IL PRIMO SUV DI ASTON MARTIN ALLE FASI FINALI DI SVILUPPO

0
119

A mano a mano che si avvicina il momento di presentare il DBX, il primo SUV Aston Martin ha raggiunto le fasi finali del regime di collaudo più completo applicato a tutte le auto Aston Martin e oggi il marchio inglese di lusso è in grado di confermare il cuore pulsante del prodotto più versatile della sua illustre storia.

Nella più ampia valutazione della guida su pista in condizioni reali mai svolta nelle varie sedi del mondo – inclusi i due principali centri tecnologici del marchio a Silverstone, Regno Unito, e Nürburgring, Germania – l’Ingegnere Capo Matt Becker e il suo team hanno focalizzato l’attività di sviluppo sull’obiettivo di garantire l’ampia capacità dinamica attesa dal DBX.

Durante la conduzione di prove di resistenza sul difficile circuito di Nürburgring, il DBX ha raggiunto velocità in curva pari a quelle della Vantage, l’auto sportiva più curata del marchio, raggiungendo dati di frenata superiori a quelli di Super GT e DBS Superleggera della marca. Questa combinazione di prestazioni, incredibile per un SUV, ha già permesso al team tecnologico di Aston Martin di compiere regolarmente un giro a Nordschleife in meno di 8 minuti durante il normale regime di collaudo.

Il DBX sarà dotato di un motore twin turbo V8 da 4.0 litri, sincronizzato in maniera tale da regalare l’euforia di un moderno GT. Benché riconoscibile sin dall’applicazione alle attuali auto sportive del marchio, Vantage e DB11, il motore V8 del DBX supera le prestazioni di questi modelli, assicurando 550PS e 700 Nm di coppia.

Le prove ad alta velocità hanno già dimostrato la capacità del DBX di superare ripetutamente le 180 miglia orarie, con dati finali di velocità massima e accelerazione confermati nelle fasi finali della procedura di collaudo.

Come evidenziato nel video diffuso oggi, anche il suono del DBX è stato perfezionato dal team acustico dedicato del marchio. Con l’obiettivo di creare una nota acustica più ampia e solida, il sistema di scarico del DBX è stato studiato per esprimere un basso profondo con toni medi crescenti, creando una vera euforia acustica, soprattutto nelle modalità di guida più sportive. Il programma di collaudo del DBX continua a pieno ritmo, e Matt Becker, Ingegnere Capo di Aston Martin, commenta: “Abbiamo concentrato i nostri sforzi al fine di assicurare che la calibrazione e la sincronizzazione di questo motore twin turbo V8 da 4.0 litri consenta sia l’utilizzo quotidiano sia la finezza che ci si aspetta da un SUV, ma ci siamo anche sforzati di adattarlo alle coinvolgenti dinamiche di guida che si pretendono dal nostro marchio e che appartengono a ogni vettura Aston Martin. Le prime indicazioni delle prestazioni generali dell’auto sono state incredibilmente promettenti.

I prossimi mesi saranno molto importanti per noi, in quanto continueremo a perfezionare le credenziali del gruppo propulsore e un’impostazione dinamica che contribuirà a rendere questo SUV il più interessante del mercato.”

Il DBX sarà presentato il prossimo dicembre.