Il Campionato del Mondo WRX fa scalo in Norvegia

0
330

Il Team Peugeot Total si concentra per la prima trasferta in Scandinavia dove intende, grazie ad una 208 WRX veloce ed affidabile, continuare la striscia di podi. Il percorso? Molto tecnico, reso ancor più emozionante dalla presenza di un pubblico numeroso, appassionato e molto competente.

La gara di Hell in Norvegia è l’appuntamento più a nord del Campionato del Mondo WRX 2018 mentre, la gara successiva si svolgerà in Svezia.

Con quattro podi consecutivi (tra cui una vittoria), il Team Peugeot Total è ben motivato e, nella gara norvegese di Hell, cercherà di raccogliere più punti possibile per migliorare la classifica piloti (Sebastien Loeb è attualmente secondo con gli svedesi Timmy e Kevin Hansen rispettivamente sesto e ottava) e quella costruttori.

Situato nei pressi della pittoresca città di Trondheim, il circuito, conosciuto come l’Inferno, compie 30 anni ed è la meta preferita dei tantissimi appassionati di motorsport che vivono in Scandinavia. In questo periodo la temperatura media si aggira intorno agli 11/12 gradi mentre la pioggia è una compagna di viaggio di tutti i piloti. Costruito su una collina, il percorso di 1.019 km è composto al 63% asfalto e 37% di terra.

Kenneth Hansen, Team Manager Peugeot Total. “Siamo veramente felici che il campionato sia approdato in Scandinavia perché, soprattutto in Norvegia, le nostre vetture si trovano a meraviglia. La grande difficoltà sta nel fatto che il Joker si trova vicino al punto della partenza e sarà necessario studiare la miglior strategia di gara possibile. Dalle gare di Silverstone abbiamo avuto ottime indicazioni e, dopo i test fatti in Francia, siamo riuscito ad ottenere un buon assetto per le nostre 208 WRX. La squadra, poi, è concentrato e sono convinto che otterremo delle ottime prestazioni”.

Sebastien Loeb, Peugeot 208 WRX #9. “E’ bello correre in Norvegia perché qui c’è sempre un’ottima atmosfera intorno al rally e al rallycross. La stagione è iniziata bene e dobbiamo confermare i buoni risultati ottenuti fino ad oggi. Cercheremo di salire sul gradino più alto del podio senza per questo dover correre dei rischi inutili che, alla lunga, potrebbero compromettere l’esito del mondiale. La macchina è molto veloce, ha tanta potenza e per gli avversari sarà un grosso problema”.

Timmy Hansen, Peugeot 208 # 21 WRX. “Mi piace da matti correre nell’Inferno, una gara che ho già vinto e che mi porta fortuna. La pista è molto impegnativa, si trova in un posto meraviglioso, e sarà molto importante riuscire a fare una buona partenza. Conterà anche la strategia d gara, visto che il Joker si trova vicino al punto della partenza”.

Kevin Hansen, Peugeot 208 # 71 WRX. “Mi piace molto guidare nell’Inferno perché è un circuito in cui bisogna attaccare e le nostre 208 WRX sono l’ideale perché vanno molto forte. Sarà utile riuscire a trovare subito un buon passo di gara onde evitare di trovarsi in difficoltà nelle tante curve presenti”.