ALD Automotive diventa ecosystem partner di ChargeUp Europe

0
234

ChargeUp Europe, l’associazione che rappresenta il settore delle infrastrutture di ricarica per i veicoli elettrici in Europa, è entusiasta di annunciare che ALD Automotive è entrata a far parte dell’associazione come suo primo ecosystem partner. Con l’ingresso di un player globale del noleggio a lungo termine e fleet management come ALD Automotive, ChargeUp Europe sta iniziando ad espandersi e a rivolgersi all’intera catena di valore della ricarica dei veicoli elettrici.

 

I veicoli elettrici svolgeranno un ruolo chiave nel consentire all’Europa di raggiungere gli obiettivi del Green Deal e raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. ChargeUp Europe lavora per garantire che lo sviluppo delle infrastrutture tenga il passo con la crescente diffusione dei veicoli elettrici e consenta il passaggio al trasporto elettrico.

 

ALD Automotive è l’azienda leader in Europa tra i top player indipendenti del noleggio a lungo termine per aziende e privati e della gestione delle flotte, con una flotta globale di oltre 1,76 milioni di veicoli per grandi aziende, PMI, professionisti e privati.

 

 Dal suo lancio, avvenuto lo scorso anno, ChargeUp Europe è cresciuta costantemente e oggi può contare su 13 membri del settore industriale, un knowledge partner e ora, con ALD, un ecosystem partner. Ambiti differenti che lavorano insieme per accelerare lo sviluppo delle infrastrutture per i veicoli elettrici e consentire la ricarica senza interruzioni in tutta l’Unione Europea.

 

“Siamo molto felici di essere il primo ecosystem partner di ChargeUp Europe e non vediamo l’ora di arricchire e alimentare l’associazione con le specificità dell’elettrificazione delle flotte aziendali” dichiara Tim Albertsen, CEO di ALD Automotive. “Condividiamo gli stessi valori e contribuiremo allo sviluppo di una politica che conferisca ai consumatori potere e possibilità di scelta. Un’esperienza di ricarica facile, trasparente e integrata per i consumatori sarà la chiave per consentire la piena transizione alla mobilità elettrica”.