Il Ciocco apparecchia il terzo round del Campionato Italiano Rally con 123 vetture

0
125

Terzo atto del Campionato Italiano Rally 2020 in arrivo con la quarantatreesima edizione del Rally Il Ciocco e Valle del Serchio. L’episodio organizzato da Organization Sport Events si prepara a raccogliere l’eredità del Rally di Roma. Dopo la ripartenza stagionale con il doppio round capitolino, ecco con un’altra gara ad alto contenuto sportivo. Sabato 22 agosto infatti si raccoglieranno 123 vetture da rally attorno alla Tenuta del Ciocco, classica location esclusiva in provincia di Lucca, dove proseguiranno le sfide per il tricolore Assoluto e Asfalto, quindi la doppia sfida Due Ruote Motrici, oltre al Campionato Italiano R1, inoltre per la 6^ Zona della Coppa Rally di Zona ACI Sport giunta al secondo appuntamento dopo la Coppa Città di Lucca.

BAGARRE AL VERTICE ASSOLUTO

Peso specifico importante per Il Ciocco che sfodera numeri da record per l’occasione. La doppia competizione tricolore porta in Toscana 74 equipaggi per il CIR e 49 per la CRZ. Entrambe le liste evidenziano nomi di spicco a partire dai big in corsa per l’Assoluto. Ancora con il numero 1 sulla portiera Giandomenico Basso e Lorenzo Granai, usciti come favoriti dalla doppia romana. Con la vittoria in Gara 1 ed il secondo posto in Gara 2 si propongono subito al comando della classifica generale di campionato con 27 punti. La Volkswagen Polo R5 di HK Racing con al volante il trevigiano campione in carica guiderà la flotta da rally. Il Ciocco sarà l’occasione perfetta per alimentare le ambizioni da vertice per Rudy Michelini. Il lucchese si trova appena dietro Basso a quota 20 e dopo l’ottimo risultato nella gara d’apertura può cercare la conferma sulle strade di casa, da leader del CIR Asfalto, sempre affiancato da Michele Perna sulla Polo R5 di PA Racing. Dovrà invece ripartire da quanto di buono mostrato nella seconda parte di gara a Roma Andrea Crugnola, ancora in coppia con Pietro Ometto sulla Citroen C3 R5 di FPF Sport. Il varesino ha speso uno dei possibili due “scarti” con il ritiro in Gara1 ed in ottica di Campionato, con una stagione ancora tutta da vivere, può già provare a limare il gap di -12 dal leader Basso. Un punto in meno nell’assoluta per il reggiano Antonio Rusce, navigato da Sauro Farnocchia su Citroen C3 R5, anche lui per sfruttare l’onda lunga del primo appuntamento stagionale con un occhio particolare alla sfida dell’Asfalto.

SI ALZA L’ASTICELLA PER L’ASFALTO

Tra gli equipaggi in corsa per il CIRA, quindi candidati anche per l’Assoluta, oltre a Michelini e Rusce sono molte le conferme insieme a qualche grande rientro per un parterre che si fa sempre più ricco. Riparte dopo luci ed ombre Marco Signor. L’altro trevigiano, con Francesco Pezzoli, è ancora in cerca del giusto feeling con la Polo R5 di Step Five e vuole alzare il ritmo dopo il rientro nell’Italiano. Non era mancato l’approccio al pavese Giacomo Scattolon, che dopo una grande prestazione sulle strade di Fiuggi era stato costretto al ritiro, suo malgrado, con la vettura in fiamme. Riparte da quanto di buono fatto sempre su Fabia R5 con Giovanni Bernacchini.

Nuova avventura tricolore che parte invece dal Ciocco per altri due volti noti: il bresciano Stefano Albertini, quinto in questa gara un anno fa ed ora tornato in corsa su Fabia R5 con Danilo Fappani ed il fiorentino campione Due Ruote Motrici uscente Tommaso Ciuffi, che dopo l’esperienza saltata nel Mondiale WRC Junior farà il salto su altra R5 boema di Tamauto, sempre con Nicolò Gonella e i colori della nazionale ACI Team Italia. Due nomi che si aggiungono ad una lunga lista di specialisti, come il comasco Alessandro Re con Marco Menchini sull’altra Polo di HK, il bresciano Luca Bottarelli con Walter Pasini su altra Fabia R5 come l’emiliano Ivan Ferrarotti navigato da Fabio Grimaldi. Un’altra vettura ceca porterà in gara il palermitano Alessio Profeta, new entry nella squadra ACI Team Italia, alla destra Sergio Raccuia. Allo start tra le 22 R5 per il CIR anche il turco Burak Cucurova e il volto Femminile del tricolore Patrizia Perosino, entrambi su Fabia.

ANDREUCCI TORNA IN CASA

Arriva al Ciocco il momento del nuovo debutto per il pluricampione italiano Paolo Andreucci. Dopo 11 titoli ed una stagione in piena corsa nel Campionato Italiano Rally Terra, reduce dalla recente vittoria nel primo round al Rally Valtiberina, il garfagnino torna nel CIR affiancato da Anna Andreussi per lanciare la Peugeot 208 Rally 4 nella massima serie. Considerato anche il margine di categoria con i concorrenti per l’assoluta, sarà interessante osservare i suoi tempi come quelli del giovane francese Mathieu Franceschi sulla stessa vettura del Leone.

DUE RUOTE MOTRICI: CORSA DA RAGAZZI

Con il CIR si rinnova anche la corsa per il doppio titolo Due Ruote Motrici e Asfalto Due Ruote Motrici, entrambe monopolizzate dalle nuove leve del rallismo nazionale. Attualmente al comando della prima c’è Davide Nicelli, che dopo una parentesi su terra in Valtiberina proverà a ripartire su asfalto come aveva già fatto a Roma, dopo un primo e un secondo posto e 27 punti in tasca. La sua Peugeot 208 avrà gli occhi puntati nella battaglia con gli altri giovani, come il messinese Alessandro Casella appaiato in seconda posizione di 2RM a quota 18 punti con Christopher Lucchesi Jr., che avrà il favore delle strade amiche. Buoni segnali alla prima erano arrivati anche da un altro toscano come Daniele Campanaro, campione uscente di R1, che vorrà mettere da parte il ritiro in Gara 2 sulla Ford Fiesta. Altri due Under in cerca di conferme, i trentini Roberto Daprà anche lui all’opera nel Terra su Fiesta e Fabio Farina su Peugeot.

Sfida avvincente anche per quanto riguarda il Campionato Italiano R1, con tre volti emergenti che si batteranno nuovamente per la prima posizione. L’aostano Simone Goldoni continua lo sviluppo della Suzuki Swift Hybrid anche sull’asfalto toscano, sempre guardando con attenzione ai tempi dei rivali di classe Nicola Cazzaro su Renault Clio, appaiato in classifica a quota 15 e del giovanissimo Davide Porta su Fiesta a tre lunghezze.

Il gruppo di partecipanti alla gara di Campionato si completa con gli iscritti alla Suzuki Rally Cup. Il Ciocco sarà il secondo round dopo Alba per il momonarca giapponese, che propone nuovamente allo start 15 vetture, la flotta più numerosa tra quelle portate nell’Italiano dai trofei di marca. 14 le Suzuki Swift, in versione Sport e Racing Start, 1 il modello Baleno. Al comando dopo l’exploit nel cuneese c’è lo svizzero Ivan Cominelli, tallonato da diversi rivali. Nell’ordine il catanese Giorgio Fichera, il parmense Simone Rivia e il padovano Nicola Schileo.

COPPA RALLY DI ZONA ACI SPORT

Affiancata alla lista del CIR c’è quella della CRZ. Nomi altisonanti anche tra i top in corsa per questo secondo appuntamento della 6^ Zona, divisione che comprende il territorio di Toscana e Umbria, per la Coppa Rally di Zona ACI Sport 2020. Una competizione che al Ciocco si svolgerà in coda all’Italiano, su un percorso leggermente ridotto che terminerà dopo otto tratti cronometrati. Ruba l’occhio in testa al gruppo della Coppa il nome del bergamasco Alessandro Perico, che sarà necessariamente l’uomo da battere sulla Polo R5. Ma in tanti hanno le carte in regola per dire la loro, molti dei quali affezionati a queste strade, toscani a loro agio sull’asfalto di casa. Parte in vantaggio il lucchese Luca Pierotti su Citroen C3 R5, tra i migliori di Zona un anno fa e già in seconda posizione assoluta quest’anno dopo il secondo posto nel primo round al Coppa Città di Lucca. Altro driver lucchese, vecchia conoscenza del CIR, Luca Panzani alla sua prima stagionale su Skoda Fabia R5, quindi molto quotati anche due pistoiesi come l’esperto Luca Artino su altra VW Polo R5 e Thomas Paperini, settimo a Lucca e in confidenza dopo il salto di categoria sulla Fabia R5. Non mancano i protagonisti della CRZ 2019, tra questi anche il vincitore della Finale U25, oggi protagonista del CIR Junior con ACI Team Italia, Riccardo Pederzani che per l’occasione salirà nuovamente su Peugeot 207 S2000.

IL PROGRAMMA IN BREVE

Il 43° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio inizierà con la vigilia di gara di venerdì 21, con le prove libere nello shakedown (PS Gallicano / Molazzana) previsto dalle ore 16 alle 21. Il rally vero e proprio si svolgerà interamente nella giornata di sabato, con primo tratto cronometrato alle ore 8.09 e l’arrivo previsto dalle 19.10, sempre nella tenuta del Ciocco. Cinque diverse prove speciali in programma, con l’aperura prevista con la breve “Il Ciocco” (2,28 km) seguita dalla lunga “Tereglio” (13,87 km), quindi la “Bagni di Lucca” (7,14 km) e la “Careggine” (10,69 km). Completa il pokerissimo il tratto cronometrato “Noi TV” (1,90km) all’interno della tenuta. 11 crono per il CIR per un percorso totale di 375 chilometri, 8 prove invece per la CRZ in un percorso di 246 chilometri.

CALENDARIO CAMPIONATO ITALIANO RALLY 2020

26 luglio | Rally di Roma Capitale – Gara 1 e Gara 2 (CIR Junior)

22 agosto | Rally Il Ciocco e Valle del Serchio

13 settembre | 104^ Targa Florio (CIR Junior)

4 ottobre | 67° Rallye Sanremo (CIR Junior)

25 ottobre | 38° Rally Due Valli (CIR Junior)

22 novembre | 11° Tuscan Rewind (coeff. 1,5) (CIR Junior)

CLASSIFICA ASSOLUTA CIR 2020

1. Basso Giandomenico (Volkswagen Polo GTI R5) 27pt

2. Michelini Rudy (Volkswagen Polo GTI R5) 20pt

3. Crugnola Andrea (Citroen C3 R5) 15pt

4. Rusce Antonio (Citroen C3 R5) 14pt

5. Re Alessandro (Volkswagen Polo GTI R5) 14pt

7. Scandola Umberto (Hyundai i20 R5) 10pt

8. Signor Marco (Volkswagen Polo GTI R5) 10pt

9. Bottarelli Luca (Skoda Fabia R5) 9pt

10. Profeta Alessio (Skoda Fabia R5) 5pt

CLASSIFICA ASSOLUTA CRZ 6^ZONA DOPO LUCCA:

1. Michelini Rudy 15pt

2. Pierotti Luca 12pt

3. Arzà Claudio 9pt

4. Scandola Umberto 7,5pt

5. Gaddini Stefano 6pt

6. Paperini Thomas 4,5pt

7. Benvenuti Paolo 3pt

8. Moricci Paolo 1,5pt