Peugeot Sport Italia: conta solo vincere. Anche al 51° Rally Isola d’Elba

0
494

Mancano poche ore al via del 51° Rally Isola d’Elba, un appuntamento che dopo qualche anno ritorna nel circuito del CIR. Il Leone Paolo Andreucci, leader del campionato con 40 punti, promette battaglia e non farà sconti a nessuno

In testa alla classifica c’é Paolo Andreucci con 42 punti, 20 di vantaggio sui diretti inseguitori. Una posizione che Peugeot Sport Italia vuole consolidare con lo schieramento sulla griglia di partenza delle due Peugeot 208 T16: quella guidata dal campione toscano e quella guidata dal siciliano Marco Pollara.

Paolo Andreucci è tonificato dagli ottimi risultati ottenuti finora nelle prime tre gare, ma è consapevole delle difficoltà che può rappresentare questo appuntamento. Un rally su asfalto con 10 prove speciali della durata totale di 151,48 km. La 208 T16 è in piena forma e la squadra ha lavorato duramente in vista di questo appuntamento che prenderà ufficialmente il via da Piazza Cavour a Portoferraio alle ore 16:15 di domani, venerdì 25 maggio.

Marco Pollara, alla guida della seconda 208 T16 ufficiale, conta a ribaltare i risultati finora ottenuti. Dopo il 10° posto al Targa Florio, punta ad arrivare tra i primi cinque all’arrivo sabato pomeriggio. Sarà un lavoro duro e complesso, ma l’equipaggio è molto affiatato e determinato. Le migliori premesse ci sono tutte.

Paolo Andreucci (208 T16): “Il rally dell’Elba è un grande rientro nel CIR. Un appuntamento che ha fatto la storia del campionato europeo ed italiano. Una gara molto bella che merita, oltretutto, di esser vista. Un percorso tutto asfalto che parte da Portoferraio e che vede 5 prove speciali il primo giorno ed altrettante il secondo. Il percorso è stato rivisto per circa il 60% ed ha una nuova prova speciale, la Porto Azzurro – Volterraio di circa 14 km. Non ci darà respiro perché è pienissima di curve e l’asfalto è abbastanza scivoloso. Ci potrà poi essere qualche cambio di temperatura, visto che si passerà da percorsi a livello mare a percorsi sul monte Perone, ma spero che il meteo non faccia scherzi, come invece è successo al Targa. Noi siamo prontissimi, la squadra ha lavorato bene in questi giorni e sono molto carico per questo appuntamento”.

Marco Pollara (208 T16): “Al Targa Florio avrei voluto fare di più, motivo per cui voglio affrontare questo appuntamento all’Elba con grande determinazione e concentrazione, cercando di non fare errori e portare la mia 208 T16 sul traguardo, magari nei primi 5 posti. È una gara molto insidiosa e famosa per le sue difficoltà. Un’isola in cui si sono sfidati i migliori piloti della storia. Voglio quindi imparare molto anche da questo appuntamento e dare prova della mia crescita nel campionato.”