McLaren Senna GTR Concept: la regina di Ginevra

0
609

McLaren Automotive propone una versione esclusivamente dedicata alla pista della nuova McLaren Senna, nella famiglia Ultimate Series, con il nome di McLaren Senna GTR. Durante il lancio della McLaren Senna GTR Concept, (lo scorso 6 marzo 2018 al Salone Internazionale di Ginevra, il CEO di McLaren Automotive, Mike Flewitt ha confermato… … che di questo modello McLaren, la più estrema mai concepita ad oggi, ne verranno costruite un massimo di 75 esemplari, assemblate a mano a Woking, Inghilterra nel 2019.

“Eccellere su circuito è alla base del retaggio del marchio McLaren ed è importante e di attualità oggi tanto quanto nel passato,” ha spiegato Mike Flewitt.

“La McLaren Senna GTR vettura esclusivamente da pista sarà più potente, con più aderenza e più deportanza – sino a 1,000kg – della McLaren Senna e stabilirà nuovi record sul giro in pista; il numero molto limitato di clienti che avranno la possibilità di assicurarsi questa vettura saranno proprietari di un oggetto che li porterà a vivere l’esperienza reale di essere su una vettura da corsa senza essere effettivamente allineati sulla griglia di partenza di un circuito”.

A partire dal salone di Ginevra, McLaren inizierà a raccogliere le domande di interesse che proseguiranno a seguito della comunicazione delle esatte specifiche tecniche della McLaren Senna GTR che avverrà più avanti nell’anno. La McLaren Senna GTR sarà costruita attorno alla medesima gabbia in fibra di carbonio Monocage III della McLaren Senna cosi da garantire la forza e la rigidità necessarie per una vettura da pista di altissimo livello, con un peso di 1,198 kg vicino ad il peso a secco della McLaren Senna omologata da strada. Più potenza e coppia erogate dal motore 4.0lt V8 bi-turbo (800CV e 800Nm per la versione stradale)– circa 825CV – la vettura sarà più veloce “sul dritto”, rispetto al modello “standard”. L’ulteriore miglioramento è rappresentato da una trasmissione da competizione, una doppia sospensione a quadrilatero rivisitata e pneumatici slick Pirelli – che unitamente ai 1,000kg di deportanza – garantiranno alla McLaren Senna GTR di stabilire il nuovo record per il giro più veloce su pista – fatta eccezione per una Formula 1.

La filosofia del design di McLaren ove “la forma segue la funzione” (form follows function) è espressa nella sua essenza nella McLaren Senna, offre – la piattaforma ideale per la McLaren Senna GTR. La vettura avrà una carreggiata più importante e nuovi paraurti anteriori e posteriori, oltre a nuove appendici aerodinamiche, tutte in fibra di carbonio, he sono stati concepite come elementi da “agganciare” alla struttura dell’abitacolo, cosi da permettere in maniera relativamente semplice eventuali modifiche. La McLaren Senna GTR monterà anche un nuovo volante sviluppato esclusivamente per uso su circuito.

Lo splitter frontale della McLaren Senna GTR è più largo del componente montato sulla versione stradale e contribuisce a migliorare le prestazioni aerodinamiche, come anche il diffusore posteriore che è più largo ed allungato sul posteriore. Il ponte posteriore è il più basso di qualsiasi McLaren e aiuta sia le prestazioni aerodinamiche e il raffreddamento, oltre ad ottimizzare le prestazioni dell’ala posteriore attiva.

Il design delle portiere contribuisce ad una migliore efficienza aerodinamica, la pelle esterna è stata “spinta” il più possibile verso il centro della vettura cosi da canalizzare in maniera più efficiente il flusso dell’aria. A differenza della McLaren Senna, la McLaren Senna GTR monterà il classico finestrino “race scorrevole” in policarbonato.

“La McLaren Senna, sin dall’inizio è stata concepita e sviluppata tenendo a mente lo spettro completo dell’esigenze richieste per una vettura da strada e da pista, pertanto lo sviluppo della versione GTR è nell’ambito dell’applicazione del progetto originale,” ha spiegato Dan Parry-Williams McLaren Automotive Design Engineer Director. “La McLaren Senna GTR Concept svelata a Ginevra non è il prodotto finale ma da una chiara indicazione del nostro pensiero per questa vettura, che promette di essere la McLaren più estrema ed eccitante da guidare per molti anni a venire, se non per sempre.”