DriveNow (Gruppo BMW) a Milano fa 100.000 clienti. E 10 milioni di chilometri percorsi.

0
368

DriveNow, car sharing del Gruppo BMW, in Italia operativo a Milano con 500 vetture BMW e MINI nelle diverse serie e versioni, taglia il traguardo dei 100.000 clienti.

 

E’ un ottimo risultato – commenta Andrea Leverano, managing director di DriveNow in Italia – e peraltro raggiunto in un lasso di tempo piuttosto breve visto che siamo operativi in città da meno di due anni. Un’affermazione cui ha contribuito sicuramente – continua Leverano –  l’’appetibilità dei marchi BMW e MINI, con modelli come ad esempio le BMW e le MINI Cabrio o la BMW i3 che è raro possedere privatamente, il fatto di avere mezzi perfettamente efficienti, si consideri peraltro che abbiamo rinnovato tutta la flotta con mezzi nuovi di fabbrica dopo solo un anno di esercizio, ma anche, come confermano le survey sulla soddisfazione da parte utilizzatori, la pulizia e il decoro interno ed esterno dei nostri veicoli”.

 

DriveNow, presente a Milano dall’ottobre 2016 ha una flotta composta da cinquecento veicoli tra BMW Serie 1, Serie 2 Active Tourer e Serie 2 Cabrio e MINI Clubman, MINI 3 e 5 porte e MINI Cabrio, nonché la richiestissima BMW i3, a propulsione completamente elettrica.

 

Quest’ultima con 20.000 utilizzatori unici da gennaio 2017, ovvero da quando è stata inserita in flotta – spiega Leverano – e 300.000 Km percorsi in elettrico è effettivamente il modello in proporzione più richiesto. A tal proposito – continua il manager DriveNow – abbiamo annotato con molto piacere il recente annuncio del Comune di Milano di un rapido e sostanzioso piano di installazione di colonnine di ricarica, progetto che ben volentieri saremmo pronti a supportare l’incremento del numero dei nostri veicoli elettrici, così da contribuire al rimarchevole progresso della città in tema di mobilità sostenibile”.

 

Molto utilizzate, con picchi proprio in questi mesi, anche la BMW Cabrio e la MINI Cabrio. Dal momento del lancio ad oggi complessivamente le vetture DriveNow hanno percorso oltre 10 milioni di chilometri e  considerando che Il cliente car sharing riduce del 30% i chilometri che altrimenti avrebbe percorso con la sua auto privata, il beneficio apportato si stima in oltre 3 milioni di chilometri risparmiati.

 

Il cliente-tipo DriveNow è donna e uomo di età media compresa tra i 26 e i 43 anni, prevalentemente studente o professionista – spiega Alice Colombo, responsabile marketingDriveNow Italia. – I tempi medi di singola guida per cliente sono di circa 20-25 minuti, che salgono a 30-40 min. per utente se si prendono in considerazione i “pacchetti week-end”, ovvero utilizzi di vettura riservata per l’intero fine settimana”.

 

Tutta la flotta è in prevalenza attiva durante tutto l’arco della giornata “e le fasce di maggiore utilizzo sono quelle serali. Le aree cittadine con maggiore frequenza di utilizzo delle auto sono le stazioni (principalmente la Stazione Centrale ma anche Cadorna), l’aeroporto (Linate), Brera (Moscova, San Marco), Corso Genova/Navigli, Centro/Duomo/Missori, Porta Venezia/Palestro.

 

Ma questa geografia cambia in rapporto a specifici momenti dell’anno milanese – precisa il direttore marketing di DriveNow. – Quest’anno ad esempio abbiamo avuto settimane di utilizzo “boom” durante il Salone del Mobile con relativa incidenza in aree comea Zona Tortona, Brera ed anche Fiera di Rho dacché in collaborazione con Salone del Mobile eravamo presenti all’interno del complesso fieristico”.

 

Cresce inoltre l’abitudine dei milanesi all’utilizzo del car sharing durante il fine settimana. Nel 2018 oltre il 35% dei pacchetti week-end sono stati utilizzati per le cosiddette gite fuori porta. Alla luce di ciò DriveNow ha introdotto, primo sul mercato, anche pacchetti settimanali (carburante incluso) per rispondere alle necessità di chi deve effettuare queste vacanze estive in auto ma non possiede un mezzo adeguato.