BMW Group promuove i trasporti via mare a basse emissioni

0
209
Verschiffung BMW i3 in Bremerhaven 11-2015

Il BMW Group ha ampliato il proprio impegno per rendere la logistica dei trasporti più sostenibile. In vista della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP 25) a Madrid e nell’ambito dell’impegno del Gruppo di ridurre ulteriormente le emissioni di carbonio lungo l’intera catena del valore, l’azienda si è unita alla “Getting to zero Coalition”. L’obiettivo di questa iniziativa è quello di utilizzare navi da carico a zero emissioni a partire dal 2030. La Getting to zero Coalition rappresenta una partnership tra il Global Maritime Forum, Friends of Ocean Action e il World Economic Form.

“Il trasporto marittimo è fondamentale per la rete produttiva internazionale del BMW Group e per la distribuzione globale dei veicoli. Consideriamo la Getting to Zero Coalition un’opportunità unica per ridurre le emissioni di carbonio anche nel settore marittimo”, sottolinea J’rgen Maidl, Senior Vice President Production Network e Supply Chain Management BMW Group. “Siamo lieti di essere la prima casa automobilistica ad aderire a questa coalizione e quindi ad aprire la strada verso un futuro più sostenibile”.

Il trasporto marittimo rappresenta attualmente il 50 per cento delle emissioni di CO2 della catena di trasporto del Gruppo BMW. A livello globale, circa il tre per cento delle emissioni complessive di gas a effetto serra proviene dal trasporto marittimo e la tendenza è fortemente in salita. Nell’ambito della Getting to Zero Coalition, il BMW Group intende raggiungere l’eliminazione totale delle emissioni di carbonio utilizzando combustibili privi di carbonio e nuovi sistemi di propulsione, oltre a ottimizzare l’efficienza energetica.

Il BMW Group continua a promuovere la decarbonizzazione all’interno dell’azienda nel settore della logistica: oltre alla strategia di sostenibilità lungo l’intera catena del valore, anche l’approccio olistico del Gruppo include metodi di produzione a misura di risorse negli impianti BMW in tutto il mondo e un ulteriore sviluppo della mobilità elettrica.

Il BMW Group è riuscito, ad esempio, a ridurre il consumo di risorse ed emissioni per veicolo prodotto di oltre il 50% dal 2006. Inoltre, tutti gli impianti gestiti dal BMW Group e dalle tre joint venture BBA in Cina saranno riforniti esclusivamente di energia proveniente da fonti rinnovabili a partire dal prossimo anno. Gli stabilimenti del Gruppo BMW in Europa sono già alimentati con elettricità verde al 100% dal 2017. Concentrandosi sulla mobilità elettrica fin dalle prime fasi, BMW è diventata anche uno dei pionieri globali di questa tecnologia. La BMW i3 è leader globale nel suo segmento dal 2013. Con un portafoglio che attualmente comprende 12 modelli, BMW offre la più ampia gamma di veicoli elettrici sul mercato. Entro il 2021, saranno sulle strade un milione di veicoli elettrificati del BMW Group. Inoltre, entro il 2023, l’azienda offrirà 25 modelli elettrificati.

BMW Group conferma il suo chiaro impegno per l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite

L’annuncio che il BMW Group si sia unito alla Getting to zero Coalition prima della COP 25, che si terrà dal 2 al 13 dicembre a Madrid, non è una coincidenza. Le Conferenze delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici e le attività del BMW Group sono legate da una lunga storia di stretta collaborazione. Dal 2008 il BMW Group partecipa regolarmente alle conferenze sui cambiamenti climatici della COP. Quest’anno, l’azienda contribuirà ancora una volta con nuove idee e la sua competenza tecnica allo sviluppo sostenibile.

L’attività sarà incentrata sul rinnovato coinvolgimento del BMW Group come primo sponsor del Sustainable Innovation Forum (SIF) il 10 e 11 dicembre 2019. Il SIF è stata per molti anni una delle principali conferenze sulla sostenibilità del programma di frange COP delle Nazioni Unite ed è regolarmente frequentata da stakeholder chiave a livello mondiale provenienti da politiche, industria, scienza e società, che lo utilizzano come piattaforma per discutere sulle sfide sviluppo sostenibile. In questo contesto, il BMW Group presenterà gli attuali sviluppi nella mobilità elettrica e dimostrerà come le tecnologie intelligenti e digitali possano contribuire alla mobilità sostenibile.