Ford sperimenta tecniche innovative di disattivazione dei cilindri per l’EcoBoost 3 cilindri 1.0

0
1153

Ford Motor Company sta portando avanti la ricerca e lo sviluppo di soluzioni innovative per incrementare ulteriormente l’efficienza del pluripremiato motore EcoBoost 3 cilindri 1.0, unico motore nella storia ad aver vinto per 3 anni consecutivi, nel 2012, nel 2013 e nel 2014, il titolo di Motore dell’Anno.

Gli ingegneri Ford hanno implementato diverse tecniche di disattivazione dei cilindri che a bordo di prototipi sperimentali hanno garantito fino al 6% di efficienza in più.

Per i test, gli ingegneri hanno sviluppato anche un nuovo sistema di controllo delle oscillazioni che consente all’EcoBoost 1.0 di disattivare 1 cilindro per un ampio arco di giri, e a diversi regimi di funzionamento del motore, senza generare rumori o vibrazioni.

Ford ha presentato i risultati della sperimentazione all’International Vienna Engine Symposium 2015, uno degli appuntamenti più importanti nel campo dell’ingegneria dei motori. Andreas Schamel, Direttore, Global Powertrain, Research & Advanced Engineering di Ford Motor Company, ha descritto i passi compiuti nell’implementazione di tecnologie di disattivazione dei cilindri a bordo dell’EcoBoost 1.0 nell’ambito della sperimentazione condotta presso il Centro Europeo di Ricerca di Aachen, in Germania.

“Anche per motori straordinariamente compatti, come l’EcoBoost 1.0 a 3 cilindri, c’è ancora un significativo margine per portare avanti l’innovazione tecnologica e ridurre ulteriormente consumi ed emissioni attraverso l’implementazione di sistemi di disattivazione dei cilindri in determinate condizioni di guida”, ha spiegato Schamel. “La nostra priorità, nello sviluppo dei nuovi motori a combustione, è incrementarne ulteriormente l’efficienza”.

Il celebrato motore Ford EcoBoost 3 cilindri 1.0 ha rivoluzionato lo scenario dei propulsori a combustione e si avvale delle tecnologie EcoBoost, come il turbo, l’iniezione diretta e la doppia fasatura variabile e indipendente delle valvole, per raggiungere livelli di potenza tipici di cilindrate maggiori, ma con i vantaggi e l’efficienza propri delle unità compatte. L’innovativo 3 cilindri Ford è disponibile trasversalmente rispetto alla gamma europea di auto e veicoli commerciali dell’Ovale Blu, dalla Fiesta al Transit Connect, ed equipaggia anche vetture di segmento C, come Focus e C-MAX, e perfino modelli a 7 posti come la C-MAX7.

Per i test, gli ingegneri Ford hanno implementato un dispositivo che può sia disattivare completamente 1 dei 3 cilindri, sia disattivare i cilindri parzialmente e in sequenza per ottenere un regime di funzionamento del 50%.

I prototipi sono stati dotati di un innovativo sistema di bilanciamento del motore, sviluppato in collaborazione con lo Schaeffler Group, che implementa un nuovo volano bi-massa,
uno smorzatore centrifugo a pendolo e una frizione appositamente calibrata. Il risultato è un funzionamento a bassa rumorosità e privo di vibrazioni anche durante la disattivazione, totale o progressiva, di 1 o più cilindri.

Nel corso dei test omologati di efficienza, i prototipi hanno percorso 55 chilometri di strade, comprensivi di tratti urbani ed extra-urbani, nella zona di Colonia, in Germania, evidenziando incrementi nell’efficienza che hanno comportato una riduzione anche del 6% dei consumi.