Bosch guarda anche al futuro proponendo già corsi relativi ai veicoli ibridi

0
882

Una formazione costante, aggiornata e di qualità è indispensabile per lo sviluppo professionale di qualunque officina. Nel settore, infatti, non bastano, ricambi e attrezzature per assicurare la risoluzione di ogni problema, servono anche la conoscenza dei sistemi e dei componenti, delle procedure di diagnosi e d’intervento. Bosch, da sempre impegnata in questa direzione, nel 2015, ha svolto oltre 450 giornate di formazione coinvolgendo oltre 4.700 operatori del settore. I corsi per autoriparatori fanno parte, da sempre, dell’offerta Bosch e sono erogati da 28 centri di formazione in tutta Italia, in cui operano 30 tecnici formatori.

Gli argomenti offerti nel programma sono 87 e divisi in 11 categorie, come per esempio monografici, nuove tecnologie, attrezzature, e riparazione diesel. I programmi di formazione sono aggiornati continuamente e nell’ultimo anno gli argomenti sono stati arricchiti con importanti novità. Fra i corsi di spicco si evidenziano quelli relativi all’impianto di scarico e post-trattamento sui veicoli Euro 6, alle vetture ibride ed elettriche, ai moderni sistemi di comfort e sicurezza.. L’offerta Bosch, però, oltre ad affrontare diverse tematiche legate al futuro propone già ora corsi specifici relativi a temi complessi e certificazioni specifiche. Fra le novità previste nel programma 2016 sono previsti un corso specifico per diagnosticare rapidamente le problematiche che più affliggono i motori diesel common rail e uno relativo ai nuovi impianti di climatizzazione che utilizzano sia il gas R134a sia il nuovo gas R1234YF a basso impatto ambientale con particolare attenzione alla diagnosi e alla ricerca delle perdite, anche quelle più piccole e difficili da trovare, utilizzando attrezzature specifiche.

È possibile consultare e scaricare la guida corsi formazione Bosch 2016 direttamente sul sito www.formulabosch.it

La Divisione Automotive Aftermarket (AA) del Gruppo Bosch fornisce in tutto il mondo un’ampia gamma di ricambi, servizi e attrezzature per la manutenzione e la riparazione di vetture e di veicoli commerciali. L’offerta comprende ricambi caratterizzati da un identico livello qualitativo rispetto ai componenti forniti da Bosch al primo equipaggiamento ed è completata da una gamma di prodotti revisionati e garantiti. Grazie a 18.000 collaboratori presenti in 150 Paesi e a un servizio di logistica all’avanguardia, la Divisione Automotive Aftermarket provvede alla distribuzione, in tempi brevi, di ben 650.000 differenti prodotti. L’attività del Settore “Automotive Service Solutions”, all’interno della Divisione, assicura all’officina tecnologie di diagnosi e di riparazione, nonché software e servizi di formazione. La Divisione Automotive Aftermarket conta circa 16.500 officine in franchising della rete “Bosch Service”, il più grande network d’autoriparazione indipendente. Inoltre, la Divisione AA è responsabile di oltre 1.000 officine affiliate “AutoCrew”.

Il Gruppo Bosch è fornitore leader e globale di tecnologie e servizi. Secondo i dati preliminari, grazie ai circa 375.000 collaboratori (al 31 dicembre 2015) impiegati nelle aree di business Mobility Solutions, Industrial Technology, Consumer Goods e Energy and Building Technology, il Gruppo Bosch ha registrato un fatturato di oltre 70 miliardi di euro nel 2015. Il Gruppo è costituto dall’azienda Robert Bosch GmbH e da circa 440 tra consociate e filiali in oltre 60 Paesi, 150 se si includono i partner commerciali. Le attività internazionali di sviluppo, di produzione e di vendita sono alla base della continua crescita. Nel 2015 Bosch ha registrato 5.400 brevetti in tutto il mondo. Seguendo lo slogan “Tecnologia per la vita” Bosch, grazie ai suoi prodotti e servizi, migliora la qualità della vita offrendo soluzioni innovative in tutto il mondo.