VODAFONE RALLY PORTOGALLO :Nuovo look, aerodinamica modificata, le DS 3 WRC si preparano a tornare in Europa

0
1292

Dopo due manche fortunate in Messico e in Argentina, segnate da una vittoria e da due secondi posti, il Citroën Total Abu Dhabi World Rally Team torna in Europa per il quinto appuntamento del Campionato del Mondo.

Per questa edizione 2015, il Rally del Portogallo ritorna nel nord del Paese. Dopo dieci anni in Algarve, Porto torna ad essere la base della gara lusitana. È un ritorno alle origini per questo rally che ha scritto alcune delle sue pagine più belle in questa regione.

A fianco di Mads Østberg e Kris Meeke, Khalid Al Qassimi sarà alla partenza per la sua seconda prova mondiale nel 2015.

Le DS 3 WRC erano già state dotate di una prima serie di modifiche tecniche prima del rally di Monte Carlo. Motore, comando del cambio, geometria della sospensione posteriore, alettone: questi nuovi pezzi avevano permesso al Citroën Total Abu Dhabi World Rally

Team di fare una prima parte della stagione di tutto riguardo.

A partire dal Portogallo, si aggiunge a queste modifiche anche una riprogettazione aerodinamica della parte anteriore. I nuovi paraurti e i parafanghi ridisegnati aggiungono un carico verticale sull’assale anteriore, riducendo il coefficiente di penetrazione nell’aria. Tutto questo è accompagnato da una nuova decorazione che sottolinea il dinamismo delle DS 3 WRC.

Attualmente secondo nella classifica costruttori, il team è in piena fase ascendente. Secondi in Messico e in Argentina, Mads Østberg e Jonas Andersson occupano anche il secondo posto del Campionato del Mondo. La loro serie positiva potrebbe continuare nel Paese del loro primo successo mondiale. Quinti in classifica generale, Kris Meeke e Paul Nagle arrivano in Portogallo sulla scia della loro prima vittoria al massimo livello. Khalid Al Qassimi si è invece avvicinato al suo miglior risultato nel WRC in occasione del Rally d’Argentina, arrivando sesto. Il suo recente podio in Iran gli ha anche permesso di consolidare il secondo posto nel Campionato del Medio Oriente.

Stéphane Lefebvre, sempre in coppia con Stéphane Prévot, disputerà la terza manche della stagione nel FIA WRC2. Al volante di una DS 3 R5, avrà l’obiettivo di scoprire questa nuova prova e segnare punti.

HANNO DETTO

Yves Matton (Direttore Citroën Racing): “Tra una prova e l’altra, i team di Citroën Racing lavorano sempre per fare progredire le DS 3 WRC. A volte, le migliorie apportate sono molto visibili. Era già successo a Monte Carlo, e sarà così anche in Portogallo. L’integrazione delle evoluzioni aerodinamiche sul frontale, sui paraurti e sui parafanghi dovrebbe portare dei risultati. Abbiamo anche deciso di accompagnare queste novità con una decorazione che valorizzasse DS e i nostri partner. È fatta per attirare l’attenzione e condividere il dinamismo del nostro team. Gli obiettivi restano gli stessi di inizio stagione. Abbiamo mostrato la competitività delle DS 3 WRC e dei nostri equipaggi. Nel 2014, avevamo iniziato un progetto a lungo termine per vincere con Kris e Mads. La doppietta in Argentina è un primo risultato. Il prosieguo passa anche da una buona prestazione in Portogallo.”

Mads Østberg: “Dopo due secondi posti in Messico e in Argentina, sento di essere sulla buona strada. Il team ha fatto un lavoro eccellente e l’ultima doppietta ci dà molta fiducia. L’aggiunta delle modifiche ci permette di progredire ancora un po’ e la nuova decorazione è davvero accattivante. È difficile parlare del Rally del Portogallo, perché non conosciamo la prova. Avendo partecipato al Fafe Rally Sprint, possiamo dire che l’atmosfera è sempre fantastica in questa regione. L’obiettivo è di continuare come in Argentina. Bisogna tenere lo stesso ritmo alla partenza e attaccare se necessario, con l’intenzione di segnare punti per il campionato.”

Kris Meeke: “Con la mia prima vittoria nel mondiale, può darsi che abbia meno pressione. In Argentina, ha funzionato tutto alla perfezione. So che abbiamo molto da lavorare per essere competitivi su tutti i rally, ma questa vittoria ci regala fiducia. Bisogna perseverare ed essere fedeli alla nostra strategia. Non mi fisso nuovi obiettivi, è necessario soprattutto essere regolari ed evitare gli errori. In Portogallo, il percorso modificato dovrebbe aiutarci a compensare il nostro deficit in termini di esperienza. Vedremo cosa tiene in serbo per noi questa prova!”

Khalid Al Qassimi: “Il Rally del Portogallo è considerato una delle prove più prestigiose del Campionato del Mondo. Gli spettatori sono molto numerosi e sempre molto entusiasti. Questa edizione 2015 è particolarmente importante per noi, dato che partiamo con una DS 3 WRC new look. Sono fiducioso del fatto che il nostro team farà una buona prestazione su questo nuovo terreno. L’esperienza del Citroën Total Abu Dhabi World Rally Team è un vantaggio formidabile e spero che le DS 3 WRC potranno ripetere le performance del Rally d’Argentina e battersi per la vittoria.”

RITORNO ALLE ORIGINI

Se l’edizione 2015 si svolge intorno a Porto dopo una decina d’anni in Algarve, la regione non è nuova al mondo dei rally. La maggior parte delle speciali è già stata percorsa durante diverse gare, anche se i piloti del WRC dovranno ancora scoprirle.

Lo shakedown di 4,60 chilometri sarà organizzato a Baltar. È in programma lunedì mattina tra le 7.30 e le 9.00 (GMT+1), a circa 40 chilometri dal parco assistenza.

La partenza sarà a Exponor dalle 14.00. Gli equipaggi si dirigeranno verso Lousada per una super speciale dalle 19.01.

Venerdì, la partenza dal parco chiuso è alle 8.00 per un tris di crono con Ponte de Lima (27,53 km), Caminha (18,05 km) e Viana do Castelo (18,73 km). Ponte de Lima e Caminha riprendono un itinerario tradizionale della prova. Viana do Castelo è invece proposta in una nuova versione. Tra le due sezioni, è previsto un passaggio dall’assistenza alle 12.55. La giornata si chiude alle 18.00 con il flexiservice.

Sabato, uscita dal parco chiuso alle 7.30. La tappa inizia con Baião (18,57 km) in una versione rinnovata prima di arrivare a Marão (26,30 km), l’unica speciale completamente inedita del percorso 2015, e Fridão (37,67 km), la crono più lunga del Rally. Dopo trenta minuti di assistenza a Exponor, gli equipaggi percorreranno questa sezione una seconda volta, in condizioni che potranno essere delicate in base al meteo. Ritorno all’assistenza dalle 18.35.

Domenica sono previste solo tre prove speciali. Fafe (11,15 km) adotta una versione più breve rispetto alla precedente, con una prima partenza alle 8.08. Segue immediatamente dopo Vieira do Minho (32,35 km), prima di un raggruppamento. Un secondo passaggio a Fafe servirà da Power Stage, trasmessa in TV, alle 11.08 prima del ritorno all’assistenza alle 13.05 per concludere il rally.