Le Citroën C-Elysée WTCC tornano in pista sulla mitica Nordschleife del Nürburgring,

0
1299

Dopo il lungo intervallo per la traversata dell’Oceano Atlantico tra l’Argentina e il Marocco, il Campionato del Mondo FIA WTCC torna in Europa per circa tre mesi. I trasferimenti in Ungheria, Germania, Russia, Slovacchia, Francia e Portogallo scandiscono un planning che non prevede una vera pausa fino alla metà di luglio.

Tra Versailles e Budapest, il team Citroën Racing farà una piccola deviazione traversando il massiccio dell’Eifel per partecipare alla giornata di prove collettive organizzata sul Nürburgring. Martedì prossimo, tutti i concorrenti potranno testare il tracciato del ‘Gesamstrecke’, che combina la mitica Nordschleife e il circuito F1, meno qualche chicane. In programma 25,947 km e 170 curve “ufficiali” da percorrere in poco meno di nove minuti…

Per gli ingegneri di Citroën Racing sarà una giornata particolarmente importante, come spiega Xavier Mestelan, Direttore tecnico di Citroën Racing. «E’ un appuntamento che ha richiesto una grossa preparazione da parte dei piloti. Qualche mese fa hanno percorso la Nordschleife su auto di serie. La memorizzazione del tracciato è proseguita sul nostro simulatore. Ora dobbiamo mettere tutto in pratica. È difficile sintetizzare le caratteristiche di un circuito così, ma sappiamo già che l’irregolarità del fondo ci porterà a guidare con un’altezza di scocca superiore alla norma. Non è proprio una speciale rally ma questo ci obbligherà a rivedere tutte le regolazioni delle sospensioni e dell’aerodinamica. Il circuito comporta anche forti sollecitazioni al motore, con un rettilineo a pieno carico per quasi 40 secondi».

Contrariamente alle tradizionali sessioni di prova, nel corso delle quali i piloti si succedono giorno dopo giorno su una vettura destinata da essere modificata, Sébastien Loeb, José María López, Ma Qing Hua e Yvan Muller guideranno le rispettive Citroën C-Elysée WTCC da corsa. Il team tecnico potrà così incrociare i dati immagazzinati per ottenere regolazioni ottimali. « La lunghezza del circuito ci porterà a modificare il nostro metodo di lavoro», continua Xavier Mestelan. «Con 26 km, non è possibile lavorare curva per curva, come facciamo di solito. Dovremo dividere il tracciato in sezioni e cercare i compromessi migliori. Le auto dovranno essere facili da guidare ma anche precise, a causa delle numerose curve nascoste».

VERSO EST, IN ROTTA PER BUDAPEST

Appena riviste, le Citroën saranno caricate per correre l’Hungaroring, a 1.200 km da Nürburg. Per il terzo round il FIA WTCC ritroverà il tracciato più tortuoso della stagione. Yves Matton, Direttore di Citroën Racing: «L’anno scorso abbiamo constatato che la nostra auto era meno a suo agio sui circuiti a curve. Quindi il team ha lavorato su questo punto per le evoluzioni 2015 della Citroën C-Elysée WTCC. Il risultato di questo lavoro si vedrà quando rientreranno in vigore i pesi di compensazione tra i vari modelli. Manterremo i 60 kg di carico supplementare mentre tutti i nostri avversari non avranno zavorra. È una novità rispetto alla scorsa stagione».

Tra i piloti Citroën Racing, Yvan Muller può essere considerato lo specialista dell’Hungaroring. Dall’arrivo in calendario nel 2011 del circuito ungherese, il pilota alsaziano ha vinto tutti gli anni. Esaltato dalla vittoria a Marrakech, vuole continuare su questa scia per riprendere José María López e Sébastien Loeb in classifica generale: «Mi piace questo circuito; ha molto ritmo. È vero che le statistiche sono dalla mia parte, ma credo che saremo penalizzati dalla zavorra, in particolare su questo circuito. Dovremo puntare sulle qualifiche, se vogliamo avere chance di vincere. Ma prima sono curioso di provare il Nürburgring al volante della C-Elysée. Stranamente non ci ho mai corso. I piloti esperti dicono che servono almeno 80 giri per conoscerlo. Questo significa che siamo molto lontani ma sarà una bella sfida per i piloti e gli ingegneri».

UN ARGENTINO IN CITTÀ

Venerdì, prima dell’apertura ufficiale dell’appuntamento, una grande parata infiammerà le strade di Budapest. Come ogni primo maggio, il centro della capitale sarà trasformato in un circuito su cui sfilerà ogni tipo di auto da corsa. Tra i piloti FIA WTCC, José María López rappresenterà il clan Citroën. Leader del Campionato del Mondo dopo le pole position e le vittorie a Termas de Río Hondo e Marrakech, Pechito potrà misurare la sua popolarità tra un pubblico di appassionati e intenditori.

Alle 18:30, le auto scenderanno in pista per qualche giro di shakedown, dietro la safety car. Sabato mattina, due sedute di prove libere alle 9:00 e alle 11:30. Quindi sarà il momento delle qualifiche alle 14:30. Domenica, le due gare del Hungaroring si terranno alle 13:30 e alle 14:30.