progressiva internazionalizzazione dei servizi della piattaforma; se nel 2021 eLogy ha gestito spedizioni in 12 Paesi del Mondo, oltre all’Italia, in Spagna, Portogallo, Francia, Germania, Romania, Stati Uniti, Canada, Australia, Belgio, Olanda e in Lussemburgo, oggi la sua strategia di espansione è quella di rafforzare la sua quota di mercato anche nel resto dell’Europa e in America Latina attraverso partnership con strutture logistiche presenti nei vari paesi, tanto che il software è stata progettato per essere multi magazzino e multi country.

 

Nella situazione attuale, ora più che mai eLogy si rivela il partner ideale per coloro che intendono affrontare in maniera rapida la transizione dal mondo offline al mondo delle vendite online, costretti a ripensare e a ridefinire il proprio modello di business.