Melges 24 World Championship Audi tron chiude al quarto posto

0
1006

La bonaccia ferma la corsa di Riccardo Simoneschi e dell’Audi Italia Sailing Team su Audi tron che conclude in quarta posizione il Melges 24 World Championship di Middelfart.

Anche oggi, giornata decisiva per la lotta relativa alle posizioni di vertice, il vortice d’alta pressione sull’isola danese di Fyn ha intrappolato il vento e allo scadere del tempo limite il Pro Hank Stuart non ha avuto altra scelta se non quella di issare l’Intelligenza su Alfa. Decisione ineccepibile considerata la completa assenza di vento con la quale si cristallizza la classifica maturata dopo dodici prove.

È dunque l’olimpionico svizzero Christopher Rast su EFG a guadagnare la vetta del mondo con 53 punti di vantaggio sul runner-up, Andrea Racchelli, timoniere e tattico di Altea, il quale a sua volta relega sul terzo gradino del podio, a 28 punti, l’equipaggio statunitense di Air Force One guidato da Bora Gulari.

Si conclude così l’avventura iridata per i 95 team provenienti da 18 diverse Nazioni che dallo scorso martedì hanno invaso il borgo della Danimarca meridionale e che, alla vigilia dell’epilogo, speravano ancora di poter disputare le ultime due prove del programma. In particolare Audi tron di Simoneschi che puntava al podio dal quale lo separano 12 punti.

Luci, ma anche qualche ombra sul Campionato Mondiale Melges 24 appena andato in archivio dove sono pesate molto le condizioni meteo, decisamente non ideali al nervoso monotipo che non può esprime il meglio di sé con brezze al minimo sindacale se non addirittura assenti. Infatti, salvo la terza giornata, gli equipaggi hanno dovuto fare i conti con un campo di regata regolato da forti correnti, aria debole e continui salti di vento i cui effetti erano amplificati dall’affollata linea, lunga quasi un miglio, con inevitabili difficoltà anche nel controllo delle infrazioni in partenza. Diversi gli equipaggi che avrebbero preferito dividere in due la flotta, che d’altronde rasentava quota cento.

Riflessioni, queste, condivise anche da Riccardo Simoneschi il quale tuttavia si concentra sulla performance del suo equipaggio che schierava Gabriele Benussi alla tattica, Stefano Orlandi nel ruolo di trimmer; Federico Buscaglia pit e Lucia Giorgetti a prua: “Il nostro obiettivo era un risultato di prestigio, quindi una sottile amarezza per aver mancato il podio non la possiamo negare – racconta Simoneschi – Ma guardando la nostra serie, che al netto dello scarto ci vede a ridosso del secondo posto, siamo comunque contenti: abbiamo regatato bene e voglio ringraziare tutto il team, a partire da Gabriele, per come mi ha supportato, permettendomi di gestire al meglio anche le situazioni più caotiche, come le partenze, che non sono state affatto facili, e un quadro meteo davvero ostico”.

Prossimo appuntamento con l’ Audi Italia Sailing Team e Audi tron per il quarto e quinto atto delle Audi tron Sailing Series in programma nell’ordine a Porto Ercole (23-26 luglio) e a Trapani (11-13 settembre), dove verrà assegnato il titolo tricolore.

L’Audi Italia Sailing Team su Audi tron corre con il supporto del title sponsor Audi, dell’Official partner Kuehne+Nagel, dei Technical Partner Torqeedo e Usail.