Il 7° Rally di Roma Capitale accende i motori

0
130

Si accendono i motori del 7° Rally di Roma Capitale. concluse nella oggi le operazioni preliminari, domani venerdì 19 luglio, la giornata inizierà con la Qualifyng Stage a Fumone, a cui seguirà lo shakedown che disputeranno anche i big del Campionato Italiano Rally, sempre sul tratto di strada ciociaro da 4,02 KM. Alle 16 Selection of Start position e conferenza Stampa pre gara, presso la Sala della Protomoteca – Piazza del Campidoglio 1 Roma – con accesso dalla Scalinata del Vignola.

Alle 19 primo show del Rally di Roma Capitale con la Cerimonia di Partenza a Castel Sant’Angelo, prestigiosa, impareggiabile ed esclusiva cornice nel cuore della Città Eterna per lo start del 5° Round di Campionato Europeo Rally e Campionato Italiano Rally.

Gli equipaggi big della serie continentale e della massima serie tricolore si dirigeranno verso Fiuggi per la pausa notturna.

Sabato 20 luglio la prima giornata a tutto agonismo con sei prove speciali spettacolari sugli asfalti della Provincia di Frosinone con i 481,13 km di percorso della prima tappa articolati in due giri su un terzetto di prove speciali: “Pico-Greci” (19,46 km) [PS1 ore 9:33 | PS4 ore 15:52] Prova già vista nelle passate edizioni che, quest’anno, verrà affrontata per la prima volta in senso inverso. Si tratta di una speciale subito impegnativa visto il tracciato stretto. “Roccasecca-Colle San Magno” (13,93 km) [PS2 10:28 | PS5 16:47] Prova guidata con tratti veloci che sale fino a circa 900 metri sul livello del mare. “Santopadre-Arpino” (21,17 km) [PS 11:18 | PS6 17:37] Si tratta della piesse più lunga del Rally, per gran parte un tratto già affrontato nella passata edizione, allungato quest’anno di oltre 4 km. Altra speciale guidata con curve in sequenza. Domenica 21 luglio si riparte con un programma ancora più consistente. Saranno due loop su quattro diversi tratti cronometrati, sempre nel frusinate, arricchiti in serata dal gran finale nella doppia “Arena ACI Roma”.

I polacchi Lukasz Habaj e Daniel Dymurski su Skoda Fabia R5 arrivano da leader europei in Italia, reduci dal successo portoghese alle Azzorre e con due podi in Spagna e in casa lo scorso 30 giugno, alle loro spalle c’è l’equipaggio della Citroen C3 R5 formato dai russi Alexey Lukyanuk e Alexey Arnautov vincitori al Rally Poland. Terza posizione in classifica continentale per i giovani  britannici Chris Ingram e Ross Whittock anche loro su Skoda Fabia e leader della classifica ERC  1 Junior. Brilla in ambito internazionale l’italiano Andrea Nucita, il messinese della Fiat Abarth 124 sulla quale è navigato da Bernardo Di Caro, già in posizione da podio di ERC2 e in lotta per il monomarca dello Scorpione. Grandi sfide previste per il Campionato Italiano Rally dove svetta il nome dei leader Giandomenico Basso e Lorenzo Granai, il trevigiano ed il toscano sulla Skoda Fabia R5 schierata dal Team Loran, tallonati dall’equipaggio della Citroen Italiana formato dal friulano Luca Rossetti affiancato dalla veneta Eleonora Mori che sulla C3 R5, all’inseguimento del vertice il romagnolo Simone Campedelli con Tania Canton, al via con l’ultima evoluzione della Ford Fiesta R5 preparata da M-Sport. Rilancia la sfida su Skoda Fabia il giovane lombardo Andrea Crugnola attualmente 5° in classifica CIR. Nuova esperienza con Hyundai Motorsport Italia per il veronese Umberto Scandola sulla i20R5. L’equipaggio ufficiale Peugeot formato dal toscano Tommaso Ciuffi e dal piemontese Nicolò Gonella sulla 208 R2 è leader della classifica due ruote motrici. In testa al Campionato Italiano Rally Junior il 23enne palermitano Marco Pollara che sfiderà gli altri  giovani di ACI Team Italia sulle Ford Fiesta R2b preparate da Motorsport Italia. Altri giovani i protagonisti del Peugeot Rally Top dove sulla 208 R2b lotteranno per il vertice il leader lombardo Davide Nicelli seguito da vicino dal piacentino Giorgio Cogni e dal trentino Alessandro Nerobutto.