PSA: RILANCIO SUL SOLCO DELLA STORIA

0
1198

Si chiama Back in the Race e in casa PSA vuol dire cambiamento, novità, rilancio: il tutto nel solco di una storia leggendaria che ha fatto di Peugeot e Citroën – cui si è aggiunto DS – due marchi leggendari nella storia dell’auto. Da quando Carlos Tavares ha assunto la guida, la strategia del Gruppo PSA si è profondamente trasformata, con l’obiettivo di realizzare, nel periodo 2014-2018, l’ambizione di essere un costruttore francese di livello globale, capace di generare redditi e di valorizzare il proprio know-how. La strategia si fonda su quattro leve operative. Il posizionamento dei tre marchi, con Citroën che si concentra sulle esigenze di mobilità con auto originali, creative, a misura d’uomo; Peugeot, generalista alto di gamma, persegue la qualità dei prodotti eleganti, dinamici e tecnologici, con un tocco di sportività; DS posizionato come marchio premium, in cui stile, raffinatezza e attenzione ai dettagli si amalgamano con una tradizione importante di innovazione e tecnologia, tanto che il suo claim è “Spirit of avant-garde”. Da qui, ne consegue la seconda leva: razionalizzare le gamme esistenti, lasciando ogni marchio libero di concentrarsi sui segmenti più redditizi in funzione delle proprie specificità. Razionalizzare le gamme non vuol dire ridurre i lanci: nel 2016 sono previsti nove nuovi modelli a livello europeo. La terza leva è l’internazionalizzazione del Gruppo, la quarta la modernizzazione degli stabilimenti di produzione.

Nei primi sei mesi del 2015 il Gruppo PSA ha superato il milione e mezzo di veicoli venduti nelle sei aree in cui è strutturata: Cina e Sud Est asiatico, Eurasia, Europa, India e Pacifico, America Latina, Medio Oriente e Africa. “In Italia – dichiara con orgoglio Olivier Mornet, Ad PSA Italia – siamo il terzo Gruppo, con una quota di mercato intorno al 10 per cento, un fatturato di 1.530 milioni di euro nei primi nove mesi dell’anno e una rete di distribuzione che copre l’intero territorio e conta 234 concessionari, 244 Distributori ricambi e 933 Centri di riparazione, per un totale di oltre 5mila persone che lavorano in Italia nel Gruppo PSA”.

Dai risultati alle prospettive 2016, che passano attraverso le novità. Nel caso di Peugeot la novità si chiama linea sportiva: GTi non vuole fermarsi alla 208. Nasce la Peugeot 308 GTi 2015, berlina sportiva che può essere utilizzata anche nella quotidianità, con particolare attenzione al rispetto dell’ambiente. Sarà disponibile a cinque porte è offrirà un moderno accostamento tra polivalenza di utilizzo e sensazioni di guida. L’abbiamo provata in pista sul circuito di Misano Adriatico e si tratta di una vera auto sportiva ma maneggevole, divertente senza esasperazioni per essere anche confortevole. Il motore è lo stesso utilizzato sulla RCZ Coupé.

In casa Citroën regna “l’essere diverso”: sulle colline romagnole ci siamo messi alla guida della C4 Cactus, nuovo tipo di crossover, personalità unica nel panorama urbano, tecnologico e confortevole. A parità di passo, C4 Cactus offre altrettanta abitabilità, restando però più compatta (solo 4,16 m di lunghezza per una guida più agile, specialmente in città).

Infine DS: per un giro nella città di Riccione abbiamo scelto DS 4 con motore THP 165 S&S EAT6 e nuovo cambio automatico a sei rapporti: inserimento delle marce veloce, fluidità, riduzione degli attriti interni. Questa vettura dinamica e raffinata possiede tutti gli standard della berlina premium e aggiunge un tocco personale: linee fluide ed eleganti e leggeri dettagli cromati sulla carrozzeria. Dalla storia al futuro: nel Gruppo PSA gli elementi ci sono tutti.

Citroen & Friends Misano3 Citroen & Friends Misano5 Citroen & Friends Misano12 Citroen & Friends Misano23 Citroen & Friends Misano24 DS & Friends Misano12 DS & Friends Misano14 DS & Friends Misano18 DS & Friends Misano19 DS & Friends Misano30 Peugeot & Friends Misano7 Peugeot & Friends Misano10 Peugeot & Friends Misano36 Peugeot & Friends Misano38 Peugeot & Friends Misano39 PSA & Friends Misano65 PSA & Friends Misano69