Honda HR-V: design da coupé, solidità da piccolo Suv

0
1296

Raccoglie l’eredità della precedente 4×4 Honda e ne porta lo stesso nome delle generazioni dal 1999 al 2005, quando ai tempi era il piccolo Suv prodotto dalla casa nipponica: HR-V, abbreviazione che assume il significato di Hybrid Recreation Vehicle per il mercato europeo e High Rider Vehicle per il Giappone. Oggi la casa dell’Ala torna a puntare sul suo Suv compatto, dopo oltre 110mila unità vendute con l’Italia a sancirne il successo, ma portando sul mercato uno straordinario crossover dalle linee dinamiche, dal profilo snellito dalla linea ascendente del tetto e dalla maniglia posteriore, con l’obiettivo di offrire una soluzione unica nel segmento: caratteristico design da coupé unito alla solidità di un Suv, alla spaziosità e versatilità di un Mpv, con guida dinamica e prestazioni efficienti nei consumi.

Honda anticipa che il 70 per cento dei nuovi clienti HR-V sarà conquistato alla concorrenza, principalmente possessori di un Mpv e di una berlina di segmento C. Con una lunghezza di 4,3 metri, HR-V è progettato per attrarre giovani single e coppie senza figli che desiderano valorizzare lo stile di vita e sono attratti dal design. Sin dal primo sguardo, il nuovo HR-V mostra i tratti inconfondibili della sua giovinezza coniugando le linee audaci di un coupé alla tipica solidità di un Suv. Gli interni offrono straordinaria spaziosità e – grazie all’innovativo sistema Magic Seats di Honda – massima versatilità.

Honda HR-V sarà disponibile con una doppia motorizzazione Euro 6 ad alta efficienza: un motore benzina i-VTEC da 1.5 litri in grado di sviluppare una potenza di 130 CV (96 kW) e un motore diesel i-DTEC da 1.6 litri in grado di sviluppare una potenza di 120 CV (88 kW), a trazione anteriore. Unendo prestazioni elevate a un ridotto consumo di carburante, il motore benzina

i-VTEC da 1.5 litri è in grado di erogare una coppia massima di 155 Nm a 4.600 giri/min. Grazie al motore a benzina da 1.498 cc, il nuovo HR-V accelera da 0 a 100 Km/h in 10,2 secondi (cambio manuale) e in 10,8 secondi (cambio automatico CVT). Il consumo di carburante può ridursi fino a 5,2 l/100 km (ciclo combinato) con emissioni di CO2 a partire da soli 120 g/km, entrambi ottenuti con la trasmissione CVT. Il motore i-DTEC da 1.6 litri è esclusivo sui veicoli Honda in vendita in Europa.

Con il motore diesel – in grado di erogare una coppia di 300 Nm a 2.000 giri/min. – Honda HR-V può accelerare fino a 100 km/h in soli 10 secondi, posizionandosi tra i veicoli più dinamici della categoria. Con il cambio manuale, il consumo di carburante raggiunge valori pari a 4,0 l/100 Km (ciclo combinato) con emissioni di CO2 pari a 104 g/Km. I motori diesel e benzina presentano di serie un cambio manuale a sei rapporti, a cui sono state apportate numerose migliorie.

Disponibile sul nuovo HR-V (ma anche sulla Jazz in arrivo nel 2015), il rinomato cambio automatico CVT è abbinato al motore a benzina i-VTEC da 1.5 litri. Il sistema di controllo intelligente del nuovo CVT è stato appositamente sviluppato per i mercati europei allo scopo di offrire sensazioni analoghe a quelle derivanti da un cambio manuale. La risposta del veicolo in accelerazione quindi è più pronta e il numero di giri del motore aumenta proporzionalmente alla posizione del pedale dell’acceleratore offrendo una sensazione più lineare.

25 - 2015 HR-V INTERIOR 31 - 2015 HR-V REAR 3_4 STAT 33 - 2015 HR-V FRONT 3_4 STAT 34 - 2015 HR-V REAR 3_4 STAT 35 - 2015 HR-V FRONT 3_4 DYN 36 - 2015 HR-V REAR 3_4 DYN 39 - 2015 HR-V REAR 3_4 DYN 41 - 2015 HR-V SIDE DYN 42 - 2015 HR-V TRUNK 45 - 2015 HR-V TRUNK 49 - 2015 HR-V INTERIOR