Pacchi consegnati velocemente al giusto destinatario grazie ad un assistente vocale: il progetto pilota al via in Gran Bretagna.

0
158

Ottimizzare le consegne e agevolare il lavoro dei corrieri: questo l’obiettivo che Volkswagen Veicoli Commerciali e l’azienda di logistica Hermes si sono prefissi, e per cui hanno siglato una collaborazione con specialisti nello sviluppo come la start-up Neohelden di Karlsruhe, Germania.

In Germania, dopo un anno record per il settore di corrieri e spedizioni con un volume stimato di oltre quattro miliardi di pacchetti consegnati a livello nazionale (fonte: ‘Parcel Shipping Index 2021’, Pitney Bowes), gli addetti ai lavori sono alla ricerca di innovazioni come l’app ‘Neo’, attualmente in prova nell’ambito di un progetto pilota nella zona di East London (Gran Bretagna). L’assistente risponde a comandi vocali e tramite touchscreen per fornire informazioni importanti sulla consegna successiva, sia a livello orale che visivo.

 

Ai fini del progetto che coinvolge Volkswagen Veicoli Commerciali e Hermes, la start-up Neohelden di Karlsruhe ha adattato il proprio assistente vocale ‘Neo’ alle esigenze del settore delle consegne, a supporto dei corrieri nei loro turni quotidiani: che si tratti delle operazioni di carico, delle prime consegne oppure di fare una panoramica dei pacchi consegnati, questa ‘interfaccia conversazionale’ sarà disponibile in futuro in decine di lingue.

L’assistente è in grado di collegare in tutta facilità e reciprocamente i sistemi IT esistenti, come database, sistemi CRM e schermate di infotainment.

 

Il vantaggio per i conducenti: durante il loro giro possono visualizzare e ascoltare cosa prevede il programma, avere tutti gli ordini a portata di mano sotto forma di elenco e selezionare la consegna successiva tramite touch o comando vocale. Inoltre, possono chiedere al sistema di leggere ad alta voce i dettagli essenziali della consegna, come nome del destinatario, indirizzo, tipo di consegna, luoghi specifici in cui i pacchi devono essere lasciati oppure eventuali vicini a cui affidarli. Grazie al comando vocale, il personale può inoltre chiedere facilmente ulteriori dettagli su ciascuna voce dell’elenco delle consegne, con l’obiettivo di risparmiare una quantità significativa di tempo una volta raggiunta l’area dell’indirizzo di consegna e di agevolare l’oneroso carico di lavoro, specialmente nel caso di periodi con un elevato volume di consegne, di traffico di punta o di destinazioni sconosciute.

 

L’assistenza digitale potrebbe contribuire alla gestione della crescita del settore, che secondo il Parcel Shipping Index 2021 è destinata a perdurare: per il periodo che va fino al 2026, lo studio prevede una crescita annua di almeno il 6%. Nel solo periodo natalizio del 2020 (da ottobre a dicembre), Hermes ha effettuato in Germania un numero di consegne record pari a 126 milioni, con un aumento di circa il 25% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

 

Nel Future Logistics Challenge, un concorso organizzato da Hermes e da Volkswagen Veicoli Commerciali volto a premiare le soluzioni più promettenti in materia di ‘Delivery Driver Experience’ e ‘Smart Delivery Vehicles’, Neohelden e un altro progetto della start-up Viscopic hanno prevalso tra 180 concorrenti di tutta Europa. “La sfida consiste nello sviluppare app simili utili per la routine esistente delle consegne quotidiane, oltre che per le infrastrutture elettroniche esistenti a bordo dei veicoli nonché sui dispositivi portatili”, ha spiegato il Project Leader di Volkswagen Veicoli Commerciali, Artur Hasselbach. Marco Schlüter, Direttore Operativo di Hermes Germany GmbH e membro della giuria al Future Logistics Challenge, ha poi aggiunto: “Avere a disposizione un assistente vocale risulta particolarmente utile quando si lavora nelle aree metropolitane densamente popolate. Non vediamo l’ora di verificare i risultati di questo progetto pilota”.

 

Nel periodo fino alla fine di marzo, si tratterà di testare il gradimento del sistema e l’incremento dell’efficienza nella vita quotidiana di diversi conducenti all’interno di un’area di prova