PAOLO ANDREUCCI ANNA ANDREUSSI E LA PEUGEOT 208 T16 R5 AL COMANDO DELLA PRIMA TAPPA DEL 4.RALLY DI ROMA CAPITALE

0
1203

Gara bella, gara difficile, gara che ha messo a dura prova uomini e mezzi. Il 4° Rally di Roma Capitale, valido come settima delle otto prove del Campionato Italiano Rally, ha emesso oggi i primi verdetti tanti colpi di scena. Ad ottenere il massimo del punteggio in chiave tricolore sono stati Paolo Andreucci e Anna Andreussi con la Peugeot 208 T16 R5 che hanno chiuso al comando con 5 decimi di secondo su Umberto Scandola e Guido d’Amore, Skoda Fabia R5, e 33’’1 su Giandomenico Basso e Lorenzo Granai, Ford Fiesta R5. La dura tappa odierna, che ha visto tre passaggi sulle prove speciali di Bellegra “Vittelia” e Rocca di Cave “Tito Livio” e, due sulla Rocca S.Stefano “Rocca D’Equi”, ha visto davanti in apertura Giandomenico Basso e la sua Ford. Il pilota veneto ha condotto fino alla quinta delle dieci prove in programma di Tappa 1 per poi dover lasciare il comando, causa un improvviso stop della sua Ford Fiesta R5, ferma in prova per una ventina di secondi, a Paolo Andreucci che con la Peugeot 208 T16 R5 era comunque vicino al leader della classifica generale e passa così in testa a quella assoluta del CIR.

Il toscano da quel momento in poi, dimostrando di essere in ottima forma, ha tenuto il comando, riuscendo a contenere anche il veemente ritorno di Umberto Scandola che nel finale è riuscito quasi a superare Andreucci mancandolo solo di cinque decimi sulla prova spettacolo al Colosseo Quadrato. A testimonianza della battaglia che si è combattuta oggi anche il computo delle vittorie nei tratti cronometrati, andati a Paolo Andreucci, cinque, tre a Basso e due Scandola.

Alle spalle dei primi tre, seguono un po’ distaccati gli equipaggi di Alessandro Perico insieme a Mauro Turati, Peugeot 208 T16 R5, e Gabriele Ciavarella con Daniele Michi, entrambi in gara per il Trofeo Rally Asfalto. Bene in particolare il driver bergamasco che ha sofferto il fatto di essere al debutto sul rally romano. Buona prestazione poi per l’equipaggio formato da Michele Tassone e Alice De Marco, anche loro per la prima volta sulle strade romane e in corsa per il Trofeo Asfalto, che hanno chiuso settimi con un’altra Peugeot 208 T16 R5. Sfortuna invece per Simone Campedelli e Danilo Fappani con la Ford Fiesta R5 alimentata a gpl rallentati oggi prima da una scelta di gomme non appropriata e, proprio sull’ultima prova hanno staccato una ruota che li ha portati alla nona posizione.

Una bella lotta quella per il Campionato Italiano Rally Junior dove il molisano Giuseppe Testa ha chiuso davanti al siciliano Marco Pollara di soli 5 decimi. Mentre nel tricolore femminile ottima prima giornata per Corinne Federighi, Renault Clio R3C, intenzionata a mantenere la leadership “rosa”, davanti all’avversaria Beatrice Calvi, Peugeot 208 R2.

Nel Campionato Italiano R1 il più veloce sulle strade romane è stato Renato Travaglia in corsa con la Suzuki Baleno SR. Nel Suzuki Rally Trophy il migliore è stato il toscano Stefano Martinelli a bordo della Swift R1. Per quanto riguarda i Trofei firmati Renault spicca nel Clio R3T il lucchese Luca Panzani davanti a Kevin Gilardoni; mentre nel Twingo R1, ha chiuso in testa della prima tappa il pavese Riccardo Canzian.

Il verdetto finale è comunque rinviato a domani con la seconda tappa. La giornata di domani domenica 25 prevede cinque prove da programma, con due passaggi sulla speciale di Guarcino–Altipiani “Bonifacio VIII” (11,80 km) ore 9:25 e ore 11:47 e sulla prova speciale di Monte Livata “Caput Mundi” (21,35 km) ore 10:09 e 13:31, dove è previsto il live streaming di ACI Sport nella P.S.12 (ore 10:09). Il secondo collegamento visibile sul sito di acisportitalia.it è in programma alle ore 16.50 a Euroma2. La prova speciale di chiusura, Monastero “San Speco” (8,75km), è prevista per le 14:57. La gara capitolina si concluderà alle 17.01 con il palco d’arrivo all’Euroma2 Shopping Experience.
CLASSIFICA 4.RALLY DI ROMA CAPITALE TAPPA 1: 1. Andreucci-Andreussi (Peugeot 208 T16 R5) in 49’50.6; 2. Scandola-D’Amore (Skoda Fabia R5) a 0.5; 3. Basso-Granai (Ford Fiesta R5) a 33.1;4. Perico-Turati (Peugeot 208 T16 R5) a 1’19.4; 5. Ciava-Michi (Ford Fiesta R5) a 1’39.2; 6. Re-Ciucci (Ford Fiesta R5) a 1’47.6; 7. Tassone-De Marco (Peugeot 208 T16 R5) a 1’48.1; 8. Di Cosimo-Francescucci (Skoda Fabia R5) a 1’58.7; 9.Campedelli-Fappani ( Ford Fiesta gpl) a 2’01.7; 10. Testa-Mangiarotti (Peugeot 208 R2B) a 4’58.8.

CLASSIFICA PILOTI CIR TAPPA 1: Andreucci 75 pt; Basso 74,75; Scandola 67; Campedelli 41,50; Perico 27.

CLASSIFICA COSTRUTTORI CIR TAPPA 1: Ford 99,25 pt; Peugeot 84,50; Skoda 61.

CLASSIFICA PILOTI CIR JUNIOR TAPPA 1: Testa 68,75 pt; Pollara 58,75; Calvi 38,5;Bernardi 33; Mazzocchi 30,50.

CLASSIFICA TROFEO RALLY ASFALTO TAPPA 1: Perico 43,50 pt; Tempestini 31,50; Campedelli 28,50; Rusce 23,75; Ciava 23; Tassone 12.