Tutti uniti per il Gran Premio d’Italia a Monza

0
1049

E’ stata presentata ieri ai rappresentanti delle Istituzioni e ai Media, nell’eccezionale cornice di Expo 2015, l’86^ edizione del Gran Premio d’Italia di Formula 1 che si svolgerà sulla pista dello storico impianto brianzolo dal 3 al 6 settembre.

Dopo i saluti di Demetrio Albertini, Ambassador per Expo Milano 2015 e Fabrizio Sala, Assessore Regione Lombardia con delega all’EXPO, hanno fatto gli onori di casa dell’evento sportivo i rappresentanti dell’Automobile Club e dell’Autodromo: il presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani, il presidente dell’Automobile Club Milano, Ivan Capelli e il presidente della Sias (la società che gestisce l’Autodromo per conto di AC Milano) Andrea Dell’Orto. Con loro il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, il sindaco di Monza Roberto Scanagatti, il delegato regionale lombardo del Coni Oreste Perri e il vice sindaco di Milano Francesca Balzani.

L’Autodromo di Monza costituisce un punto di riferimento imprescindibile nel panorama dello sport motoristico internazionale: la sua costruzione risale al 1922, rappresentando il terzo impianto motoristico fisso al mondo dopo Brooklands (1907) e Indianapolis (1909). Da allora ha sempre ospitato il Gran Premio d’Italia, salvo quattro edizioni, oltre a quella del 1921, e anche quest’anno è pronto ad accogliere team, piloti e decine di migliaia di tifosi provenienti da tutt’Italia e dai cinque continenti. Il loro entusiasmo, la splendida cornice ambientale e le caratteristiche tecniche della pista, non a caso ribattezzata il “tempio della velocità”, trasformano questo appuntamento in un momento magico del Campionato Mondiale di Formula 1.

Reduci dalla tappa di Spa, i protagonisti della Formula 1 sono al loro dodicesimo appuntamento stagionale, mancano infatti 8 gran premi alla conclusione del Mondiale, e giungono a Monza con la coppia del team Mercedes saldamente al comando della classifica grazie alle nove vittorie complessive finora conseguite, di cui 6 ottenute da Lewis Hamilton – già vincitore a Monza nel 2012 e nel 2014 – che precede di 28 punti il compagno di squadra Nico Rosberg. Alle loro spalle il duo del Cavallino rampante: Sebastian Vettel, alla ricerca del terzo successo stagionale, desideroso di cancellare con una vittoria l’episodio dello scoppio dello pneumatico avvenuto in terra belga, e Kimi Raikkonen, fresco di rinnovo del contratto con la scuderia di Maranello.

Altri protagonisti saranno i piloti Williams, in particolare Felipe Massa che fu molto applaudito l’anno scorso dopo la conquista del terzo gradino del podio, ed è atteso ad una conferma Romain Grosjean dopo la bella prestazione a Spa che gli è valsa il terzo posto.

“Il Gran Premio d’Italia a Monza è speciale. Il tracciato è unico per velocità e difficoltà tecniche. I piloti sentono la presenza del tifo competente e numeroso ed ambiscono a salire sul podio dell’Autodromo di Monza per salutare la folla di appassionati. Le squadre hanno preventivato di utilizzare “gettoni” di aggiornamento della Power Unit, ad ulteriore dimostrazione che Monza è per tutti una vetrina speciale”, ha commentato il presidente ACM Ivan Capelli.

E per mantenere questo appuntamento anche negli anni futuri nel calendario della Formula 1, dopo la scadenza del contratto del prossimo anno, si stanno mobilitando tutte le Autorità. A questo proposito i presidenti di ACI e AC Milano, Sticchi Damiani e Capelli, e il presidente dell’Autodromo Dell’Orto, hanno voluto cogliere l’occasione per ringraziare tutti i soggetti istituzionali, a partire dal Governo centrale, che stanno operando a vario titolo, in primo luogo la Regione Lombardia, che stanzierà un contributo economico del quale beneficerà anche l’autodromo e che sarà significativo grazie alla defiscalizzazione approvata dal Parlamento. Un lavoro di squadra che fa guardare con un certo ottimismo al prossimo futuro.

“Stiamo lavorando intensamente – ha dichiarato in particolare il presidente ACI Angelo Sticchi Damiani – per definire in tempi brevi con modalità certe e cristalline tutte le formalità che garantiranno la permanenza di Monza e del Gran Premio d’Italia nel calendario mondiale della Formula 1. Con lo sforzo di tutti, l ‘autodromo più storico nel calendario della Formula 1 è oggi uno dei più moderni e sicuri, con soluzioni tecnologiche che il mondo ci invidia. Ecco perché la presentazione del Gran Premio d’Italia si svolge quest’anno sul palcoscenico internazionale dell’Expo”.
“Una location fortemente voluta – ha sottolineato il presidente dell’Autodromo Dell’Orto – per evidenziare ulteriormente un’eccellenza del nostro territorio che il nuovo management di Sias sta valorizzando con tante nuove iniziative e manifestazioni, sportive e non, rendendola fruibile tutti i giorni dell’anno”.

Prove e gare iniziano venerdì 4 con due sessioni di prove libere delle Formula 1 (dalle 10 alle 11.30 e dalle 14 alle 15.30), oltre alle prove delle altre gare in programma : GP2 (libere dalle 12 alle 12.45, di qualificazione dalle 15.55 alle 16.25), GP3 (libere dalle 17.50 alle 18.35), Porsche Mobil 1 Supercup (libere dalle 16.45 alle 17.30). Nel corso della giornata di sabato 5 sono previste per la Formula 1 una sessione di prove di pit stop (dalle 8.30 alle 9.15), la terza sessione di prove libere (dalle 11 alle 12) e le prove di qualificazione (dalle 14 alle 15). Per le altre formule sono in programma Gara 1 della GP2 (alle 15.40, per 30 giri o 60 minuti), le prove di qualificazione e Gara 1 della GP3 (rispettivamente dalle 9.45 alle 10.15 e alle 17.15, per 22 giri o 40 minuti), le prove di qualificazione e Gara 1 della Porsche Mobil 1 Supercup (rispettivamente dalle 12.25 alle 12.55 e alle 18.25, per 14 giri o 30 minuti).

Il programma di domenica 6 prevede per la Formula 1 alle 12.30 la tradizionale parata di saluto dei piloti e alle 12.45 la presentazione della starting grid. Alle 14 il via all’86° Gran Premio d’Italia (53 giri per un totale di 306,720 km), preceduto, alle 13.46, dalle note dell’inno nazionale, quest’anno cantate da “Il Volo”, il gruppo musicale vincitore dell’ultima edizione del Festival di Sanremo, grandi star internazionali. Ma la domenica motoristica prevede anche altre competizioni: Gara 2 della GP3 (alle 9.25, per 17 giri o 30 minuti), Gara 2 della GP2 (alle 10.35, per 21 giri o 45 minuti) e la Gara della Porsche Mobil 1 Supercup (alle 11.45, per 14 giri o 30 minuti).

Da segnalare, in particolare, il gustoso prologo di domani, giovedì 3, dalle 16.00 alle 18.00, con la possibilità per i tifosi in possesso di un abbonamento tre giorni di passeggiare di fronte ai box ammirando da vicino le auto che saranno protagoniste nel week end. In questo contesto, inoltre, fra le 16.30 e le 17.30, potranno anche avvicinare i piloti che saranno a disposizione per gli autografi. E’ possibile acquistare ancora i biglietti disponibili approfittando di numerose promozioni. Varie sono le modalità: collegandosi al sito www.monzanet.it, rivolgendosi sia all’Autodromo Nazionale Monza (tel. 0392482.212/239; tickets@monzanet.it), sia all’Automobile Club Milano (tel. 027745266/209; acitravel@acitourmi.it).