TEST NÜRBURGRING:LE CITROËN DOMANO LA NORDSCHLEIFE

0
927

Due settimane prima della manche tedesca del FIA WTCC, i concorrenti avevano a disposizione una giornata di prove collettive per prendere le misure del Nürburgring e della mitica Nordschleife.

Con le quattro C-Elysée WTCC nella top 5, il team Citroën Total chiude la sessione con un bilancio estremamente positivo.

Migliore crono per José María López, l’unico pilota a scendere sotto la soglia degli 8’40’’. Il pilota argentino supera Sébastien Loeb e Ma Qing Hua.

In questa sessione di prove, il team Citroën Racing ha scoperto che il meteo nel massiccio dell’Eifel è imprevedibile e farà tesoro di questo insegnamento. Lunedì una pioggia ghiacciata e una nebbia fittissima immergevano il circuito in un clima invernale. L’indomani, però, all’apertura della pista, la pitlane era illuminata da un bel cielo blu.

Al volante delle Citroën C-Elysée WTCC, Sébastien Loeb, Ma Qing Hua, José María López e Yvan Muller iniziavano il programma di lavoro. L’obiettivo fissato dagli ingegneri era semplice: fare più giri possibili, perché i piloti potessero prendere confidenza con la Nordschleife. A cicli di tre passaggi (la distanza delle gare che si disputano sul Nürburgring il 16 maggio) i chilometri si accumulavano velocemente.

Contrattempo solo per Ma Qing Hua, che rompeva una sospensione toccando una barriera di sicurezza a metà giornata, ma riusciva comunque a ottenere un livello di prestazioni molto alto, con la terza crono del giorno.

I display di cronometraggio segnalavano che José María López era l’unico pilota a scendere sotto la soglia degli 8’40’’. Nel tardo pomeriggio il Campione del Mondo in carica stabiliva la performance di riferimento, con un giro in 8’38’’027. Per 2’’5, Pechito superava un combattivo Sébastien Loeb.

Ora il team Citroën Total si sposta a Hungaroring, per il terzo appuntamento del FIA WTCC che si terrà alla fine di questa settimana.

HANNO DETTO

José María López (1° – 8’38’’027): «Era la prima volta che guidavamo la Citroën C-Elysée WTCC sulla Nordschleife, e sono soddisfatto di ogni giro! Ora capisco un po’ meglio perché questo posto sia diventato una leggenda. Abbiamo lavorato bene per trovare le giuste regolazioni e ora sono impaziente di tornare per le gare. Sono veramente contento di aver siglato la crono. Mi ha dato fiducia».

Sébastien Loeb (2e – 8’40’’517): «Giornata positiva. Abbiamo ottimizzato il programma per fare più giri possibili. Era importante guidare tanto su questo circuito molto specifico, che non lascia margini d’errore. La pista è stretta e le barriere non sono molto lontane. È un circuito che regala emozioni ineguagliabili. Non ho mai visto niente di più difficile, nemmeno a Le Mans».

Ma Qing Hua (3e – 8’41’’489): «Credo che tutti i piloti dovrebbero provare questo circuito almeno una volta. È stata l’occasione di fare una giornata di prove prima della corsa. La pista è impressionante, è una lotta costante con il grip, che cambia da una curva all’altra. È stata una mattinata difficile, con molta umidità. Poi la situazione è migliorata giro dopo giro. Abbiamo perso un po’ di tempo dopo l’urto, sicuramente causato da una foratura, ma ci siamo rimessi in strada e abbiamo fatto una buona crono».

Yvan Muller (5e – 8’49’’165): «Ho avuto qualche difficoltà. Per tutta la giornata sono rimasto un po’ indietro rispetto ai miei compagni di squadra. Ho ridotto il margine di poco ma sono soddisfatto, non avendo corso molti rischi. Ora lavoreremo con gli ingegneri per fare meglio nelle prossime settimane».