Kia Niro: l’auto che non ti aspetti

0
1091

La Kia introduce sul mercato un nuovo modello a basse emissioni, che allargherà ulteriormente la gamma delle vetture destinate ai mercati globali. Si tratta della Kia Niro. Per l’occasione, l’auto è stata classificata con la definizione HUV: Hybrid Utility Vehicle, per identificare il concetto innovativo di questo progetto al quale è stata dedicata una nuova piattaforma espressamente destinata ai futuri modelli a basso impatto ambientale.

 

La Niro è pratica e attraente come i moderni SUV di dimensioni compatte, con in più una straordinaria efficienza a beneficio dei consumi. Il progetto è stato concepito all’origine per rispondere perfettamente alle esigenze strutturali e di architettura di un veicolo ibrido ed è stato vestito con una carrozzeria moderna e filante destinata a sorprendere in un settore tradizionalmente conservatore. Nel dettaglio, per lo sviluppo della nuova originale piattaforma i tecnici non sono partiti dai modelli esistenti ma si sono rivolti a un’architettura dedicata alle tecnologie più avanzate nel settore delle propulsioni alternative del futuro.

 

Doveroso sottolineare inoltre che la struttura è composta per più del 50% di acciai speciali ad altissima resistenza che Kia intende utilizzare in futuro per rispettare l’obiettivo di ottenere una riduzione del 5% nel peso delle vetture da qui al 2020. Queste caratteristiche di progetto oltre alla sicurezza favoriscono anche la riduzione dei disturbi NVH (Noise, Vibration, Harshness) e della rumorosità generale.

 

In linea con la tradizionale attenzione del brand per il design, le linee di Niro esprimono dinamismo, slancio aerodinamico, superfici scolpite e dettagli che sottolineano la qualità costruttiva. Pur essendo un modello assolutamente originale e senza precedenti, Niro è immediatamente riconoscibile come una Kia, dalla classica griglia frontale a naso di tigre agli altri elementi tipici dello stile di marca.

 

Il profilo da SUV compatto e slanciato è la chiave ispiratrice dell’originale architettura che giustifica la definizione unica di HUV. Le proporzioni equilibrate, le forme morbide e il look deciso garantiscono una grande percezione di stabilità. Il passo lungo minimizza gli sbalzi anteriore e posteriore e assicura il massimo spazio a disposizione dell’abitacolo. Quest’ultimo, sobrio e razionale, è caratterizzato dall’impiego di materiali di alta qualità, che non hanno niente da invidiare alle blasonate premium.

 

Sotto al cofano, c’è il sistema ibrido Kia formato dal motore 1600 a iniezione diretta di benzina (GDI) della famiglia Kappa con il motore elettrico da 32 kW e il pacco batterie litio-polimeri da 1,56 kWh. Il primo agisce esclusivamente sull’asse anteriore, mentre il secondo, oltre a fornire potenza aggiuntiva in fase di ripartenza o sorpasso, agisce sull’asse posteriore (in caso di necessità) rendendo Kia Niro una vera e propria 4×4 dall’animo “green”. Il cambio è a doppia frizione a sei rapporti e in futuro è prevista l’evoluzione del modello in versione Plug-In con batterie ricaricabili. Nelle scorse ore, abbiamo avuto modo di provarla in diverse circostanze sulle strade intorno a Rapallo, rilevando un consumo medio (riportato dalla strumentazione di bordo) pari a 4,5 litri per 100 chilometri. Tecnologica, confortevole e piacevole da guidare. Si adatta alle esigenze del conducente, senza batter ciglio. Insomma, un’auto “green” che piace e convince. Il listino prezzi, infine, parte dai 27mila euro.

 

 

Niro-49 Niro-51 Niro-55 Niro-56 Niro-60 Niro-62 Niro-64 Niro-94