Concorso d’Eleganza di Villa d’Este 2018: l’Alfa Romeo 33/2 Stradale si aggiudica il prestigioso Trofeo BMW Group Italia

0
863

Ha vinto semplicemente perché è la più… bella. L’Alfa Romeo 33/2 Stradale, dopo aver conquistato i favori del pubblico presente a Villa d’Este, è riuscita a entusiasmare anche gli appassionati accorsi a Villa Erba aggiudicandosi così il Trofeo BMW Group Italia del Concorso d’Eleganza di Villa d’Este (premio assegnato per Referendum Pubblico a Villa Erba).

Il “secondo nome” di questa spettacolare Alfa Romeo alta 99 cm fa riferimento al suo impiego previsto su strada. Chiunque si sia infilato una volta nella versione addomesticata di una pura auto da corsa, potrebbe avere l’impressione che il termine Stradale suoni un po’ come uno scherzo. Tuttavia se ci si lascia trasportare dalla passione trasmessa dalle prestazioni di guida, la difficoltà di domare questo modello risulta meno impegnativa. Nessun’altra auto sportiva da strada del periodo era in grado di accelerare così rapidamente (0-100 km/h in 5,6 s) come questa Alfa Romeo di soli 700 kg. Il fatto che gli esperti del settore discutano da decenni sul numero esatto di esemplari prodotti, contribuisce al mito della Stradale. Verosimilmente sono stati prodotti solo 18 telai di cui cinque allestiti da famosi carrozzieri con stili unici, come l’iconica Carabo di Bertone.

 Alfa Romeo 33/2 Stradale (1968)

Motore: V8, 1.995 cc, 230 CV at 8.800 rpm

Carrozzeria: Coupé, Scaglione

Concorrente: Albert Spiess (Svizzera)