Il segretario generale dell’Onu riceve la Carta di Milano firmata da Fiat Chrysler Automobiles e CNH Industrial

0
1063

Fiat Chrysler Automobiles (FCA) e CNH Industrial, Official Global Partner di Expo Milano 2015, hanno ufficialmente firmato la Carta di Milano, il documento d’eredità culturale di EXPO 2015 che è stato consegnato oggi al Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-Moon, in occasione della sua visita ad EXPO. Questo documento si concentra sulle principali questioni sull’alimentazione globale e l’utilizzo sostenibile delle risorse del pianeta. Tutti temi trattati durante questi sei mesi di EXPO, che terminerà a fine ottobre.

Firmando la Carta, i singoli cittadini, le associazioni, le imprese si assumono responsabilità precise rispetto alle proprie abitudini, agli obiettivi di azione e sensibilizzazione a livello nazionale e globale per garantire al pianeta un futuro più equo e sostenibile.

Per Fiat Chrysler Automobiles la sottoscrizione della Carta di Milano è un’altra affermazione dell’impegno nel continuare a proteggere le risorse che abbiamo a disposizione, salvaguardare l’ambiente e la popolazione, lasciando un’eredità positiva alle generazioni future. “Per Fiat Chrysler Automobiles – ha dichiarato Daniele Chiari, responsabile in FCA regione EMEA di Product Planning and Institutional Relations – è una sfida appassionante, significa dare libertà di movimento alle persone, rispettando l’ambiente e la comunità intorno. Per questo lavoriamo per continuare a ridurre l’impatto dei nostri veicoli in tutte le fasi del loro ciclo di vita, attraverso processi produttivi sempre più ecologici ed efficienti e soluzioni per garantire emissioni e consumi sempre più ridotti. Uno dei valori fondamentali di FCA è proprio rendere accessibili a tutti le soluzioni più avanzate in modo che l’innovazione possa tradursi in vantaggi concreti per l’ambiente e per i clienti”.

Nel sottoscrivere la Carta di Milano, CNH Industrial ribadisce il proprio impegno a vincere le grandi sfide connesse al cibo e all’agricoltura del futuro. La Società ha avuto un ruolo da protagonista nel contribuire alla creazione del documento partecipando attivamente ai Tavoli di Lavoro della Carta di Milano. “Continuiamo a perseverare nello sforzo di offrire prodotti e soluzioni per la meccanizzazione agricola e il trasporto delle derrate alimentari, sempre più efficienti e innovativi. E promuoviamo fin dalle prime fasi di progettazione un’economia circolare attraverso il recupero, il riciclo e il riuso di materiali e delle risorse”, ha dichiarato Carlo Lambro, Brand President di New Holland Agriculture e membro del Group Executive Council che ha firmato da parte di CNH Industrial. La dichiarazione di Carlo Lambro è disponibile sul sito: https://youtu.be/WjkKRGkxN-w.