Volvo e Nino Margiotta alla VIII Gran Carrera Argentina

0
873

Il pilota siciliano, sempre navigato da Bruno Perno ma questa volta al volante di una Volvo 122S Amazon messa a disposizione dal Club Volvo Argentino, ha conquistato sul campo la vittoria nel prologo (denominato Coppa Audi) e in due delle tre tappe previste. Al traguardo è stato battuto di pochissimi punti solo dal fortissimo equipaggio locale Erejomovich-Llanos, specialisti anche della Mille Miglia.

Il risultato segue il quinto posto assoluto ottenuto al Gran Premio Terre di Canossa, secondo appuntamento dell’anno nell’ambito del Campionato Grand’Eventi, in attesa dell’impegno della Summer Marathon.

Si è trattato, come vuole la tradizione, di una gara molto impegnativa, con 113 rilevamenti, oltre 1000 Km percorsi e passaggi ad altissima quota (fino a 4200 metri).

Dopo la vittoria nel prologo, nella prima tappa Volvo e Nino Margiotta si sono imposti sul campo con il minor numero di penalità accumulate e concludendo al secondo posto in classifica (con pochissimi punti di distacco) alle spalle del fortissimo equipaggio argentino Erejomovich-Llanos. Per la cronaca, le 22 prove cronometrate effettuate nel suggestivo scenario di Salinas Grandes, lago salato nella provincia di Jujuy a quota 3800 metri, erano anche valevoli per lo speciale trofeo denominato Rally de las Alturas.

La seconda tappa, molto impegnativa e con diverse prove in salita di brevissima durata, ha visto l’equipaggio Margiotta-Perno piazzarsi al quarto posto, risultato che ha consentito di mantenere la seconda posizione nella classifica generale provvisoria.

La terza e conclusiva sezione della gara ha visto quindi Margiotta-Perno e la loro Volvo Amazon ottenere una nuova vittoria di tappa, che ha consolidato la seconda posizione generale assoluta alle spalle dell’equipaggio vincitore Erejomovich-Llanos (su Porsche 911) e davanti agli altri italiani Gamberini-Bergamaschi (su Alfa Romeo Giulietta Spider).

“E’ stata un’esperienza favolosa, una bellissima avventura”, racconta un soddisfattissimo Nino Margiotta, che aggiunge: “Abbiamo vissuto emozioni indimenticabili rafforzate dalla bellezza dei luoghi attraversati, davvero incantevoli. Siano contentissimi perché si è trattato di una gara per nulla banale e ci siamo trovati davvero a nostro agio con la splendida Amazon 122S che ci era stata affidata. Ma la soddisfazione maggiore sta, come sempre, nell’aver dato ancora una volta a Volvo i risultati che merita!”.

La partecipazione di Margiotta alla Carrera Argentina non era nei piani di inizio anno per il pilota della Scuderia Volvo, ma il risultato ottenuto non fa che confermare la bontà delle scelte fatte. “Nino non smette mai di stupirmi”, ha commentato Gianluca Fabbri, Responsabile dell’Attività della Scuderia Volvo. “Questo ennesimo ottimo risultato ci lancia nella maniera migliore verso i prossimi impegni del Campionato Grand’Eventi a cominciare dalla Summer Marathon, dove ci presenteremo in forze e dove contiamo di dare ancora una volta il massimo, come dimostra quanto fatto al Terre di Canossa, dove abbiamo concluso al terzo posto nella speciale classifica per le scuderie”.

Margiotta e Volvo, due storie di successo

L’arrivo e i risultati di Nino Margiotta hanno senz’altro rafforzato le già alte quotazioni del Registro Volvo. Del resto, la storia agonistica della Scuderia Volvo e quella del fresco portacolori della Scuderia sono entrambe contrassegnate dal successo. Nel palmares della Scuderia del Registro Italiano Volvo d’Epoca ci sono trofei di prestigio come:

– 1 vittoria alla Coppa D’Oro Delle Dolomiti;

– tre secondi posti alla Winter Marathon (incluso quello ottenuto nel 2015 da Nino Margiotta);

– 1 vittoria all’Elba Graffiti;

– vittorie alla Coppa Città della Pace e al Trofeo Strade Scaligere (entrambe ottenute da Margiotta).

D’altra parte, Nino Margiotta vanta uno dei palmares più ricchi nel panorama nazionale delle gare di regolarità per auto storiche. Tra i risultati più significativi ottenuti come driver:

Stagione 2015

1° classificato alla XII Coppa Città della Pace al volante di una Volvo PV544;

1° classificato alla V° Trofeo Strade Scaligere al volante di una Volvo PV544;

2° classificato alla 27^ Winter Marathon al volante di una Volvo P1800S;

2° classificato alla VIII Gran Carrera Argentina al volante di una Volvo 122S Amazon;

Stagione 2014

1° classificato alla Summer Marathon al volante di una Alfa Romeo Giulietta Spider;

1° classificato alla Coppa della Presolana al volante di una Morris Cooper;

1° classificato alla Campagne & Cascine al volante di una Morris Cooper;

Stagione 2013

1° classificato alla 25^ Winter Marathon al volante di una Morris Cooper;

1° classificato alla Coppa della Presolana al volante di una Morris Cooper;

1° classificato alla Campagne & Cascine al volante di una A112 Abarth;

Nato a Castelvetrano (TP) nell’Ottobre del 1985, Margiotta ha iniziato giovanissimo (all’età di 11 anni) la sua attività agonistica, come navigatore all’età di 11 anni. Appena conseguita la patente di guida (2003) inizia un’attività come pilota di regolarità in Sicilia prima e poi in ambito nazionale, dopo il suo trasferimento in Piemonte, dove attualmente vive.

Registro Italiano Volvo d’Epoca più che mai Volvo

Dal Gennaio di quest’anno il Registro Italiano Volvo d’Epoca è diventato un vero e proprio dipartimento interno di Volvo Car Italia, dopo essere stato per 20 anni una struttura esterna supportata da Volvo. L’associazione si è con il tempo affermata come una delle realtà di maggior rilievo del settore in Italia; oggi, con il passaggio sotto il “tetto“ della filiale nazionale di Volvo, le attività del Registro e della Scuderia diventano elemento chiave dell’affermazione del marchio Volvo in prospettiva storica. In tal senso, l’elemento Heritage è dunque fonte di autenticità di ciò che è oggi Volvo.

Il Registro Italiano Volvo d’Epoca riunisce e valorizza le Volvo di interesse storico presenti in Italia e fornisce ai loro proprietari assistenza nei settori più disparati: dal reperimento di ricambi originali all’accesso all’Auto-Motoclub Storico Italiano, per finire con la partecipazione a gare e raduni. Sono oggi quasi 900 gli iscritti al Registro Italiano Volvo d’Epoca. Il Registro Italiano Volvo d’Epoca mantiene anche i contatti con gli altri Club Volvo d’Epoca attivi all’estero.

Inoltre, attraverso il suo “braccio sportivo”, cioè la Scuderia Volvo affiliata all’ACI/CSAI, il Registro dispone di tre vetture pronte ad essere affidate a piloti di spicco delle gare di regolarità.