LA FONDAZIONE PIRELLI RIMANE “APERTA” AL PUBBLICO CON IL TOUR VIRTUALE FONDAZIONEPIRELLIEXPERIENCE

0
213

Una visita della Fondazione Pirelli inedita e speciale: dall’archivio, con i suoi oltre 3,5 km di documenti che testimoniano la storia del Gruppo Pirelli a partire dalla sua fondazione nel 1872, passando per la sala di consultazione, dove è possibile ammirare il celebre mosaico “La Ricerca scientifica” realizzato nel 1961 da Renato Guttuso, fino all’open space che racconta, con installazioni multimediali, “la pubblicità con la P maiuscola”, ovvero la comunicazione d’autore di Pirelli dagli Settanta a oggi. Il tutto, da smartphone, tablet o dal pc di casa. Il tour virtuale fondazionepirelliexperience, navigabile sul sito fondazionepirelli.org, consente agli utenti la possibilità di visualizzare le migliaia di fotografie e i bozzetti della sezione dedicata alla comunicazione visiva in una vera e propria esperienza immersiva.

La proposta digitale della Fondazione si arricchisce inoltre con i #fondazionepirellipodcast, per ascoltare racconti di corse, di prodotti e di campioni ma anche di tecnologia, innovazione, welfare, arte, grafica e design: “storie dal mondo Pirelli” ora disponbili in versione audio. Per facilitare la navigazione e per fornire informazioni sulle attività, il sito della Fondazione è ora implementato con un chatbot, software dotato di intelligenza artificiale per l’assistenza virtuale. Una guida per l’utente è anche la funzione “Entra in Fondazione”, per l’accesso diretto a tutti i tool di servizio del sito, come la ricerca all’interno dell’Archivio Storico online e delle biblioteche o l’assistenza alla consultazione. La comunicazione digitale sarà ampliata anche sui canali social ufficiali della Fondazione, Facebook, Instagram e Twitter, con un palinsesto costantemente aggiornato.

La Fondazione Pirelli è inoltre al fianco delle scuole italiane di ogni ordine e grado nel potenziamento delle attività formative da remoto, e metterà a breve on line a disposizione di studenti, insegnanti e genitori i contenuti dell’offerta didattica che normalmente offre in sede. Tra le proposte formative per le scuole primarie: letture ispirate al percorso didattico “Piccole storie di gomma”, attività con un focus sulla robotica e sul coding ispirate al laboratorio “Codici per conservare, codici per programmare”, e approfondimenti sul tema della sostenibilità.

La Fondazione, nell’ottica di “fare rete” con le altre istituzioni culturali, aderisce anche al progetto di partecipazione digitale promosso da Museimpresa, per promuovere servizi, contenuti e iniziative degli associati sul web. Perchè la cultura d’impresa, oggi più che mai, è online.