Audi vince la sfida della mobilità premium per l’11esimo anno consecutivo

0
149

Le soluzioni di mobilità Audi hanno consentito al Marchio dei quattro anelli di chiudere il 2019 in Italia con 64.445 vetture immatricolate e vincere per l’undicesimo anno consecutivo la sfida sulla mobilità premium. Con una quota nel segmento premium che supera il 24%, Audi Italia si conferma il quinto mercato per vendite al mondo dopo Cina, Germania, USA e UK.

 

L’evoluzione del paradigma Audi “All’avanguardia della tecnica” vede la Casa dei quattro anelli porre l’uomo al centro di ogni innovazione, mirando a soddisfarne nuovi bisogni e desideri legati alla mobilità. Un obiettivo raggiunto spaziando dal design funzionale alla semplicità d’uso, dall’immediatezza d’accesso ai servizi all’intuitività nelle connessioni sino a comprendere la certezza dell’investimento finanziario e temi dalla marcata valenza sociale quali la sicurezza e la consapevolezza ambientale.

Nel corso dell’anno, l’abbinamento tra bellezza e tecnologia ha trovato espressione nella declinazione Sportback di Audi Q3 e nell’evoluzione stilistica delle nuove generazioni di Audi A4 e Q7.

La semplicità intesa come razionalizzazione nell’accesso ai servizi si è concretizzata in una nuova modalità d’interfaccia con il Cliente attraverso l’Audi Service Station. Il servizio di consegna e ritiro della vettura presso gli aeroporti per effettuare la manutenzione del veicolo mentre il Cliente è in viaggio è una prima assoluta in Italia.

L’intuitività nelle connessioni, tra le esigenze più sentite dell’epoca moderna, vede Audi rispondere con la disponibilità per l’intera gamma dei servizi Audi connect, specie le informazioni Car-to-Car e Car-to-X, e con il crescente ricorso (40% dei Clienti) all’app gratuita myAudi, porta d’accesso all’ecosistema digitale dei quattro anelli. I pacchetti Audi innovative per assistenza alla guida, infotainment e illuminazione – che includono dotazioni di pregio, specie in ambito multimediale, con un sensibile vantaggio Cliente – hanno una penetrazione che spazia dal 45% per Audi A4 al 60% per Audi Q5 fino ad arrivare al 90% per l’ammiraglia Audi A8.

Quale costruttore che evolve in fornitore di servizi, Audi avoca a sé un ruolo attivo a favore della sicurezza sociale. Partendo dall’assunto di come le soluzioni tecnologiche in materia di guida predittiva possano incidere significativamente nella riduzione degli incidenti stradali, nell’immediato futuro la Casa dei quattro anelli mira a espandere oltre l’attuale 50% delle vetture la penetrazione degli avanzati sistemi di connettività e assistenza alla guida. L’assistenza adattiva alla guida è la tecnologia più apprezzata dai Clienti Audi italiani: da un mix del 30% su Audi Q2 sale al 45% su segmenti medi quali Audi A4 e A5 per arrivare fino al 75% sull’alto di gamma.

 

Sicurezza che, nella visione Audi, significa anche certezza economica. Grazie alla formula Audi Value, scelta in Italia dal 50% dei Clienti privati, è possibile conoscere sin dall’acquisto il valore futuro garantito della propria auto, mettendosi al sicuro da qualsiasi svalutazione. A rafforzamento di ciò, la conferma della tenuta del valore residuo storicamente più alto tra i brand premium. Un trend destinato a essere rafforzato nel 2020 dai nuovi modelli ibridi plug-in, caratterizzati da un valore residuo superiore del 3% rispetto alle versioni a benzina.

Porre l’uomo al centro del proprio fare significa per la Casa dei quattro anelli affrontare il tema della sostenibilità mediante una tecnologia utile e un approccio neutrale volto allo sviluppo di tutti i sistemi di alimentazione. L’elettrificazione della gamma si sviluppa così sulla sempre più ampia diffusione (40% di mix) della tecnologia mild-hybrid a 12 e 48 Volt, sul completamento della gamma ibrida plug-in, sull’ampliamento dell’offerta 100% elettrica e sull’evoluzione nel segno dell’efficienza della gamma Audi Sport.

Le performance di gamma

Tra i risultati più significativi del 2019, la gamma Q, espressione del più avanzato concetto di sport utility, cresce rispetto all’anno precedente e raggiunge il 47% di mix sul totale immatricolato. Autentici fenomeni di mercato Audi Q3 e Audi Q3 Sportback, oltre 12mila unità commercializzate, e Audi Q8, con 2.200 vetture immatricolate. Il SUV coupé full size, nel dettaglio, vale il 7% di mix dell’intera gamma Q ed è leader del proprio segmento premium.

Ulteriori protagoniste delle performance commerciali della Casa dei quattro anelli sono Audi A6, leader assoluta del segmento E, e Audi A4, modello icona del Brand. Audi A6, nello specifico, cresce di oltre il 32% rispetto al 2018 e vede la variante Avant passare da una quota di mercato del 31% al 42%. Audi A4 si conferma primatista nel proprio segmento quanto a valore residuo. Recentemente rinnovata nel design e nella multimedialità, Audi A4 si conferma inoltre il riferimento nel segmento D premium con oltre 7.400 immatricolazioni. Un successo “trainato” da A4 Avant, per il quarto anno consecutivo la famigliare premium più amata dagli Italiani.

Quanto al resto della famiglia A, spiccano Audi A1 Sportback, che ha pressoché raddoppiato i volumi rispetto alla precedente generazione e detiene il 42% di quota nel proprio segmento, e Audi A3 Sportback – in fase di run out – con oltre 11.600 unità e il 25% di quota nel segmento.

Le novità del 2020

La chiusura del 2019, per Audi, coincide con l’apertura di una prima, ampia, finestra sul 2020. Il nuovo anno vedrà l’entrata a pieno regime commerciale di modelli strategici quali Audi e-tron Sportback ed Audi e-tron 50 quattro: variante, quest’ultima, con batteria da 71 kWh, peso ridotto di 115 kg e prezzo d’attacco di 73.100 euro. Vetture che ampliano la gamma a zero emissioni e rafforzano l’offensiva elettrica Audi che entro il 2025 potrà contare su 30 modelli a elevata elettrificazione dei quali 20 integralmente elettrici. Data, il 2025, entro la quale tutti i siti produttivi Audi adotteranno una gestione carbon neutral sul modello dello stabilimento di Bruxelles, dove vengono attualmente realizzati i veicoli appartenenti alla famiglia e-tron.

Non meno rilevanti il debutto di Q3 Sportback mild-hybrid 48 Volt, prima vettura Audi a offrire tale sistema abbinato a un motore a quattro cilindri, e il rinnovamento della gamma ibrida plug-in che comprenderà l’ammiraglia Audi A8, Audi Q5, Audi Q7, le berline Audi A6 e Audi A3 Sportback sino alla coupé a cinque porte Audi A7 Sportback TFSI e. In vista del 2020, l’elettrificazione si estenderà alla gamma sportiva tra cui spiccano la quarta generazione di Audi RS 6 Avant e la seconda generazione di Audi RS 7 Sportback, entrambe dotate, analogamente ad Audi RS Q8 – top di gamma della famiglia Q – del possente V8 4.0 TFSI da 600 CV con tecnologia mild-hybrid a 48 Volt. Una prima assoluta.