Rosberg X Racing entra nella storia come primo vincitore Extreme E

0
137
ALULA, SAUDI ARABIA - APRIL 04: Timmy Hansen (SWE), Andretti United Extreme E, Catie Munnings (GBR), Andretti United Extreme E, Johan Kristoffersson (SWE), Rosberg X Racing, Molly Taylor (AUS), Rosberg X Racing, Cristina Gutierrez (ESP), X44, and Sebastien Loeb (FRA), X44, celebrate on the podium during the Desert X-Prix at AlUla on April 04, 2021 in AlUla, Saudi Arabia. (Photo by Zak Mauger / LAT Images)

Johan Kristoffersson e Molly Taylor del Rosberg X Racing stati i pionieri fin dall’inizio nel weekend di gara inaugurale di Extreme E ad AlUla, Arabia Saudita (3/4 aprile), ma la coppia dovevano ancora scavare nel profondo del deserto per farsi strada verso la vittoria e ritagliarsi un pezzo di storia del motorsport.

C’è stata un’attesa febbrile nella preparazione del Desert X Prix di questo fine settimana e l’evento è stato consegnato in ogni aspetto. Dopo le prove a cronometro di qualificazione di ieri, oggi i piloti sono andati al volante per la prima volta, generando alcune delle immagini più spettacolari mai viste in questo sport e riscuotendo ampi consensi da parte dei concorrenti e dei fan.

Alejandro Agag, fondatore e CEO di Extreme E, ha dichiarato: “Abbiamo lavorato così duramente su questo per molti anni, e finalmente tutto si è riunito questo fine settimana. È andato davvero oltre le mie più rosee aspettative. Se avessi scritto una sceneggiatura per il fine settimana perfetto, non avrei potuto inventare niente di meglio di quello a cui abbiamo assistito in questi ultimi due giorni – non ho mai visto gare così estreme in vita mia.

“Questo primo weekend di gara avrà un’enorme influenza sull’evoluzione di Extreme E, e uno dei motivi per cui mi sento così orgoglioso è che abbiamo costruito questa piattaforma in cui i piloti donne possono brillare come meritano. Quello che abbiamo visto da loro qui è straordinario – un talento e un coraggio incredibili – e nel complesso, penso sia giusto dire che abbiamo davvero lasciato il segno. Sono al settimo cielo. “

In definitiva, nulla ha potuto impedire a Kristoffersson e Taylor di salire sul gradino più alto del podio – né una penalità di 60 secondi per aver superato il limite di 30 km / h ieri nella zona di cambio pilota, né slot della griglia meno favorevoli sia in semifinale che in Finale oggi. È stata una dimostrazione virtuosa di velocità, abilità e controllo sovrumano dell’auto nelle condizioni più difficili.

Nico Rosberg, Il fondatore e CEO di Rosberg X Racing, ha dichiarato: “Questo è folle. Sono molto grato a tutta la squadra per lo sforzo profuso in questo fine settimana, che è stato intenso e davvero al limite. Tutto è andato così bene e tutti hanno lavorato insieme così bene.

“Abbiamo un fantastico team di ingegneri e meccanici, che si è preparato perfettamente per questo primo fine settimana con così tante incognite, e Molly e Johan hanno prodotto una guida fenomenale. Nessuno dei due ha sbagliato piede in condizioni davvero difficili, ed entrambi hanno mostrato un’incredibile velocità là fuori – la loro prestazione è stata davvero stimolante e mi sono sentito davvero orgoglioso di guardarli. Tornare a rivendicare la vittoria dopo una penalità di 60 secondi causata da un problema tecnico è semplicemente fantastico, e sono sicuramente vincitori meritevoli. Per il campionato nel suo complesso, è stato davvero un buon inizio “.

Shoot Out

Il duello per il settimo posto nella classifica generale è stato combattuto tra Segi TV Chip Ganassi Racing (Kyle LeDuc / Sara Price) e ABT CUPRA XE (Mattias Ekström / Claudia Hürtgen), entrambi impegnati in difficili prove di qualificazione. Price inizialmente è andata avanti usando il suo boost di potenza Hyperdrive, prima che Ekström ricambiasse il favore all’uscita della curva uno per strappare il comando.

Completato il cambio pilota, LeDuc si è messo a inseguire Hürtgen, ma quasi in vista del traguardo, l’americano – non vedente dalla polvere – ha preso contatto con il suo rivale tedesco ed entrambi hanno concluso il loro weekend arenati nel deserto.

Crazy Race

Con un solo posto in palio in finale, la posta in gioco era alta per i tre concorrenti della Crazy Race: Timmy Hansen / Catie Munnings di Andretti United, Hispano Suiza XITE Energy Team che abbinava Oliver Bennett / Christine Giampaoli Zonca e il duo JBXE Jenson Button / Mikaela Åhlin-Kottulinsky.

Un inizio demoniaco per il campione del mondo Rallycross FIA 2019 Hansen ha visto lo svedese già lontano dai suoi avversari prima che il trio arrivasse al primo cancello, con Bennett che si intrufolava di poco davanti all’ex campione del mondo di Formula 1 Button per strappare il secondo.

Hansen ha aperto un margine di 30 secondi prima che Munnings prendesse il sopravvento, dopodiché il vincitore del trofeo femminile del campionato europeo di rally 2016 ha gestito ad arte il divario per riportare in sicurezza l’auto Andretti United. Giampaoli Zonca ha fatto un buon lavoro nel fissare il suo rivale britannico per tutto il tempo, con Åhlin-Kottulinsky che mostrava allo stesso modo una forte svolta di velocità sulla sua strada verso il traguardo in terza posizione.

Semifinale

Come i migliori qualificati ieri, l’equipaggio X44 di Sébastien Loeb e Cristina Gutiérrez ha deciso di partire dal lato destro della griglia per la semifinale, dando loro la linea interna teorica per la “curva uno”. ACCIONA | Il duo del team Sainz XE, Carlos Sainz e Laia Sanz, ha scelto lo slot centrale, con Rosberg X Racing (Kristoffersson / Taylor) che ha preso posizione sulla sinistra.

Quando l’azione è iniziata, Sainz ha ottenuto il miglior lancio per allontanare dalla linea Loeb, il campione del mondo di rally FIA multiplo, con il pole-sitter che è scivolato brevemente al terzo posto. Loeb ha poi riguadagnato il vantaggio mentre i combattenti Sainz e Kristoffersson sono andati entrambi alla deriva, ma lo svedese non aveva ancora finito e ha tagliato nettamente entrambi i suoi avversari all’uscita del primo cancello per prendere l’iniziativa.

Dopo aver sollevato una tempesta di sabbia sulla sua scia, Kristoffersson è fuggito rapidamente mentre i suoi inseguitori si sono ritrovati a guidare alla cieca nella polvere – e quando è arrivato alla zona di cambio per consegnare al compagno di squadra Taylor, l’auto da corsa Rosberg X 13 secondi al bene.

Successivamente, l’ex campione australiano di rally ha continuato a colmare il divario, tagliando il traguardo poco meno di mezzo minuto davanti a Gutiérrez, poiché entrambe le squadre hanno prenotato con successo i loro posti nell’importantissima finale. Altri 38 secondi di arretrato, ACCIONA | Il team Sainz XE è arrivato terzo ed è scivolato fuori dai giochi.

Finale

Come vincitori del voto GridPlay guidato dai fan, Andretti United ha avuto il lusso di scegliere il proprio posto di partenza per la finale. Hansen si è puntualmente accaparrato la pole position a destra, con Kristoffersson schierato al centro per Rosberg X Racing e Loeb di X44 che occupa il terzo posto in griglia a sinistra.

Hansen ha replicato il suo lancio fulmineo dalla Crazy Race mentre Kristoffersson concentrava i suoi sforzi per respingere Loeb per il secondo, prima di impiegare la stessa tattica che gli era servita così bene in semifinale per allargarsi in entrata alla prima curva e sconfiggere il connazionale Hansen sulla uscire con un movimento a tornanti sensazionale.

Il tre volte campione del mondo di rallycross FIA non ha perso tempo nello sgranchirsi le gambe, dato che Hansen si è piazzato secondo e Loeb – alle prese con problemi di servosterzo – è rimasto dietro ai due al terzo posto. Kristoffersson ha consegnato la vettura a Taylor con un vantaggio di mezzo minuto, e mentre Munnings avrebbe continuato a ridurre leggermente il deficit nel corso del secondo giro, l’australiano aveva sempre la situazione sotto controllo e si è ritrovato a poco più di 23 secondi di vantaggio. la fine.

Molly Taylor, pilota della Rosberg X Racing, ha dichiarato: “Che inizio di stagione fantastico! Sembra un po ‘surreale, con così tanta attesa e preparazione in vista del fine settimana e siamo tutti venuti qui senza sapere cosa aspettarci. È stato decisamente estremo. Era la prima volta che sperimentavamo un terreno del genere e ad ogni giro il percorso cambiava: c’erano così tante variabili diverse da affrontare. Volevamo solo sfruttare al massimo il poco tempo che avevamo in macchina, ogni singolo chilometro.

“Abbiamo avuto un piccolo problema nella pit-lane durante le qualifiche, ma a parte questo siamo stati i più veloci in ogni sessione. Devi essere veloce quando conta, essere intelligente quando conta e fare le grandi mosse quando conta, e che tutto si riunisca quando conta è stato davvero speciale. Un enorme ringraziamento a Johan – i suoi primi giri sono stati folli – e il team ha svolto un’incredibile quantità di lavoro dietro le quinte.

“È piuttosto interessante far parte di questo viaggio all’inizio di qualcosa che penso abbia un futuro fantastico. Questa serie sta davvero buttando fuori dalla finestra il regolamento tradizionale e ricomincia da capo, e penso che tutti concorderanno sul fatto che è stato spettacolare da guardare. I piloti uomini che abbiamo qui sono i migliori in qualsiasi categoria di sport motoristici al mondo, quindi è un’opportunità fantastica per noi piloti donne e un vero investimento nello sviluppo del talento delle corse femminili. Questo è solo un sogno che si avvera a tutto tondo “.

Johan Kristoffersson, pilota della Rosberg X Racing, ha dichiarato: “Prima di tutto, enormi congratulazioni al team. Abbiamo avuto alcuni problemi minori ma siamo venuti qui molto ben preparati, il che ha reso la nostra vita molto più facile in pista. Questo sport non riguarda solo i piloti; riguarda il team che ci fornisce gli strumenti per svolgere il lavoro. Con un tempo così limitato in pista, devi avere la certezza che la macchina farà quello che chiedi – ei ragazzi di Rosberg X Racing hanno fatto un lavoro straordinario per dare a Molly ea me una macchina così grande.

“Molly si è esibita in modo fantastico; è stata lei a fare la differenza nella prima sessione di qualifiche. Quando sei in testa, devi trovare il giusto equilibrio tra arretrare troppo e rischiare troppo, che è una nuova esperienza di apprendimento in questa situazione.

“In semifinale e soprattutto in finale, non volevo davvero essere nella polvere dopo aver visto alcuni dei tabelloni! Quei primi 30 secondi di gara sono ciò per cui stai veramente lavorando, quando l’adrenalina sta pompando più velocemente – siamo tutti drogati di adrenalina qui, ed è la sensazione che vuoi davvero. È stato uno sforzo di squadra così straordinario nel complesso, e sono semplicemente super felice e non vedo l’ora che arrivi il prossimo evento in Senegal, dopo poche settimane di riposo prima! “

Hansen e Munnings hanno completato un notevole recupero per l’Andretti United dopo le lotte del sabato della squadra, quando una foratura nelle qualifiche aveva minacciato di far deragliare del tutto il loro fine settimana.

Catie Munnings, pilota dell’Andretti United, ha dichiarato: “Non ho le parole – sto sorridendo così tanto! Timmy [Hansen] è il mio eroe assoluto, solo una leggenda. Le sue partenze oggi sono state incredibili, il che ha reso il mio lavoro facile e tutto merito di portarlo a casa. Con la foratura all’inizio delle qualifiche, chi avrebbe mai pensato che saremmo stati qui al secondo posto ora? Il duro lavoro è stato ripagato e siamo riusciti a dare una svolta al nostro weekend.

“Extreme E offre una piattaforma straordinaria per i piloti di sesso femminile, ed è fantastico correre contro ragazze così veloci. È stato davvero bello vedere tutti riunirsi, incoraggiarsi a vicenda e creare un ambiente competitivo, e tutti noi – uomini e donne – abbiamo imparato sul lavoro e ci siamo divertiti moltissimo mentre lo facevamo.

“Sono super contento dell’inizio della stagione. Questo è un momento enorme per la mia carriera e lo ricorderò per sempre. È stato un tale viaggio solo per arrivare a questo punto con un grande accumulo e nessuno sa davvero cosa aspettarsi, quindi finire con un ottimo risultato lo rende ancora più speciale. Sappiamo anche che possiamo essere più veloci, quindi abbasseremo la testa ora e torneremo più forti in Senegal! “

Timmy Hansen, pilota dell’Andretti United, ha dichiarato: “È incredibile. Dopo la Q1, questo tipo di risultato sembrava davvero lontano. Che prestazione di Catie in qualifica per mantenere la vettura in carreggiata anche con la foratura; ha portato a casa la nostra ODYSSEY 21 e si è divertita anche. Questo è stato un momento chiave per noi questo fine settimana. Eravamo ancora i perdenti, ma sembrava che tutto si fosse riunito nella Crazy Race, che era un “must-win”.

“Penso che GridPlay sia stato molto importante per noi in finale. Questo ci ha permesso di scegliere la nostra posizione di partenza e da lì ho ottenuto molta più trazione degli altri e ho potuto colmare subito un gap. Ovviamente sono un po ‘deluso dal fatto che non siamo riusciti a mantenere il comando, ma Johan [Kristoffersson] ha fatto una grande mossa alla chicane quindi congratulazioni a Rosberg X Racing. Sono ancora davvero felice di finire secondo nel primo evento Extreme E in assoluto. Catie e tutta la squadra hanno svolto un lavoro fantastico.

“La prossima volta che il Senegal uscirà sarà una proposta completamente diversa, e quasi come ricominciare da zero. Con così tanti team e piloti di alto profilo, dovremo stare all’erta e lavorare ancora di più. Grandi congratulazioni ad Alejandro Agag e all’intera organizzazione Extreme E; tirare fuori questa idea a un livello così alto è sorprendente. Ha superato ogni mia aspettativa e non vedo l’ora di vedere dove prenderà il via questo campionato. Penso che Extreme E abbia un futuro incredibilmente luminoso “.

Dopo aver superato le classifiche alla fine delle qualifiche, Loeb e Gutiérrez hanno infine completato il podio al terzo posto per X44, perdendo costantemente tempo a causa del loro guasto al servosterzo in Finale.

Cristina Gutiérrez, pilota della X44, ha dichiarato: “L’intero weekend è stato davvero buono, e tutto si è ridotto alla sfortuna in Finale con la rottura del servosterzo. Non c’era niente che potessimo fare al riguardo, quindi dobbiamo essere contenti di finire terzi.

“Sono molto felice di essere in una squadra così grande. Ho parlato con Lewis [Hamilton – X44 Founder] durante il fine settimana e mi ha dato molti consigli e suggerimenti, e ora non vedo l’ora di andare in Senegal per provare a vincere. Extreme E offre una così grande opportunità per i piloti di sesso femminile di correre direttamente contro così tante leggende di questo sport, e sono così orgoglioso di farne parte “.

Sébastien Loeb, pilota della X44, ha dichiarato: “E ‘stato un buon fine settimana in generale, segnando dei buoni punti, finendo sul podio nel primo evento della stagione e lasciando il secondo posto in campionato. Sicuramente ci aspettavamo di fare meglio in Finale, ma entrando alla prima curva abbiamo perso il servosterzo – e senza quello, un’auto così grande e pesante è così difficile da guidare ed è diventata una dura battaglia per mantenerla. la traccia.

“È stato un po ‘deludente, ma per il resto sono contento del weekend e la squadra ha fatto un ottimo lavoro. La cosa principale è che abbiamo dimostrato che insieme possiamo lottare per la vittoria. Sia io che Cristina siamo stati molto veloci, quindi penso che abbiamo buone possibilità per il resto della stagione “.

Risultato finale

  1. Rosberg X Racing (Johan Kristoffersson / Molly Taylor) 2 giri
  2. Andretti United (Timmy Hansen / Catie Munnings) + 23,73s
  3. X44 (Sébastien Loeb / Cristina Gutiérrez) + 1m38.09s

Con il Desert X Prix ora fatto e spolverato, le vetture saranno caricate di nuovo sulla St. Helena – il fulcro galleggiante di Extreme E – per salpare per il Lac Rose in Senegal, teatro dell’Ocean X Prix del 29/30 maggio.

Classifica del campionato

  1. Rosberg X Racing (Johan Kristoffersson / Molly Taylor) 35 punti
  2. X44 (Sébastien Loeb / Cristina Gutiérrez) 30 punti
  3. Andretti United (Timmy Hansen / Catie Munnings) 28 punti
  4. ACCIONA | Sainz XE Team (Carlos Sainz / Laia Sanz) 26 punti
  5. Hispano Suiza XITE Energy Team (Oliver Bennett / Christine Giampaoli Zonca) 20 punti
  6. JBXE (Jenson Button / Mikaela Åhlin-Kottulinsky) 17 punti
  7. ABT Cupra XE (Mattias Ekström / Claudia Hürtgen) 13 punti
  8. Segi TV Chip Ganassi Racing (Kyle LeDuc / Sara Price) 12 punti
  9. Veloce Racing (Stéphane Sarrazin / Jamie Chadwick) 8 punti
  10.