Quattroruote Day 2016: una manifestazione ricca di contenuti

0
994

Si è svolto ieri il Quattroruote Day 2016, importante momento d’incontro e approfondimento per tutto il mondo Automotive. Il convegno di quest’anno, tenutosi presso l’Unicredit Pavilion di Piazza Gae Aulenti a Milano, ha voluto essere uno spunto di analisi sul futuro della mobilità all’insegna del tema “Ricordare e immaginare”.

 

Così, nella giornata in cui Quattroruote ha celebrato i suoi primi 60 anni, i riflettori si sono accesi sul futuro, su come cambierà̀ l’automobile di domani, sul modo di spostarsi, su come la tecnologia modificherà̀ le abitudini e sull’habitat urbano. Per l’occasione, sono intervenuti personaggi illustri: l’architetto Stefano Boeri, il grande maestro dello stile Walter de Silva, il sociologo (fondatore del Future Concept Lap) Francesco Morace e l’esperto di mobilità Lukas Neckermann.

 

Al termine del Convegno, la presentazione in anteprima del video contest “Un giorno in automobile” realizzata dal mensile in partnership con BMW Italia. L’iniziativa, a conferma di quanto il domani e la formazione delle generazioni future sia prioritaria, ha visto quattro prestigiose scuole superiori di cinematografia (Almed, Naba, Ied e Iulm) impegnarsi nella realizzazione di un video che interpretasse al meglio il tema dato.

 

All’intera platea del convegno è stato affidato il compito di giudicare il filmato migliore, che è risultato quello dell’Istituto IED Milano. Come premio BMW Italia si è impegnata a far realizzare a IED Milano una clip istituzionale, da veicolare entro l’anno attraverso i propri canali digital e/o social, dando opportuna visibilità̀ agli autori. Sarà inoltre possibile ammirare tutti i video durante la mostra “Road to revolution”, organizzata sempre da Quattroruote presso la Villa Reale di Monza nell’ambito della XX1 Esposizione Internazionale della Triennale di Milano.

 

Successivamente, è stata quindi la volta delle due prestigiose premiazioni storicamente legate all’evento. Il Premio Gianni Mazzocchi 2016 – disegnato quest’anno dall’architetto Alessandro Mendini – è stato consegnato a Luca Cordero di Montezemolo, come recitano le motivazioni, per “aver saputo, lungo una carriera segnata dalla passione per l’automobile, coniugare formidabili record sportivi e altrettanto lusinghieri risultati industriali. Un manager vincente che ha legato il proprio nome alla Ferrari, ma che l’intero mondo dell’Automotive stima e apprezza per qualità̀ umane e competenza”.

 

Intervistato da Giovanni Floris, Montezemolo ha sottolineato come in Italia si stiano registrando una pur modesta ripresa e un clima di maggior fiducia, stimolata in una città come Milano dell’esito positivo dell’Expo, che consente di potersi concentrare con maggiore serenità̀ al grande potenziale di un Paese come l’Italia. Serenità̀ con la quale, purtroppo, non si può̀ pensare a Michael Schumacher, del quale il presidente dell’Alitalia ha detto di avere “notizie non buone quanto si sperava” e per il quale ha sollecitato un caloroso applauso.

 

I lavori del QuattroruoteDay sono quindi proseguiti con la consegna del premio, attributo dai lettori tramite il sito della rivista, alla Novità̀ dell’anno. A salire sul gradino più̀ alto del podio è stata la Fiat 500X con ben il 26,6% di preferenze. Seconda la Mazda MX-5 con l’8,3% di voti e terza la Volvo XC90 (7,6%). Presenti sul palco per le premiazioni, Olivier François Global Head of Brand Fiat, Andrea Fiaschetti (Amministratore Delegato di Mazda Motor Italia) e Michele Crisci (Presidente Volvo Car Italia).

QRT_ISTAT QRTDAY_DESILVA QRTDAY_Montezemolo QRTDAY_PremioGianniMazzocchi QRTDAY2_Mazda_Fiaschetti QRTDAY3_Volvo_Crisci