Prima nel suo genere e motore di innovazione per la mobilità sostenibile: 200.000 BMW i3 prodotte fino ad oggi.

0
180

La BMW i3 (consumo di carburante combinato: 0,0 l / 100 km; consumo di energia combinato: 13,1 kWh / 100 km; emissioni di CO2 combinate: 0 g / km) è sulla buona strada per il successo, in maniera sostenibile, in entrambi i sensi del termine. Quasi sette anni dopo il suo lancio sul mercato, il modello compatto ad alimentazione puramente elettrica e quindi a emissioni locali prive di emissioni è ancora molto richiesto. Nello stabilimento del BMW Group a Lipsia, il 200.000esimo esemplare di BMW i3 è uscito ieri dalla linea di produzione, quasi silenziosamente come sempre. La BMW i3s (consumo di carburante combinato: 0,0 l / 100 km; consumo di energia combinato: 14,6 – 14,0 kWh / 100 km; emissioni di CO2 combinate: 0 g / km) in colore Fluid Black Metallic e accenti in BMW i Blue è stata prodotta per un cliente dalla Sassonia e sarà consegnata dalla filiale BMW di Lipsia.

La BMW i3 da 125 kW / 170 CV e la BMW i3s da 135 kW / 184 CV sono costruite a Lipsia per l’intero mercato mondiale su una linea di produzione dedicata e da dipendenti appositamente formati. Con l’inizio della produzione nel 2013, lo stabilimento in Sassonia è diventato un pioniere e un centro di eccellenza per la mobilità sostenibile. La BMW i3 è stato il primo modello del BMW Group di serie su larga scala alimentato esclusivamente elettricamente e anche il primo veicolo dell’azienda con una cella passeggeri in plastica rinforzata con fibra di carbonio (CFRP). Il modulo Life realizzato in CFRP fa parte di un’architettura del veicolo specifica per BMW i e progettato per la mobilità elettrica sin dall’inizio. È modellato a Lipsia da nastri in fibra di carbonio e assemblato in un processo unico sviluppato dal BMW Group. Segue l’unione con il modulo Drive, lo chassis in alluminio, che porta la trasmissione, il telaio e la batteria ad alto voltaggio. Processi di produzione all’avanguardia garantiscono che la costruzione della carrozzeria e l’assemblaggio della BMW i3 a Lipsia richiedano solo circa la metà del tempo necessario per i veicoli convenzionali.

BMW i3 come motore dell’innovazione per la mobilità elettrica e la costruzione leggera.

Il successo della BMW i3 e l’esperienza acquisita nello sviluppo e nella produzione hanno notevolmente incrementato i progressi nel campo della mobilità elettrica e della costruzione leggera. In questo modo il marchio BMW i è diventato il laboratorio del futuro per l’intera azienda. La trazione della BMW i3s ora alimenta anche la MINI Cooper SE (consumo di carburante combinato: 0,0 l / 100 km; consumo di energia combinato: 16,8 – 14,8 kWh / 100 km; emissioni di CO2 combinate: 0 g / km) per fornire piacere di guidare puramente elettrico. Inoltre, il contenuto energetico lordo dell’unità di accumulo ad alta tensione è stato quasi raddoppiato dagli iniziali 22,6 a 42,2 kWh senza modificarne le dimensioni. L’autonomia della BMW i3 è quindi aumentata fino a 285-310 chilometri nel ciclo di prova WLTP.

Sulla base del know-how acquisito con la BMW i3, numerose innovazioni sono state ottenute anche nei settori della trazione, dell’elettronica di potenza e della tecnologia di ricarica. La quinta generazione della tecnologia BMW eDrive è ora pronta per la produzione in serie. Viene utilizzata, tra le altre cose, nella nuova ammiraglia tecnologica del BMW Group, la BMW iNEXT, che sarà prodotta nello stabilimento BMW Group di Dingolfing, con componenti dallo stabilimento BMW di Landshut, a partire dal 2021. Il materiale high-tech CFRP, ad esempio, contribuisce ora anche alla costruzione leggera intelligente nella BMW Serie 7.

Lipsia come sede per il futuro: la produzione di moduli batteria inizierà nel 2021.

Lo stabilimento del BMW Group a Lipsia continuerà a dare un contributo significativo all’espansione della mobilità elettrica in futuro. Il sito entrerà a far parte della rete di produzione internazionale del BMW Group per i moduli batteria già nel 2021. Entro il 2022, il BMW Group investirà più di 100 milioni di euro per stabilire la produzione di moduli batteria a Lipsia. In futuro, le celle agli ioni di litio fornite saranno assemblate in moduli standardizzati in un processo altamente automatizzato. Questi verranno poi assemblati insieme alle connessioni al veicolo, alle centraline e al sistema di raffreddamento in un alloggiamento in alluminio specifico per ogni modello. Entro il 2022 più di 150 dipendenti lavoreranno nella produzione di moduli batteria a Lipsia.

In questo modo, l’esperienza acquisita in questo sito di produzione della BMW i3 viene costantemente utilizzata per la produzione di veicoli elettrificati in Germania. Lo stabilimento del BMW Group a Lipsia, dove oltre alla BMW i3, vengono prodotti anche i modelli delle BMW Serie 1 e 2 con trazione ibrida convenzionale e plug-in, è quindi ancora più completamente attrezzato per seguire l’approccio “Power of Choice” nella strategia di modelli dell’azienda in futuro.

Pioniere per la mobilità elettrica premium in città e per una comprensione generale della sostenibilità.

La BMW i3 è stata sviluppata come un nuovo concetto di veicolo rivoluzionario per la mobilità individuale nelle aree urbane. Con la BMW i3, il BMW Group ha fornito un significativo impulso al cambiamento nel campo del trasporto urbano, che ha anche ispirato altre case automobilistiche a dedicare maggiore attenzione alla mobilità elettrica. Oggi, la BMW i3 non è solo l’auto premium più venduta nel suo segmento, ma anche un simbolo di fama mondiale della guida a zero emissioni locali in città e per il pendolarismo tra casa e lavoro.

Secondo uno studio del 2019 dell’Automobile Club tedesco (ADAC), i clienti beneficiano non solo di vantaggi ecologici ma anche economici significativi. Secondo i calcoli, i costi totali per una BMW i3 o BMW i3s sono in media inferiori di circa il 20% rispetto a un modello BMW con un motore a combustione paragonabile in termini di prestazioni del motore e equipaggiamento. Sono state prese in considerazione tutte le spese per l’acquisto, l’esercizio e l’ammortamento dei veicoli, con un periodo di utilizzo di cinque anni ciascuno e un chilometraggio totale di 75 000 chilometri. Grazie ai sussidi statali ora aumentati per i veicoli elettrificati, il vantaggio della BMW i3 e della BMW i3 in termini economici è attualmente ancora maggiore.

Inoltre, la BMW i3 rappresenta una nuova concezione della mobilità premium, che è anche fortemente caratterizzata dalla sostenibilità al di là della trazione puramente elettrica. Il tetto è realizzato in CFRP riciclato nello stabilimento del BMW Group a Lipsia. La verniciatura del rivestimento esterno in plastica richiede il 75% di energia in meno e il 70% di acqua in meno rispetto ai processi convenzionali. Il 25 percento dei materiali utilizzati per le parti esterne in termoplastica è stato riciclato o prodotto da risorse rinnovabili. Anche negli interni viene utilizzata un’elevata percentuale di materie prime rinnovabili e materiali riciclati. La produzione della BMW i3 nello stabilimento del BMW Group a Lipsia è al 100% CO2 neutrale. Le turbine eoliche nella struttura della fabbrica forniscono l’energia elettrica necessaria per la produzione.

L’eccezionale valutazione del ciclo di vita della BMW i3 è già stata confermata da un certificato ISO rilasciato da revisori indipendenti subito dopo il suo lancio sul mercato. A tal fine, gli esperti di TÜV Süd hanno analizzato tutti i dati e le valutazioni rilevanti, da cui è stato ricavato il bilancio ambientale della BMW i3 per l’intero ciclo di vita del veicolo, dall’estrazione e produzione delle materie prime all’uso e al riciclo. Secondo lo studio, l’uso di energia dal mix di elettricità dell’UE-25 ha già portato a una riduzione del potenziale di gas serra di circa il 30% rispetto a veicoli simili con sistemi di trasmissione convenzionali. Se utilizzata esclusivamente con energia rinnovabile, come l’energia eolica o solare, l’impronta di CO2 è stata addirittura ridotta di oltre il 50 percento.

Il consumo di carburante, i dati sulle emissioni di CO2 e il consumo di energia sono stati misurati utilizzando i metodi richiesti in base al Regolamento VO (CE) 2007/715 e successive modifiche. Le cifre sono calcolate utilizzando un veicolo dotato di equipaggiamento di base in Germania, le gamme indicate tengono conto delle differenze nelle dimensioni di ruote e pneumatici selezionate, nonché degli equipaggiamenti opzionali. Possono cambiare durante la configurazione.

Le cifre sono già state calcolate sulla base del nuovo ciclo di prova WLTP e adattate al NEDC a scopo di confronto. In questi veicoli, per la determinazione delle tasse e di altri dazi relativi ai veicoli che sono (anche) basati sulle emissioni di CO2 possono essere richiesti dati diversi da quelli qui pubblicati.

Per maggiori dettagli sui dati ufficiali sui consumi di carburante e sulle emissioni ufficiali specifiche di CO2 delle nuove auto, si rimanda al “Manuale sul consumo di carburante, sulle emissioni di CO2 e sul consumo di energia delle auto nuove”, disponibile presso i punti vendita, di Deutsche Automobil Treuhand GmbH DAT), Hellmuth-Hirth-Str. 1, 73760 Ostfildern-Scharnhausen e su https://www.dat.de/co2/.