LeasePlan MobilityMonitor rivela: Il 71% degli automobilisti sarebbe disposto a provare un’auto senza conducente

0
668

Secondo quanto emerso da una ricerca che coinvolge circa 4.000 automobilisti in 17 paesi in tutto il mondo, realizzata dall’osservatorio LeasePlan MobilityMonitor, 7 automobilisti su 10 (71%) affermano che sarebbero disposti a utilizzare un’auto senza conducente. La maggior parte (57%) di questi automobilisti hanno indicato che sarebbero interessati a provare questa esperienza, ammettendo però di provare in merito una leggera inquietudine, mentre il 14% si sentirebbe perfettamente a proprio agio in un veicolo senza conducente.

 

La ricerca è stata condotta tra gli automobilisti di Europa, India, Australia e Stati Uniti nel 2015.                             I risultati hanno anche dimostrato che gli uomini hanno una probabilità più che doppia, rispetto alle donne, di sentirsi a proprio agio su un’auto senza conducente, con il 15% degli uomini che dichiarano di sentirsi perfettamente a proprio agio, rispetto al solo 7% delle donne che hanno espresso la stessa convinzione.

Curiosamente, non è stata rilevata una significativa differenza tra i diversi gruppi di età per quanto riguarda il sentirsi a proprio agio su un tale tipo di vettura – gli automobilisti di età superiore ai 55 anni sono tranquillamente disposti a utilizzare un’auto senza conducente tanto quanto gli automobilisti di meno di 34 anni.

In quanto leader mondiale nella gestione delle flotte e nella mobilità aziendale, con un parco veicoli di oltre 1,5 milioni di auto in tutto il mondo, LeasePlan si interessa attivamente agli sviluppi che riguardano le auto senza conducente. Wolfgang Reinhold, Vice Presidente Senior del settore Car Remarketing, Operations & Procurement di LeasePlan ha affermato: “La nostra azienda ha sempre accolto a braccia aperte l’innovazione. Abbiamo integrato nella nostra attività i veicoli ibridi ed elettrici per soddisfare i clienti desiderosi di diminuire le emissioni di anidride carbonica delle loro flotte.

Prevediamo che anche l’auto senza conducente entrerà, a tempo debito, a far parte della nostra offerta di veicoli, in relazione alla domanda dei clienti. Ciò potrà richiedere del tempo, dal momento che le auto senza conducente sono attualmente in fase di sviluppo e collaudo.”

Reinhold considera l’auto senza conducente un’ottima scelta da inserire tra l’ampia gamma di soluzioni per la mobilità attualmente offerte da LeasePlan, quali il servizio di corporate car-sharing SwopCar, recentemente introdotto in alcuni paesi europei e prossimamente in arrivo anche in Italia.

 

La situazione in Italia

In Italia, solo il 17% degli automobilisti hanno indicato che si sentirebbero a proprio agio in un’auto senza conducente. Il 48% la proverebbero ma confessano che si sentirebbero leggermente nervosi. Mentre un 25% affermano con convinzione che non saliranno mai su un veicolo senza conducente.

“In LeasePlan siamo molto attenti a come cambiano i trend in ambito mobilità”- afferma Gavin Eagle, direttore commerciale di LeasePlan Italia –“ e continuamente monitoriamo la domanda e l’offerta, per poter offrire sempre un servizio innovativo che soddisfi pienamente le esigenze dei nostri driver”

Auto a basso impatto ambientale

La ricerca LeasePlan MobilityMonitor fornisce anche nuove interessanti informazioni circa le preferenze degli automobilisti verso le auto a basso impatto ambientale (come i veicoli elettrici e ibridi plug-in).

In Italia, più della metà (56%) dei conducenti intervistati da LeasePlan hanno indicato che i vantaggi per l’ambiente sono la ragione principale per la scelta di un’auto ecologica.

La seconda ragione in ordine di importanza indicata dagli automobilisti (20%) riguarda il loro apprezzamento del modello o del produttore delle auto ecologiche.

Il terzo motivo più indicato per la scelta di un’auto a basso impatto ambientale riguarda i benefici fiscali(14%).

Ostacoli: Gli ostacoli alla scelta di veicoli elettrici rimangono significativi. La prima ragione che porta a non scegliere tale tipo di veicoli è il fatto che i viaggi a lunga percorrenza non sono ancora possibili, motivo indicato come il principale dal 78% degli intervistati.

Circa il 70% dei conducenti non scelgono un’auto elettrica perché non sono convinti della validità dell’infrastruttura di ricarica.

Circa un terzo dei guidatori (31%) affermano che le auto ecologiche sono troppo costose.

 

 

LeasePlan detiene attualmente, a livello globale, all’interno della propria flotta globale, oltre 10.000 veicoli elettrici e ibridi plug-in, soprattutto in Europa occidentale, Norvegia e Stati Uniti. Circa il 60% di questi veicoli fanno parte di flotte di organizzazioni governative. Gli incentivi fiscali, così come i regolamenti europei e statunitensi relativi alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica, continuano a rappresentare una spinta importante verso l’adozione di auto ecologiche. Dopo lo svolgimento della Conferenza delle Nazioni Unite sul Cambiamento Climatico svoltasi a Parigi nel dicembre 2015, che porterà a implementare ulteriori sforzi per ridurre l’anidride carbonica nelle attività economiche in tutto il mondo, si prevede che l’efficienza energetica e la riduzione di CO2 diverranno un elemento sempre più importante da considerare da parte dei gestori di flotte.