THE URBAN COLLËCTIF: CITROËN, ACCOR E JCDECAUX IMMMAGINANO INSIEME IL FUTURO DELLA MOBILITÀ URBANA AUTONOMA PER TUTTI

0
144

 «Il XXI secolo sarà quello delle città.» Questa citazione dell’ex sindaco di Denver, Wellington Webb, sintetizza l’evoluzione del nostro pianeta. La Banca Mondiale, infatti, prevede che nel 2050 due terzi della popolazione mondiale vivrà nelle metropoli. Ovunque, la città è in movimento e deve affrontare numerose sfide economiche, sociali, societarie e ambientali, che rappresentano altrettante opportunità per immaginare lo spazio urbano del futuroIn questo contesto di urbanizzazione, la mobilità urbana autonoma assume tutto il suo significato, rispondendo in particolare alle aspirazioni di miglioramento sostenibile della qualità della vita in città e di ottimizzazione dei tempi per gli spostamenti.

Se i poteri pubblici e in particolare gli enti locali sono i protagonisti chiave dello sviluppo della città del futuro, anche le aziende svolgono un ruolo decisivo nell’anticipare e accompagnare questi cambiamenti.

The Urban Collëctif nasce dall’ambizione comune di immaginare il futuro della mobilità urbana autonoma per tutti. Citroën, Accor e JCDecaux, che insieme totalizzano 200 anni di innovazione, hanno condiviso le loro competenze e il loro know-how per proporre esperienze urbane inedite.

The Urban Collëctif svelerà, in anteprima mondiale, questa soluzione di mobilità urbana autonoma su corsie dedicate, per tutti e in modalità open-source, mercoledì 4 novembre 2020, in occasione di un evento 100% digitale.

 

CITROËN: OLTRE 100 ANNI AL SERVIZIO DELLA LIBERTÀ DI MOVIMENTO

Da oltre un secolo, Citroën è protagonista della libertà di movimento. Dalle emblematiche Traction Avant e 2CV alla soluzione di mobilità urbana Ami – 100% ëlectric, Citroën ha sempre dimostrato audacia e creatività per rendere la mobilità accessibile a tutti, sia in città che in campagna. Nel 2020, Citroën scrive un nuovo capitolo della sua storia, «Ëlectric for all», con la commercializzazione di sei nuovi modelli elettrificati, fra cui Nuova ë-C4, per proporre un’offerta di mobilità accessibile a tutti e sostenibile. Per Citroën, abituata a sovvertire i codici, è stata una scelta naturale aderire al progetto The Urban Collëctif per proporre una soluzione di mobilità urbana autonoma, 100% elettrica, al servizio delle nuove esperienze di vita in città.

Vincent Cobée, Direttore Generale di Citroën: «Animate dagli stessi valori di innovazione, audacia e servizio ai clienti, Citroën, Accor e JCDecaux si ritrovano in modo del tutto naturale nella creazione di The Urban Collëctif. Questo progetto innovativo riflette perfettamente il DNA di Citroën, quello di una Marca che dal 1919 rende la mobilità accessibile a tutti.»

                                                                                                                                                                                                                                          

ACCOR: UN PROLUNGAMENTO NATURALE DI UNA VISIONE AMPLIFICATA DELL’OSPITALITA’

Questa partnership si inserisce nella cultura e nel DNA di Accor che, da oltre 50 anni, propone esperienze e servizi innovativi che trasformano l’ospitalità, anticipando le nuove esigenze dei clienti. Sofitel e Pullman, due marchi del portafoglio lusso e alto di gamma di Accor, sono messi in evidenza attraverso questo nuovo progetto. L’ambizione del Gruppo è far vivere i suoi marchi fuori dalle loro mura e nel cuore della città, proponendo esperienze esclusive, in collaborazione con ALL – Accor Live Limitless, il compagno lifestyle della vita quotidiana che riunisce e arricchisce tutti i marchi, i servizi e le partnership che evolvono all’interno dell’ecosistema di Accor.

Sébastien Bazin, Presidente e Direttore Generale di Accor: «Siamo contenti di unire le nostre forze con Citroën e JCDecaux intorno a questo progetto innovativo. Con più di 5.000 alberghi in tutto il mondo, il nostro Gruppo è un protagonista dell’ecosistema locale, impegnato a proporre esperienze sempre più esclusive ai viaggiatori e alla popolazione locale, contribuendo così allo sviluppo di città sostenibili. Estendere l’esperienza alberghiera fuori dalle nostre strutture ricettive è in linea con la nostra visione audace e moderna dell’ospitalità.»

 

JCDECAUX: UN PROTAGONISTA FONDAMENTALE DELLA MOBILITÀ URBANA

Con il suo sistema di bike-sharing, sviluppato dal 2003, JCDecaux ha reiventato l’uso della bici in città offrendo un reale vantaggio di servizio. Oggi, con oltre 31.000 biciclette in 76 città del mondo, JCDecaux è un acceleratore della mobilità sostenibile. Il Gruppo continua a innovare ogni giorno per rispondere alle nuove esigenze degli utilizzatori e all’evoluzione delle sfide urbane, in particolare con le sue biciclette ibride in free-floating lanciate alla fine del 2019.

Jean-Charles Decaux, Presidente del Direttorio e Co-Direttore Generale di JCDecaux: «È pienamente in linea con la missione di JCDecaux andare incontro ai nostri partner, pubblici e privati, per sviluppare soluzioni innovative e utili al fine di migliorare in modo sostenibile la vita in città. Frutto di una stretta collaborazione con Citroën e Accor, The Urban Collëctif interpreta la volontà di JCDecaux di continuare ad innovare e a immaginare i servizi della mobilità urbana del futuro.»