Mercedes-AMG GT S e C 63 S nel Mondiale Formula 1™

0
769


Mercedes-AMG si conferma in pole position nel FIA di Formula 1™. Le nuove Mercedes-AMG GT S e C 63 S, garantiranno, infatti, la sicurezza sui tracciati del mondiale, confermando una lunga tradizione iniziata nel 1996. Nel Gran Premio d’Australi, prima gara della stagione in programma il 15 marzo 2015, la GT S festeggerà il suo debutto in qualità di Official Safety Car del Campionato mondiale FIA di Formula 1™. C 63 S Station Wagon, sarà invece Official Medical Car, garantendo un rapido intervento in caso di emergenza. Dal 1996 Mercedes-AMG è sempre presente nella classe regina del Motorsport internazionale.

La nuova GT S garantirà la sicurezza dei piloti sul tracciato in caso di condizioni meteorologiche avverse o incidenti rendono necessario l’intervento della Safety Car. La seconda sportiva sviluppata autonomamente da Mercedes-AMG vanta i presupposti ottimali per questa impegnativa sfida nella classe regina del Motorsport. La posizione dell’anteriore-centrale con configurazione transaxle, il motore biturbo V8 con lubrificazione a carter secco, il cambio a doppia frizione e l’innovativo assetto con assi a doppi bracci trasversali in alluminio creano le basi per una rapida risposta su circuito. Una straordinaria dinamica di marcia affonda le proprie radici nel DNA di Mercedes-AMG GT S: l’intelligente struttura leggera in alluminio assicura non solo un ridotto peso della vettura, ma anche un baricentro basso ed una ripartizione ottimale del peso tra avantreno e retrotreno in rapporto 47: 53.

Bernd Mayländer, dal 2000 pilota della Safety Car ufficiale nel Campionato mondiale FIA di Formula 1™, ha dichiarato: “SLS AMG Ali di gabbiano è stata per cinque anni la mia vettura di servizio in Formula 1®. Oggi passa il testimone alla Mercedes-AMG GT S che ho iniziato conoscere già in fase di sviluppo. La nuova sportiva AMG con le sue elevate prestazioni sul circuito mi ha entusiasmato e conquistato completamente fin dai primi chilometri.”L’ex pilota DTM (Deutsche Tourenwagen Masters – Campionato Tedesco Turismo) è istruttore presso la AMG Driving Academy e Brand Ambassador Mercedes-Benz in occasione di eventi esclusivi.

Safety Car si nasce

Elevate velocità in curva, accelerazioni brucianti e tempi veloci sul giro: i requisiti imposti dalla FIA (Fédération Internationale de l’Automobile) per la Safety Car sono estremamente rigidi. In situazioni di emergenza la vettura deve essere, infatti, in grado di guidare le monoposto in gara ai vertici del Motorsport lungo il circuito in piena sicurezza. Allo stesso tempo, la Safety Car non può procedere troppo lentamente perché altrimenti pneumatici e freni delle vetture di Formula 1® si raffredderebbero eccessivamente con conseguente rischio di surriscaldamento motori. Bernd Mayländer, che condivide l’abitacolo della Safety Car con l’analista dei carburanti FIA Peter Tibbetts ha dichiarato: “Rimaniamo in attesa sulla Safety Car nella corsia dei box pronti a ricevere gli ordini della direzione di gara. Quando maltempo o eventuali imprevisti rischiano di pregiudicare la sicurezza della competizione, il team della Safety Car riceve l’ordine di intervenire.”

Catena cinematica con gli stessi standard della versione di serie

La catena cinematica della Safety Car ufficiale del Campionato mondiale FIA di Formula 1™ è uguale a quella della versione di serie della AMG GT S. Con 375 kW (510 CV) di potenza massima per 650 Nm di coppia il motore biturbo V8 da 4 litri garantisce prestazioni di marcia di livello: GT S scatta da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi toccando una velocità massima di 310 km/h. Per rendere un omaggio sonoro ai fan di Formula 1® presenti sulle tribune e davanti agli schermi televisivi, GT S è dotata di un impianto di scarico Performance modificato: il sound del motore V8 AMG risulta così ancora più vigoroso ed emozionante.

Prestazioni da pista sono radicate nel DNA di Mercedes-AMG GT S: per trasformarla nella Safety Car ufficiale del Campionato mondiale FIA di Formula 1TM sono state necessarie solo piccole modifiche di dettaglio. Il cambio sportivo a 7 marce AMG SPEEDSHIFT DCT, per esempio, risulta identico a quello della versione di serie. Il pacchetto DYNAMIC PLUS, di cui è dotata la Safety Car, è disponibile a richiesta per tutti i Clienti della GT S che desiderano una dinamica di marcia ancora più straordinaria. Questo pacchetto comprende cuscinetti dinamici del motore e del cambio ed un’applicazione motore specifica nel programma di marcia DYNAMIC SELECT “RACE” e nella modalità manuale “M”. Altri highlight del pacchetto sono una taratura di molle ed ammortizzatori più rigida, una maggiore campanatura negativa sull’avantreno e uno sterzo parametrico sportivo appositamente modificato. Degno completamento del pacchetto AMG DYNAMIC PLUS, il volante Performance rivestito in microfibra DINAMICA nera e dettagli gialli nella strumentazione.

La Safety Car monta cerchi forgiati a razze incrociate particolarmente leggeri con copertura dei bulloni completamente integrata: i cerchi forgiati verniciati in nero opaco con bordi del cerchio torniti a specchio sono abbinati a pneumatici di dimensioni standard 265/35 R 19 su 9×19 (anteriori) e 295/30 R 20 su 11×20 (posteriori). Questa combinazione di cerchi/pneumatici può essere ordinata come equipaggiamento a richiesta da chi sceglie Mercedes-AMG GT e GT S. Anche l’impianto frenante composito in ceramica ad alte prestazioni fa parte della dotazione a richiesta per la versione GT di serie. Principali vantaggi: peso inferiore, maggiore durata e resistenza ancora migliore grazie a dischi freno in ceramica 402 mm di diametro sull’asse anteriore e 360 mm su quello posteriore.

Cofano in fibra di carbonio ottimizzato aerodinamicamente sul tetto

Visivamente la Safety Car Mercedes-AMG GT S si distingue dalla vettura di serie soprattutto per gli evidenti loghi FIA ed F1® e per la barra luminosa sul tetto. Quest’ultima è installata su un cofano in fibra di carbonio che, per la sua configurazione, offre la minor resistenza possibile al vento di marcia e, allo stesso tempo, garantisce che l’alettone posteriore fisso riceva un flusso d’aria ottimale dal punto di vista aerodinamico. Posizionamento e configurazione del cofano in fibra di carbonio e della barra luminosa sono il risultato di numerosi test in galleria del vento. L’alettone posteriore corrisponde esattamente a quello del pacchetto aerodinamico previsto per l’esclusivo modello “Edition 1”.
Tutte le funzioni di segnalazione della barra luminosa sono assicurate da LED che garantiscono nel contempo rapidità di risposta e bassi consumi. Panoramica delle funzioni:
• Arancione: non appena la Safety Car viene chiamata ad intervenire, i LED arancioni si accendono. La luce lampeggiante arancione al centro e le luci fisse sulle estremità esterne della barra indicano “divieto assoluto di sorpasso”.
• Verde: quando la GT S prende il comando del gruppo all’inizio di un intervento, i due pannelli centrali a LED sulla parte anteriore e posteriore della barra passano da arancione a verde. Verde è il segnale per tutti i driver di Formula 1® di superare la Safety Car.

Nella barra luminosa sul tetto è integrata anche una telecamera come quella utilizzata sulle vetture di Formula 1®. Una seconda telecamera si trova sulla superficie di appoggio dietro i sedili.La targa speciale sul posteriore, con la dicitura “Safety Car” e LED arancioni/verdi è sincronizzata con la barra luminosa a garanzia di ulteriore sicurezza in caso di scarsa luminosità o pioggia. I proiettori e le luci posteriori svolgono un’ulteriore ed importante funzione di segnalazione: ogni volta che la Safety Car scende in pista, garantiscono ulteriore visibilità grazie ai flash ad intermittenza.

iPad®, WLAN e sedili sportivi a guscio nella cabina di guida

Mentre Bernd Mayländer è completamente concentrato sul circuito e monitora, nel contempo, le monoposto di Formula 1® dallo specchio retrovisore, Peter Tibbetts è in contatto radio con la direzione di gara. Anche Mayländer e Tibbetts comunicano tra loro via radio. Nella cabina di guida è integrato un secondo sistema radio di backup in caso di emergenza. Per monitorare i bolidi di Formula 1®, Peter Tibbetts si serve di due iPad®. Sul display dell’iPad® di sinistra, estraibile, viene trasmesso ad esempio il segnale televisivo internazionale. Sul monitor di destra può essere visualizzata a scelta un’animazione con la posizione aggiornata delle vetture sul circuito oppure gli attuali tempi sul giro. La gestione dati delle soluzioni di comunicazione visiva viene effettuata tramite un InCar Hotspot con rete WLAN.
Sono installati inoltre diversi sistemi specifici FIA, presenti anche su ogni monoposto di Formula 1®, quali ad esempio sistema transponder per la rilevazione del tempo, GPS ad alta risoluzione ed un sistema di telemetria standardizzato. Sempre integrato a bordo è il “sistema Marshalling” che, tramite tre LED colorati, mostra al pilota i segnali delle bandiere della rispettiva tratta del circuito. Sulla Safety Car e sulla Medical Car il sistema è dotato di un’ulteriore funzione, la cosiddetta “Medical Warning Light”. Qualora sul tracciato si verifichi un incidente in cui viene superata una soglia critica delle forze G, i LED lampeggiano più volte segnalando così a Bernd Mayländer e Peter Tibbetts di prepararsi ad un imminente intervento.
Per garantire un corretto svolgimento del week-end di gara, tutti i sistemi vengono sottoposti a numerosi test con la Safety Car e la Medical Car sia prima che durante la manifestazione.

Una cintura di sicurezza a sei punti e sedili sportivi a guscio con targhetta AMG garantiscono all’equipaggio della Safety Car sostegno ottimale. Per il resto, gli interni di GT S corrispondono al livello di quelli della vettura di serie.
La nuova Mercedes-AMG GT S sostituisce la SLS AMG adottata dal 2010 come Safety Car ufficiale del Campionato mondiale FIA di Formula 1™. Nella passata stagione, la Ali di gabbiano è stata impiegata in 10 gare su 19 entrando in pista complessivamente 14 volte.

Mercedes-AMG C 63 S station-wagon è la Medical Car ufficiale del Campionato mondiale FIA di Formula 1™

La seconda vettura ufficiale che affiancherà GT S è Mercedes-AMG C 63 S station-wagon , anch’essa al suo debutto sul circuito dopo aver ricevuto il testimone da C 63 AMG station-wagon. La nuova Medical Car ufficiale del Campionato mondiale FIA di Formula 1™ è pronta a fornire un rapido soccorso di emergenza con un team a bordo che comprende fino a tre medici. Al volante siede il pilota Alan van der Merwe (Sudafrica, 35 anni) e Ian Roberts (Gran Bretagna, 51 anni), Capo Medico ufficiale FIA, è il suo copilota. Uno o due assistenti medici di una clinica appositamente selezionata nei pressi del rispettivo circuito prendono invece posto nel vano posteriore. La Medical Car segue il gruppo di Formula 1® durante il giro iniziale: una fase critica della corsa in quanto le auto sono ancora in gruppo e molto vicine le une alle altre. In caso di incidente, i medici sono quindi in grado di raggiungere il più velocemente possibile la zona interessata e fornire immediatamente gli interventi di primo soccorso. Durante la gara la Medical Car ufficiale del Campionato mondiale FIA di Formula 1™ si posiziona nella corsia dei box accanto alla Safety Car. Per non perdere secondi preziosi quando è richiesto un intervento di emergenza, la Medical Car ufficiale del Campionato mondiale FIA di Formula 1™ vanta prestazioni su circuito semplicemente straordinarie: il motore biturbo V8 da 4 litri di Mercedes-AMG C 63 station-wagon offre 375 kW (510 CV) di potenza massima a fronte di 700 Nm di coppia, passando da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi. Analogamente alla Safety Car, il motore V8, il cambio sportivo a 7 marce AMG SPEEDSHIFT MCT, i cuscinetti dinamici del motore ed il bloccaggio elettronico del differenziale sull’asse posteriore corrispondono a quelli della versione di serie. Anche la Medical Car emoziona a livello sonoro: affinché gli spettatori possano apprezzare il sound ancora più vigoroso del motore V8, l’impianto di scarico Performance è stato modificato.

Gli ingegneri hanno tarato l’assetto AMG RIDE CONTROL in modo specifico per le particolari condizioni di impiego tenendo conto del fatto che la Medical Car deve gestire i propri tempestivi interventi sul circuito con un equipaggio composto da tre/quattro occupanti oltre ad ospitare a bordo le necessarie apparecchiature di emergenza. L’impianto frenante composito in ceramica ad alte prestazioni sull’asse anteriore è disponibile a richiesta anche per la versione di serie della C 63 S. I dischi in ceramica di 402 millimetri vantano le caratteristiche scritte “AMG Carbon Ceramic” ad impreziosire ulteriormente le pinze freno con verniciatura speciale. A garantire ottimale aderenza sono gli pneumatici con dimensioni di serie da 245/35 R 19 (anteriori) e 265/35 R 19 (posteriori), montati su cerchi in lega leggera da 8,5×19 e 9,5×19 con design a razze incrociate, verniciati in nero opaco con bordi torniti a specchio. Anche questo equipaggiamento a richiesta è disponibile per ogni Mercedes-AMG C 63.
Analogamente alla Safety Car, anche la Medical Car dispone di una barra luminosa sul tetto con tecnica a LED. I loghi FIA ed F1®, i proiettori e le luci posteriori con funzione di segnalazione e la targa posteriore illuminata con scritta “Medical Car” la distinguono dalla vettura di serie. Notevole lo spazio a disposizione per le necessarie apparecchiature di emergenza, tra cui defibrillatore ed un apparecchio per la respirazione artificiale stivati in sicurezza nel vano bagagli di 490 litri.
Interni con speciale equipaggiamento da circuito

Per un sostegno ed una sicurezza ottimale dei passeggeri, la veloce station-wagon è dotata di quattro sedili sportivi a guscio con targhetta AMG integrata e cinture di sicurezza a sei punti. Un sistema radio consente la comunicazione con la direzione di gara. Per monitorare quanto avviene sul circuito, anche in questo caso sono stati installati due iPad® con InCar Hotspot e rete WLAN nella cabina di guida.

Safety Car e Medical Car ufficiali Mercedes-AMG del Campionato mondiale FIA di Formula 1™ dal 1996

Come da tradizione, le due vetture ufficiali firmate Mercedes-AMG saranno presenti in tutti gli appuntamenti del calendario 2015 di Formula 1®. Durante i weekend di gara, garantiranno la massima sicurezza non solo in Formula 1®, ma anche in tutti gli eventi collaterali. Due tecnici AMG altamente qualificati forniranno assistenza negli interventi della Safety Car e della Medical Car durante la stagione. Mercedes-AMG, il marchio sportivo High Performance della Stella, supporta attivamente la Formula 1® dal 1996 fornendo le vetture ufficiali.

Le Safety Car Mercedes-AMG del Campionato Mondiale FIA Formula 1™:

1996: C 36 AMG (W 202)
dal 1997: CLK 55 AMG (C 208)
2000: CL 55 AMG (C 215)
dal 2001: SL 55 AMG (R 230)
2003: CLK 55 AMG (C 209)
dal 2004: SLK 55 AMG (R 171)
dal 2006: CLK 63 AMG (C 209)
dal 2008: SL 63 AMG (R 230)
dal 2010: SLS AMG (C 197)
dal 2012 (GP Germania): SLS AMG GT (C 197)
fino al 2015: Mercedes-AMG GT S (C 190)

Le Medical Car Mercedes-AMG del Campionato Mondiale FIA Formula 1™

1996: C 36 AMG (W 202)
1997: C 36 AMG (W 202); E 60 AMG (W 210)
dal 1998: C 55 AMG station-wagon (S 202)
dal 2001: C 32 AMG station-wagon (S 203)
dal 2004: C 55 AMG station-wagon (S 203)
dal 2008: C 63 AMG station-wagon (S 204)
fino al 2015: Mercedes-AMG C 63 S station-wagon (S 205)

Formula 1®

Il campionato di Formula 1®, nato nel 1950, è la più prestigiosa serie di appuntamenti del Motorsport al mondo oltre che il campionato annuale più amato a livello mondiale nel panorama delle competizioni motoristiche. Nel 2013 è stata seguita da 450 milioni di telespettatori in 185 Paesi. Il Campionato mondiale FIA di Formula 1™ 2015 si svolge da marzo a novembre e prevede 20 gare in 20 Paesi e cinque continenti. Formula One World Championship Limited fa parte del gruppo Formula One, fondato dal CEO Bernie Ecclestone, e detiene i diritti commerciali esclusivi sul Campionato mondiale FIA di Formula 1™. Ulteriori informazioni sulla Formula 1® sono disponibili al sito www.formula1.com. Il logo F1 FORMULA 1, FORMULA 1, FIA FORMULA ONE WORLD CHAMPIONSHIP, GRAND PRIX ed i marchi associati sono marchi registrati da Formula One Licensing BV, una società del gruppo Formula One. Tutti i diritti riservati.