ALPINE F1 TEAM LASCIA IL BAHRAIN A MANI VUOTE DOPO UN INIZIO STAGIONE MOLTO COMBATTUTO

0
101

Entrambe le monoposto hanno fatto un’ottima partenza, in quanto Fernando ha superato Carlos Sainz all’esterno della prima curva attestandosi in ottava posizione mentre Esteban ha guadagnato tre posizioni grazie a un ottimo scatto iniziale. Fernando è successivamente stato coinvolto in una serie di duelli. Il primo pit stop per passare alle gomme medium all’undicesimo giro gli ha dato un vantaggio su diversi piloti, dopo una sosta lampo di soli due secondi e mezzo resa possibile dal team.

Nel frattempo, Esteban si è portato quasi in zona punti, prima di fermarsi al tredicesimo giro per passare alle gomme medium. Fernando ha fatto il secondo pit stop al ventinovesimo giro per mettere le gomme hard, ma la sua gara è giunta alla fine prematuramente quando i detriti finiti nelle prese d’aria dei freni hanno provocato il surriscaldamento dell’impianto frenante posteriore.

Esteban ha continuato ad attaccare per aggiudicarsi punti con un secondo pit stop per passare alle Pirelli hard al trentunesimo giro, ponendosi così al centro della battaglia. Ma le sue chance di entrare in Top 10 si sono infrante, quando Sebastian Vettel lo ha mandato in testacoda urtando il posteriore della sua Alpine A521 alla prima curva del quarantaquattresimo giro. Il francese si è infine classificato in tredicesima posizione al traguardo.

Esteban Ocon / Partenza: 16° – Arrivo: 13°

Non è il risultato che volevamo, ma da oggi possiamo trarre tanti punti positivi. Ci siamo battuti con diverse auto in divertenti duelli, ruota contro ruota, per la maggior parte della gara. È stato così anche con Sebastian [Vettel] verso la fine, ma lui ha bloccato le ruote e mi ha urtato. Si è scusato, tutti facciamo errori e a volte può capitare … Nel complesso, oggi le qualifiche non ci hanno certo aiutato, perché ci hanno obbligato a recuperare posizioni. Abbiamo dimostrato il nostro spirito combattivo durante la corsa ed è stato piuttosto importante. Tutto il team ora rivolge la sua attenzione alla prossima gara, dove lo scopo sarà quello di entrare in zona punti.

 

Fernando Alonso / Partenza: 9° – Ritirato  

È fantastico essere di ritorno in Formula 1. La partenza è stata divertente, abbiamo guadagnato posizioni e ho ingaggiato belle battaglie con i vecchi colleghi. Tuttavia, è stato deludente non tagliare il traguardo. Dopo il secondo pit stop, abbiamo avuto un problema con i freni al posteriore. Sono entrati dei detriti nelle prese d’aria, da cui il surriscaldamento dell’auto. Il gruppo centrale di concorrenti era molto compatto durante la gara e sembra che pochi decimi di secondo possano bastare per capovolgere significativamente la classifica. Penso che la stagione sarà molto combattuta ed interessante da seguire. Torneremo in campo battendoci a Imola.

Marcin Budkowski, Direttore Esecutivo

Questo inizio stagione è ben lungi dall’essere ideale, con una buona dose di sfortuna che ci ha accompagnato per tutto il weekend, sia nelle qualifiche che in gara. Entrambi i piloti hanno fatto un’ottima partenza guadagnando posizioni nel primo giro. Fernando si era anche comodamente piazzato nella Top 10. Dopo il primo pit stop, abbiamo avuto un piccolo problema che ci ha obbligati a ridurre le performance della sua monoposto, poi la carta di un panino si è incastrata nelle prese d’aria dei freni posteriori dell’auto. Ciò ha provocato un surriscaldamento piuttosto grave, a tal punto da danneggiare l’impianto frenante. Per ragioni di sicurezza, abbiamo pertanto deciso di farla rientrare definitivamente. È stata una prima gara molto sfortunata per Fernando, se si considera la sua prestazione. Da parte sua, Esteban ha fatto una bella gara, essendo partito in sedicesima posizione e sembrava puntare a un possibile piazzamento in zona punti, quando è stato urtato da Sebastian [Vettel]. Il contatto ha provocato danni importanti alla sua auto. Abbiamo parecchio lavoro da fare prima di Imola per migliorare ulteriormente le performance della monoposto e batterci con rivali estremamente competitivi dove ogni decimo di secondo conta. Non vediamo l’ora di riprovarci ancora tra qualche settimana.