Mercedes-Benz GLE 350 de 4MATIC e GLC 300 e 4MATIC. Arriva il Plug-in Hybrid di terza generazione

0
187

Anteprima mondiale per il nuovo GLE 350 de 4MATIC (consumo di carburante ponderato 1,1 l/100 km, emissioni di COponderate 29 g/km, consumo di corrente ponderato 25,4 kWh/100 km)[1].GLE si distingue per l’elevata autonomia in modalità elettrica: grazie ad una batteria da 31,2 kWh di capacità, con un opportuno stile di guida, la vettura supera infatti i 100 km (ciclo NEDC). Inoltre, sempre in modalità elettrica, può raggiungere i 160 km/h. Il motore diesel, a quattro cilindri di ultima generazione, offre a sua volta grande efficienza. Anche GLC 300 e 4MATIC (consumo di carburante ponderato 2,5-2,2 l/100 km, emissioni di CO2ponderate 57-51 g/km, consumo di corrente ponderato 17,8-16,5 kWh/100 km)2adotta la tecnologia Plug-in di terza generazione Mercedes-Benz.

L’autonomia di GLE 350 de 4MATIC, nettamente superiore rispetto ad altre ibride plug-in, getta le basi per una guida in modalità elettrica ancora più entusiasmante. La grande batteria trova spazio grazie ad una speciale scocca nella zona posteriore della vettura e ad un assale posteriore appositamente modificato. Il vano bagagli, privo di dislivelli, offre una capacità ancora più elevata, fino a 1.915 litri. Oltre che dall’elevata autonomia, la maggiore quota di spostamenti in modalità elettrica è consentita dalla rapidità di ricarica della batteria: a tale scopo, il SUV è dotato di una presa COMBO per corrente alternata/AC e corrente continua/DC. La presa si trova nella fiancata sinistra, in posizione simmetrica allo sportello del serbatoio sul lato destro del veicolo. Alle apposite colonnine DC, la batteria può ricaricarsi in circa 20 minuti (SoC (livello di carica) 10-80%), oppure in circa 30 minuti (SoC 10-100%).

Come modello più grande della famiglia EQ Power, GLE 350 de 4MATIC trae particolari vantaggi dagli attuali sviluppi tecnologici: ad esempio, offre grandi potenzialità la possibilità di recupero su tutte e quattro le ruote, con una coppia di recupero massima abbinata di 1.800 Nm. In tale modalità, la maggior parte delle situazioni di guida può essere gestita semplicemente intervenendo sul pedale dell’acceleratore. Anche come ibrida plug-in, la GLE offre un carico rimorchiabile praticamente illimitato, fino a 3.500 kg. E grazie all’apposito sistema di assistenza, manovrare l’insieme di vettura e rimorchio risulta semplice anche per chi non ne abbia esperienza, regolando in modo automatica l’angolo di sterzata del veicolo trainante.

Di seguito, i principali dati:

  • Autonomia in modalità elettrica 106 km (NEDC)
  • Potenza del motore elettrico 100 kW
  • Potenza di sistema 235 kW/320 CV
  • Coppia di sistema 700 Nm
  • Velocità massima fino a 160 km/h (in modalità elettrica)/210 km/h (totale)
  • Accelerazione 0-100 km/h in 6,8 secondi

Ulteriori punti di forza di GLE 350 de 4MATIC:

  • Lusso moderno, su strada e fuori: questo è il messaggio veicolato dal design del nuovo GLE, fin dalle sue proporzioni, caratterizzate da passo lungo, sbalzi contenuti ed ampie ruote dall’esterno a filo.
  • GLE vanta straordinaria fluidità di marcia, definendo un nuovo standard nella sua categoria, quanto a silenziosità ed assenza di vibrazioni. E in modalità elettrica, si può ottenere ancora di meglio.
  • L’ampio passo, di quasi tre metri (2.995 mm), va soprattutto a vantaggio dei sedili posteriori, che offrono grande libertà di movimento per le gambe. In questa zona, a richiesta, la nuova GLE vanta un’ulteriore novità assoluta nel segmento SUV: per la prima volta, la seconda fila di sedili è regolabile in modo completamente elettrico.
  • Anche in versione hybrid, GLE è dotato di trazione integrale con funzione (
    Torque on Demand, che rende la vettura ancora più agile e sicura su strada.
  • Con il nuovo GLE, ha esordito la nuova generazione di sistemi di assistenza alla guida Mercedes-Benz. Rispetto alla versione precedente, non solo è stato ulteriormente incrementato il livello di sicurezza attiva: uniche nel loro genere sono anche alcune funzioni Intelligent Drive, come ad esempio il sistema di assistenza alla guida in colonna.
  • Con coefficienti Cxa partire da 0,29, il nuovo GLE presenta la minore resistenza aerodinamica fra tutti i SUV presenti sul mercato, il che non fa che contribuire alla sua già elevata autonomia.

Mercedes-Benz GLC 300 e 4MATIC: libertà nella forma più versatile

Mercedes-Benz GLC è a proprio agio su qualsiasi terreno. Il SUV mid-size è un intelligente connubio di funzionalità ed agilità, espresse in un design moderno. Grazie all’ampio abitacolo, questo modello offre comfort e funzionalità a piene mani. Forte di una simile versatilità, GLC risulta interessante per i Clienti alla ricerca di un SUV di gamma premium adatto all’impiego quotidiano. Nel nuovo MY, GLC parte da un design ancora più personale, dall’intuitivo sistema infotainment MBUX (Mercedes-Benz User Experience) e da moderni sistemi di assistenza alla guida. Con il nuovo GLC 300 e 4MATIC, sul fronte capacità di carico minimi sono gli scostamenti a ribasso rispetto al modello precedente. Come SUV a trazione integrale, anche GLC 300 e è l’ideale per il traino di un rimorchio: il carico rimorchiabile è, infatti, di 2.000 kg (frenato).

All’esterno, il design è improntato ad un’estetica sportiva: il forte carattere off-road della vettura è espresso da superfici muscolose e tratti distintivi, quali ad esempio gli elementi cromati, che ora di serie si snodano dal frontale alla coda, o l’imponente griglia del radiatore. GLC offre ora di serie gruppi ottici a LED High Performance, i cui contorni sono stati fortemente modificati, presentandosi più piccoli e bassi. Di conseguenza, la forma a fiaccola delle luci diurne risulta più accentuata e le caratteristiche luci, tipiche del Marchio, appaiono adesso ancora più riconoscibili. A richiesta, sono disponibili gruppi ottici a LED MULTIBEAM. Di serie, anche i gruppi ottici posteriori full LED.

Fin dalle prime fasi, GLC è stato progettata per integrare una batteria con il minimo ingombro: ciò grazie anche all’asse posteriore ribassato e la scocca, appositamente concepita per l’alloggiamento della batteria. Tutto questo ha consentito di ottenere un vano di carico ampio e pressoché piatto, che, con i suoi 395-1.445 litri di capacità, è solo di poco inferiore rispetto alle altre GLC.

I dati in un colpo d’occhio

 

GLE 350 de 4MATIC

GLC 300 e 4MATIC

Alimentazione/Numero/disposizione cilindri

Diesel/4 in linea

Benzina/4 in linea

Cilindrata (cm3)

1.950

1.991

Potenza nominale del motore a combustione (kW/CV a giri/min)

143/194 a 3.800

155/211 a 5.500

Coppia nominale del motore a combustione (Nm a giri/min)

400 a 1.600-2.800

350 a 1.200-4.000

Potenza nominale del motore elettrico (kW)

100

90

Coppia nominale del motore elettrico (Nm)

440

440

Potenza di sistema (kW/CV)

235/320

235/320

Coppia di sistema (Nm)

700

700

Accelerazione 0-100 km/h (s)

6,8

5,7

Velocità massima (km/h)[2]

210

230

Velocità massima in modalità elettrica (km/h)

Fino a 160

Oltre 130

Consumo nel ciclo combinato (l/100 km)

1,1

2,5-2,2

Emissioni di CO2 nel ciclo combinato (g/km)

29

57-51

Capacità totale della batteria (kWh)

31,2

13,5

Consumo di corrente nel ciclo combinato (kWh/100 km)

25,4

17,8-16,5

Autonomia in modalità elettrica, NEDC (km)

106

46-49

Autonomia in modalità elettrica, WLTP (km)[3]

90-99

39-43

La terza generazione plug-in della Stella

Maggiore potenza, maggiore autonomia, maggiore piacere di guida: I propulsori hybrid delle vetture, con il collaudato motore scelto per le Classi dalla C alla S, da GLC fino a GLE, sono già alla terza generazione Hybrid, dall’introduzione della S 400 Hybrid, risalente al 2009. L’attuale motore elettrico, di nuovo sviluppo per il cambio Plug-in Hybrid 9G-TRONIC, è realizzato come rotore interno, secondo il principio della macchina sincrona ad eccitazione permanente. In abbinamento all’elettronica di potenza, anch’essa di nuova concezione e molto più efficiente, è stato possibile migliorare nettamente la densità di potenza e di coppia.

Rispetto alla versione precedente, una delle maggiori innovazioni consiste nell’adozione di un convertitore di coppia con frizione di esclusione, come elemento di avviamento, e di una frizione supplementare di separazione fra motore a combustione e motore elettrico, per marcia in modalità esclusivamente elettrica. Lo statore dell’unità elettrica è integrato nel carter della testa di trasmissione; il rotore, nella catena cinematica composta da frizione di separazione ed ingresso cambio. Il raffreddamento di statore e rotore in base al fabbisogno consente di sfruttare agevolmente la potenza, di picco e continuativa, dell’unità elettrica.

La rete di bordo ad alta tensione alimenta non solo i componenti di trasmissione e della pompa a depressione del sistema frenante a recupero, ma anche il compressore elettrico del fluido refrigerante ed il riscaldamento supplementare ad alta tensione. I due dispositivi consentono la preclimatizzazione dell’abitacolo, sia in estate, sia in inverno, operando anche senza il motore a combustione.

La strategia plug-in della Stella

Entro la fine del 2019, la Stella offrirà nella propria gamma oltre dieci modelli ibridi plug-in: un interessante portfolio, che spazia dalle compatte fino alla Classe S, ammiraglia di Mercedes-Benz. L’obiettivo è poter offrire ai Clienti, già nel 2020, ben oltre venti varianti di modelli.

Le vetture ibride plug-in offrono ai Clienti i vantaggi di due mondi tecnologici: in città, possono circolare in modalità esclusivamente elettrica; per gli spostamenti più lunghi, possono sfruttare l’autonomia del motore a combustione. Tali sistemi migliorano l’efficienza complessiva del veicolo: oltre a recuperare energia in fase di frenata, infatti, fanno operare il motore a combustione con valori di esercizio favorevoli. L’intelligente strategia di funzionamento, basata sul percorso, prevede la modalità elettrica per i tratti di volta in volta più adatti, considerando, tra gli altri, dati di navigazione, limiti di velocità e condizioni del traffico, sull’intero percorso previsto.

Oltre a tutto ciò, i sistemi ibridi plug-in rappresentano una pietra miliare verso il traguardo della guida a emissioni zero. Sotto il marchio EQ Power, Mercedes Benz Cars procede nel costante sviluppo delle proprie vetture ibride plug-in. EQ Power è anche sinonimo di grande dinamismo. In quest’ottica, EQ Power+ è la tecnologia Performance Hybrid che Mercedes-AMG prevede di introdurre su strada – e che, già attualmente, adotta con successo in Formula 1. Di recente, hanno esordito i primi modelli della famiglia EQ Power a trazione anteriore: si tratta di Classe A e B ad evidenziare ulteriormente l’offensiva plug-in della Stella attualmente in corso.

Mercedes me Charge – Ricarica anche in movimento

Il nuovo caricabatteria on-board raddoppia la capacità di carica da 3,6 kW a 7,4 kW, costituendo un ideale compromesso fra dimensioni costruttive, peso e, appunto, capacità di carica.

La ricarica è possibile, in modo semplice e pratico, non soltanto dalla rete elettrica domestica, ad esempio da una wallbox Mercedes-Benz, ma anche in movimento: infatti, il sistema infotainment MBUX (Mercedes-Benz User Experience) coadiuva la ricerca delle colonnine di ricarica. Il riconoscimento vocale naturale del sistema MBUX consente, ad esempio, di avviare la ricerca con la frase: “Ehi, Mercedes, trovami una colonnina di ricarica nelle vicinanze”.

Con Mercedes me Charge, i guidatori di un modello ibrido plug-in ottengono a richiesta l’accesso ad una delle reti di ricarica più estese al mondo, che, nella sola Europa, conta più di 300 gestori di stazioni di ricarica pubbliche (aree cittadine, parcheggi, autostrade, centri commerciali ecc.). Grazie alla navigazione, i Clienti Mercedes-Benz possono individuare agevolmente tali stazioni, potendo così comodamente accedere alle colonnine di ricarica, tramite la scheda di ricarica Mercedes me Charge, la Mercedes me App o anche direttamente dall’automobile. A tale scopo, non occorrono contratti differenti: oltre all’agevole autenticazione, i Clienti dispongono di una funzione di pagamento integrata, dalla fatturazione semplice, dopo che abbiano memorizzato, per una sola volta, il metodo di pagamento prescelto. Ciascun processo di ricarica viene addebitato automaticamente; i singoli processi vengono raggruppati mensilmente in una fattura di struttura intuitiva.

[1]I valori indicati sono “valori di CO2NEDC”, rilevati ai sensi dell’Art. 2 N. 1 del Regolamento di esecuzione (UE) 2017/1153. I dati sui consumi di carburante sono stati calcolati in base a tali valori. L’autonomia ed il consumo di corrente sono stati rilevati in base al Regolamento CE 692/2008. Come base di calcolo ai sensi della Legge Federale Tedesca sulla Mobilità Elettrica (EmoG), è determinante un altro valore. Come base di calcolo per la tassazione sugli autoveicoli può essere determinante un valore superiore.

 

2I dati sul consumo di carburante e sulle emissioni di CO2sono valori provvisori, rilevati dal Servizio Tecnico per il Processo di Certificazione, secondo i criteri dello standard di misurazione WLTP e correlati ai valori NEDC. Non sono ancora presenti l’omologazione CE e la certificazione di conformità con valori ufficiali. Sono possibili differenze fra i dati ed i valori ufficiali.

 

[2]regolata elettronicamente

[3]AER combined. All-electrical range: autonomia in modalità esclusivamente elettrica, a batteria completamente carica, fino al primo intervento del motore a combustione.