Uniti per Ripartire: oltre 30.000 famiglie e 5.000 ragazzi in età scolare aiutati da Porsche Italia e la sua rete di concessionari

0
147

Un’iniziativa, quella ideata da Porsche Italia, nata per offrire un sostegno concreto alle fasce sociali più colpite dall’emergenza Covid-19. Attraverso la campagna “Uniti per Ripartire” la filiale italiana della Casa di Zuffenhausen e la sua rete di concessionari hanno devoluto 1.3 milioni di euro a 26 Caritas diocesane, per fornire un aiuto concreto al territorio.

Ambasciatrici dell’operazione le 30 concessionarie di Porsche in Italia; per ogni vettura consegnata dall’1 giugno al 10 agosto al cliente finale, queste hanno devoluto alla Caritas di competenza della propria zona una somma che, a scelta del cliente, è stata destinata a combattere la povertà alimentare o la povertà educativa, ulteriormente inasprite a causa della pandemia da Coronavirus. L’importo raccolto, raddoppiato dall’intervento di Porsche Italia, ha permesso di aiutare fattivamente oltre 30.000 famiglie e più di 5.000 ragazzi, attraverso la donazione di buoni spesa alle famiglie o strumenti tecnologici (tablet e computer) ai ragazzi in età scolare, per consentire loro di accedere alle lezioni a distanza.

“L’efficacia dell’iniziativa sta nella capillarità dell’intervento” – commenta Pietro Innocenti, Amministratore Delegato di Porsche Italia. “Ogni Centro Porsche, insieme a Porsche Italia, ha devoluto la cifra raccolta direttamente alla Caritas competente per il proprio territorio, garantendo così che i fondi venissero destinati alle emergenze locali.”

“Porsche Italia è da sempre molto attenta ai bisogni del territorio. Interventi di responsabilità sociale fanno parte del nostro DNA” – prosegue Innocenti. “Lo abbiamo dimostrato, per esempio, nel 2013 con l’”Italian Tour” per il 50° anniversario della 911, in occasione del quale abbiamo supportato, sempre insieme alla nostra rete, numerose associazioni benefiche in tutta Italia; nel 2014 è nata l’iniziativa “Ex Machina”, con l’obiettivo di promuovere l’imprenditorialità dei giovani; nel 2016 un’altra emergenza, il terremoto che distrusse la città di Amatrice e altri centri in Umbria, Marche e Lazio, ci ha visti vicini al territorio attraverso una donazione a favore della popolazione colpita e dal 2018 Porsche Italia sostiene il Fondo Ambiente Italiano per il recupero di beni di interesse storico e culturale.”

Un impegno sociale confermato anche nelle prime settimane di emergenza sanitaria con l’adesione alla campagna #iorestoacasa, attraverso la quale Porsche Italia e tutte le Aziende Porsche presenti sul territorio nazionale hanno promosso una raccolta fondi a favore della Protezione Civile per far fronte a necessità impellenti come l’acquisto di materiale sanitario o il soccorso e l’assistenza della popolazione interessata dal contagio.