RENAULT F1 TEAM INAUGURA UFFICIALMENTE LA STAGIONE 2020

0
204
Saison 2020 Renault F1 Team

Renault F1 Team ha ufficialmente inaugurato la stagione 2020 durante un evento organizzato presso L’Atelier Renault, luogo emblematico del Gruppo Renault, situato sugli Champs-Elysées a Parigi.

La dinamica coppia di piloti costituita da Daniel Ricciardo ed Esteban Ocon è stata presentata per la prima volta alla stampa e ai partner con i colori del team, insieme a Pat Fry, nuovo Direttore Tecnico Telaio.

Sono state svelate al pubblico alcune anticipazioni della Renault R.S.20, la monoposto che sarà schierata dalla scuderia nel 2020, ora presentata nella livrea delle prove precampionato. La monoposto completa e il gruppo propulsore Renault E-Tech 20 saranno invece svelati la settimana prossima, in occasione delle prove invernali di Barcellona.

Dopo la serie di annunci effettuati a Gennaio, anche la promozione 2020 di Renault Sport Academy era presente all’evento, con i piloti che si apprestano a vivere un anno appassionante nei Campionati FIA di Formula 2 e Formula 3, ma anche di Formula Renault Eurocup.

Jérôme Stoll, Presidente di Renault Sport Racing, ha dichiarato che il 2020 sarà un anno di fondamentale importanza per il percorso di Renault nella disciplina: «Anche quest’anno Renault prosegue la sua lunga e fiera storia in Formula 1 entrando in un nuovo decennio, il sesto in questo sport. Il 2020 è un anno importante da tanti punti di vista. Vogliamo riprendere la dinamica positiva dei primi tre anni successivi al nostro rientro in Formula 1 e prepararci al meglio per la prossima stagione che, per tutti i team, segnerà l’inizio di un nuovo ciclo. Dopo aver concluso la nostra fase di ricostruzione, siamo più determinati che mai ad essere pronti, fin dall’inizio, a trarre il meglio dal regolamento tecnico del 2021. Ho piena fiducia nei team di Enstone e Viry affinché questa nuova stagione sia l’anno che ci permetterà di riconquistare il 4° posto nel Campionato Costruttori, ma soprattutto di fare del nuovo capitolo normativo che sta per cominciare quest’anno una storia di successo per la scuderia e la Marca Renault.»

Il team è in procinto di concludere la fase di consolidamento del suo programma in Formula 1 avendo investito nel Personale e nelle tecnologie avanzate presso la sede telaio di Enstone (Regno Unito) e lo stabilimento motori di Viry-Châtillon (Francia) per raggiungere i suoi obiettivi e riconquistare i titoli iridati della F1.

Cyril Abiteboul, Direttore Generale, ha sottolineato quali sono gli obiettivi ambiziosi del team per l’anno prossimo: «Riconquistare il quarto posto nel Campionato Costruttori resta l’obiettivo sportivo di una stagione in cui i concorrenti saranno più agguerriti che mai.»

«Per la stagione che sta per cominciare, dobbiamo rispettare le tre priorità che ci eravamo dati nell’interstagione: essere affidabili fin dall’inizio, garantire un alto livello di sviluppo fin dalle prime battute della stagione e avere un buon tasso di conversione in pista. Dobbiamo anche riacquistare fiducia e rafforzare lo spirito di squadra per trarre il meglio da tutti e massimizzare le nostre possibilità in ogni weekend di gara in una stagione che si prospetta storicamente lunga ed impegnativa.»

«Il 2020 è anche un anno di svolta, che segna la fine di un ciclo e la preparazione di un altro. Quest’anno ci deve permettere di far fronte alla rivoluzione dei regolamenti del 2021 nelle migliori condizioni possibili. Gli sviluppi organizzativi del secondo semestre del 2019 rispondono a questo obiettivo.»

Daniel Ricciardo, che entra nella sua seconda stagione nero-gialla, ha svelato le ragioni che quest’anno lo motivano ad aver successo in pista: «Non vedo l’ora di integrarmi sempre di più nel team, grazie all’anno intero che abbiamo trascorso insieme. Da questo punto di vista, le cose saranno più semplici. Ho imparato molte cose su me stesso e sulla scuderia. Per quanto mi riguarda, una delle lezioni più importanti è stata quella di rendermi conto che non si tratta solo di poter contare sulle persone più intelligenti ai box. È necessario anche che ogni singolo individuo del team dia il meglio di sé stesso. L’essenziale è cercare di trovare il modo di lavorare nel miglior modo possibile con le persone che si frequentano di più, aiutarle ad essere la miglior versione di sé e sapere come si possa essere i più performanti ogni giorno. Finora ho apprezzato l’esperienza e sto costruendo qualcosa con Renault.»

Esteban Ocon, invece, non vede l’ora di rimettersi al volante in gara tornando nel team che, da adolescente, gli aveva offerto la possibilità di muovere i primi passi in Formula 1: «Sono entusiasta e non vedo l’ora di provare la nuova auto a Barcellona. Abbiamo avuto molto tempo per prepararci e mi sento pronto a raccogliere la sfida.  Dopo un anno di attesa, sono impaziente di tornare nel mondo delle gare. È li che voglio stare. Ci sono molti nuovi elementi nella monoposto quest’anno e tutti hanno lavorato sodo per incrementarne le performance. È tutta una questione di dettagli in F1 e ne ho notati parecchi nella Renault R.S.20. Il design è entusiasmante da vedere, ma vogliamo metterci immediatamente al volante per renderci conto di tutto ciò che ha da offrire.»

Guanyu Zhou assume un nuovo ruolo quest’anno con la promozione a pilota collaudatore. Il miglior rookie della stagione 2019 in Formula 2 avrà più responsabilità contribuendo allo sviluppo della monoposto schierata nel 2020: «Non vedo l’ora di fare il pilota collaudatore per Renault F1 Team. È una nuova fase della mia carriera, dopo esser stato allo sviluppo l’anno scorso. Quest’anno, mi viene offerta un’opportunità ancora più grande. Dovrò lavorare sempre più alacremente ed ottenere il massimo delle informazioni, progredendo al tempo stesso nei campi su cui la scuderia deve ancora lavorare per accompagnarla al raggiungimento dei suoi obiettivi futuri.»

Con tutta l’energia positiva trasmessa dai piloti e il consolidamento dei legami tra Enstone e Viry, il 2020 si preannuncia una stagione appassionante in pista, ma non solo.