Salone di Detroit 2017: le principali novità

0
783

Il nuovo anno è stato inaugurato con una moltitudine di novità nel settore Automotive. Nei giorni appena trascorsi, in occasione del Ces di Las Vegas, la principale fiera hi tech americana, molti costruttori hanno messo in mostra le proprie tecnologie che caratterizzeranno la mobilità del domani: da sofisticati sistemi d’infotainment a veicoli dotati di guida autonoma. In attesa di vedere tali soluzioni applicate in produzione, su larga scala, le case presentano inediti e rinnovati modelli al Salone di Detroit 2017 (in scena fino al 22 gennaio).

 

La Mercedes espone la rinnovata GLA. Le modifiche estetiche sono minime e si concentrano sui paraurti e sulla mascherina anteriore. Il design dei cerchi di lega, inoltre, appare rivisitato mentre i gruppi ottici (sia anteriori sia posteriori) adottano la tecnologia a led. Per quanto riguarda l’abitacolo, maggiormente rifinito e curato in ogni dettaglio, la plancia è caratterizzata dal nuovo display da otto pollici, con un sistema d’infotainment dotato di funzionalità aggiuntive. Confermata la gamma delle motorizzazioni, arricchita dal debutto della GLA 220 4Matic, che affianca il 2.0 litri turbobenzina da 184 CV alla trazione integrale. In occasione del debutto commerciale, sarà disponibile la Yellow Night Edition, con finiture speciali e allestimento dedicato.

 

La Volkswagen, accanto al concept di microbus elettrico denominato I.D. Buzz -dotato di due unità elettriche, per una potenza complessiva pari a circa 400 cavalli e un’autonomia di 600 chilometri- presenta la Tiguan Allspace, ovvero la variante con passo allungato dedicata agli Usa: il passo è più lungo di 40 mm rispetto si affianca ad allestimenti dedicati, dotati di sette posti su tre file e con la seconda scorrevole. Il modello, inizialmente, sarà disponibile nella sola versione 2.0 TSI da 184 CV con cambio automatico a otto marce. Il Gruppo tedesco presenta inoltre la nuova Porsche Carrera GTS, con il suo 3.0 litri in grado di erogare una potenza di 450 CV e una coppia massima di 550 Nm.

Le novità esposte dall’Audi, invece, sono due: la Audi SQ5 e l’Audi Q8 Concept. Quest ultimo è un prototipo che anticipa quanto si vedrà sul modello definitivo e introduce una serie di nuovi stilemi, destinati a rinnovare l’immagine del marchio. L’SQ5 che arriverà sui nostri mercati nei prossimi mesi, invece, adotta il motore V6 3.0 biturbo benzina da 354 CV (500 Nm), affiancato dalla trazione integrale e dal cambio automatico Tiptronic a otto rapporti.

 

Spostandosi allo stand BMW, i riflettori sono puntati sulla M550i xDrive: motore V8 4.4 litri biturbo, con una potenza di 462 cavalli e una coppia massima di 650 Nm, abbinato alla trasmissione automatica Steptronic a otto rapporti e in grado di effettuare lo sprint da 0 a 100 km/h in soli 4 secondi. Questi sono i numeri che raccontano la Serie 5 caratterizzata dai contenuti M Sport. Un’altra interessante novità presente a Detroit è rappresentata dalla Kia Stinger: una vettura sportiva nata dall’ispirazione di una concept del brand, la GT4 Stinger Concept –presentata al Salone di Detroit del 2014- che è pronta a battagliare con blasonate rivali tedesche. Il suo cuore è un motore V6 3.0 litri da ben 365 cavalli. L’auto coreana sarà proposta anche con un 2.0 turbo da 255 cavalli.

 

Dulcis in fundo, durante il primo giorno riservato alla stampa, il colosso Google ha presentato il suo minivan a guida autonoma: nasce da un decennio di ricerca e sviluppo e grazie alla collaborazione con FCA, che ha consegnato alla big G ben 100 Chrysler Pacifica, per la sperimentazione delle innovative tecnologie. I primi mini van con guida autonoma arriveranno sulle strade americane a partire da fine mese.

 

P90237292_highRes_the-new-bmw-5-series Mercedes-Benz GLA 220d 4MATIC, X 156 (2017) media-Show car I.D. BUZZ_DB2016AU01078 media-Nuova Tiguan Allspace_DB2016AU01125 media-A170086_medium (1) f3