Il Gruppo Volkswagen estende la collaborazione con il Consiglio di Sostenibilità

0
82

Il Gruppo Volkswagen rinnova la collaborazione con il Consiglio di Sostenibilità indipendente per altri due anni. L’Azienda continua a perseguire con determinazione i propri obiettivi di sostenibilità, per diventare carbon neutral entro il 2050. Inoltre Rebecca Harms, ex Membro del Parlamento Europeo, e Magdalena Gerger, CEO e Presidente della società svedese Systembolaget AB, sono entrate a far parte del Consiglio. Herbert Diess, CEO del Gruppo Volkswagen, ha commentato: “La sostenibilità è un fattore chiave per i buoni risultati della nostra Azienda. Il Gruppo si muoverà con successo verso il futuro soltanto se avverrà una trasformazione. Il Consiglio di Sostenibilità indipendente acquisisce ancora più importanza per noi in questa transizione. Vogliamo intensificare il dialogo, un confronto che accetta anche le critiche. Con la propria competenza indipendente, il Consiglio di Sostenibilità spinge e allo stesso tempo aggiusta il tiro della nostra strategia”.

 

Diess ha ringraziato il Consiglio di Sostenibilità per la collaborazione negli anni passati, per il contributo fornito nell’affrontare la tematica Diesel e nel formulare i principi di integrità. Inoltre, l’intenso confronto con il Consiglio ha giocato un ruolo significativo nel confermare i target climatici e la strategia di decarbonizzazione interna al Gruppo. L’obiettivo: diventare carbon neutral entro il 2050.

 

Diess ha affermato: “Abbiamo un programma chiaro e misure concrete per raggiungere il target. Tuttavia c’è ancora molta strada da fare e serve ancora un grande impegno. I contributi e gli stimoli del Consiglio di Sostenibilità diventano quindi ancora più importanti. Abbiamo bisogno di questo feedback critico. Perciò mi fa piacere che Rebecca Harms e Magdalena Gerger rafforzino questo ente. L’esperienza della prima nelle politiche ambientali a livello europeo ci farà fare passi avanti, la seconda è un esempio nella gestione sostenibile di un’azienda”.

 

Il Consiglio di Sostenibilità ha ampi diritti di iniziativa all’interno del Gruppo Volkswagen

Il Consiglio internazionale di Sostenibilità del Gruppo Volkswagen è stato istituito nel 2016 per supportare l’Azienda in questioni strategiche riguardanti la sostenibilità e la responsabilità sociale. L’ente, che ora conta nove membri, agisce in modo indipendente e contribuisce al processo decisionale con ampi diritti di informazione, consultazione e di iniziativa.

 

Georg Kell, fondatore di UN Global Compact e portavoce del Consiglio di Sostenibilità, ha affermato: “Nel Consiglio interpretiamo il nostro compito formulando richieste in modo chiaro e comunicandole, così che vengano recepite dall’Azienda. Vediamo come la sostenibilità sia ora profondamente radicata nel Gruppo Volkswagen, come obiettivo strategico. Siamo felici di continuare a dare il nostro supporto, perché il migliore contributo che il Gruppo può dare per la protezione del clima è assumere un ruolo pionieristico e dimostrare che questo approccio funziona”.

 

Maggiore attenzione a Green Deal europeo, gestione aziendale e integrità

Herbert Diess, CEO del Gruppo Volkswagen (a sinistra), e Georg Kell, Portavoce del Consiglio di Sostenibilità.

Uno dei punti all’ordine del giorno nel dialogo intensificato fra il Gruppo Volkswagen e il Consiglio di Sostenibilità è la CEO Alliance for Reform, Resilience and Recovery (R3), lanciata congiuntamente da Herbert Diess e dal Consiglio, a supporto del Green Deal europeo, di questioni di gestione aziendale e integrità, dell’occupazione in tempi di progressiva digitalizzazione e di mobilità elettrica, così come di azioni sostenibili nei mercati internazionali.

 

Inoltre, negli ultimi anni il Consiglio di Sostenibilità ha avviato diversi progetti aperti anche agli stakeholder e al pubblico. Questi includono un progetto di ricerca sulle politiche dei trasporti attente al clima con partner come l’Istituto per la Ricerca sull’Impatto Climatico di Potsdam (PIK) e uno studio a lungo termine, con l’Istituto Fraunhofer per l’Ingegneria Industriale, sugli effetti della digitalizzazione e della mobilità elettrica sull’occupazione.

 

Maggiori informazioni sui nuovi membri del Consiglio di Sostenibilità

Rebecca Harms è stata Membro del Parlamento Europeo dal 2004 al 2019. In questo periodo ha lavorato in particolare per definire standard ambientali e di consumo più stringenti nell’Unione Europea e si è impegnata attivamente per promuovere politiche sul clima più rigorose in Europa. Tra gli altri, è stata membro della Commissione per l’industria, la Ricerca e l’Energia del Parlamento Europeo (ITRE) e della Commissione d’inchiesta sulla Misurazione delle Emissioni nel Settore Automobilistico (EMIS). È stata membro supplente della Commissione per gli Affari Esteri (AFET) e della Commissione per l’Ambiente, la Sanità Pubblica e la Sicurezza Alimentare (ENVI). Harms ha iniziato la sua carriera politica nel 1994 come membro del parlamento regionale della Bassa Sassonia.

 

Magdalena Gerger è stata CEO e Presidente di Systembolaget AB, azienda statale svedese con diritti esclusivi per la vendita di alcolici nel Paese. Il costante rafforzamento dell’attrattività dell’azienda e la promozione di una forte cultura d’impresa sono esempi delle sue aree di interesse. Inoltre è promotrice dello sviluppo del dialogo fra industria e società. Gerger ha precedentemente ricoperto svariate posizioni manageriali nell’industria alimentare e in quella dei prodotti di rapido consumo, in gruppi internazionali fra cui Arla Foods, Nestlé e ICI Paints.

 

Maggiori informazioni sui membri e sul lavoro del Consiglio di Sostenibilità sono disponibili a questo link: https://www.volkswagenag.com/en/sustainability/sustainability-council.html