A luglio Volvo Cars incrementa le vendite globali del 14,2%

0
118

Volvo Cars ha registrato un ottimo risultato di vendita nel mese di luglio, incrementando i volumi del 14,2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

 

La Casa automobilistica ha venduto 62.291 vetture nel corso del mese, grazie a un aumento delle richieste rispetto allo stesso periodo del 2019 registrato in Europa, Stati Uniti e Cina. Le vendite sul mercato europeo sono tornate a crescere in luglio e il trend positivo è continuato grazie all’allentamento delle restrizioni precedentemente adottate dagli Stati per contenere la pandemia di Covid-19.

 

L’aumento a doppia cifra dei volumi registrato nel corso del mese è stato alimentato da una forte domanda orientata verso i pluripremiati modelli SUV della gamma di Volvo Car. All’eccellente risultato hanno contribuito inoltre la station wagon V60 e la berlina S60 prodotta negli Stati Uniti.

 

La gamma Recharge di modelli ricaricabili di Volvo Cars, con propulsore elettrico al 100% o ibrido plug-in, ha continuato a riscuotere un grande successo fra i clienti. La quota riconducibile ai modelli Recharge è più che raddoppiata nei primi sette mesi del 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

 

In base ai dati pubblicati di recente da IHS, Volvo Cars risulta essere in Europa il brand leader nel primo semestre del 2020 per quanto riguarda le vetture elettrificate di lusso e la gamma Recharge rappresenta almeno un quarto delle consegne complessive effettuate in questo mercato.

 

Nei primi sette mesi dell’anno, Volvo Cars ha venduto un totale di 332.253 automobili, registrando un calo del 16% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio 2019.

 

A luglio, le vendite di Volvo Cars in Europa hanno raggiunto le 28.700 unità, in aumento del 12,5% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, mentre nei primi sette mesi dell’esercizio le vendite sono diminuite del 24,1% anno su anno.

 

Nel mese di luglio, le vendite sul mercato statunitense hanno continuato a segnare un rialzo anno su anno, arrivando a 9.697 esemplari e segnando un incremento del 10,3% rispetto a luglio 2019. Nei primi sette mesi dell’anno, le vendite negli USA sono calate del 10,1% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, attestandosi a 52.952 unità.

 

In Cina sono state vendute 14.410, con un incremento del 14,0% rispetto a luglio dell’anno scorso. Nei primi sette mesi del 2020 si è registrata una riduzione delle vendite pari allo 0,3% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio 2019.

 

In luglio, il SUV compatto XC40 è risultato il modello più venduto della Casa, seguito dal SUV medio XC60 e dal SUV XC90 di grandi dimensioni. Nel corso del mese, i SUV hanno costituito il 72,8% delle vendite complessive di Volvo Cars, in aumento rispetto al 63,4% dichiarato a luglio dello scorso anno.

 

Di seguito viene riportato un dettaglio delle vendite suddivise per area geografica:

 

 

 Luglio

 

 

Gennaio – Luglio

 

 

 

2019

2020

Variazione

2019

2020

Variazione

Europa

25,518

28,700

12.5%

199,916

151,735

-24.1%

Cina

12,639

14,410

14.0%

80,380

80,151

-0.3%

USA

8,795

9,697

10.3%

58,915

52,952

-10.1%

Altri mercati

7,546

9,484

24.9%

56,161

47,415

-15.6%

Totale

54,546

62,291

14.2%

395,372

332,253

-16.0%

 

La XC60 è stata la Volvo più venduta nei primi sette mesi del 2020, con un totale di 96.622 unità (2019: 111.943 unità), seguita dalla XC40 di cui sono stati consegnati 87.085 esemplari (2019: 74.062) e dalla XC90 con 46.669 consegne (2019: 55.443).