Primo contatto su strada: Mercedes GLC Coupé gommata Michelin

0
1328

Il connubio tra la versatilità del SUV e il dinamismo del Coupé fa convivere in modo sapiente emozione ed intelligenza. Con una lunghezza di 4,73 metri, un’altezza di 1,60 metri e un passo di 2,87 metri, GLC Coupé è al contempo dinamico e compatto. La versione Coupé è, infatti, quasi otto centimetri più lungo e circa quattro più basso della GLC tradizionale, con la quale condivide l’architettura di base. GLC Coupé esprime il suo carattere deciso attraverso la mascherina del radiatore Matrix a una lamella, nello stile tipico dei Coupé, e la linea discendente del tetto di nuova conformazione. Il montante anteriore presenta un’inclinazione più piatta, la silhouette del tetto procede con un andamento più basso e culmina nella coda in stile Coupé, filante e carica di tensione.

 

Non mancano poi una serie di soluzioni tecniche pensate per esaltare l’aspetto dinamico. L’assetto sportivo di serie, lo sterzo diretto, il DYNAMIC SELECT e la catena cinematica per le vetture a trazione integrale permanente 4MATIC con cambio automatico a nove marce 9G-TRONIC confermano il nuovo GLC Coupé come conferma il modello sportivo tra i SUV di Stella, coniugando un comfort di marcia superiore con un’agilità marcatamente sportiva. A richiesta, sono disponibili due assetti con regolazione continua degli ammortizzatori: il nuovo DYNAMIC BODY CONTROL con sospensioni meccaniche e le sospensioni pneumatiche multicamera AIR BODY CONTROL. Sportività e dinamica di marcia accentuate, sicurezza elevata e moderni sistemi di assistenza alla guida rendono la nuova Stella SUV il punto di riferimento nel segmento.

 

Nelle scorse ore abbiamo testato, per la prima volta, la GLC Coupé, spostandoci da Milano fin verso Sondrio. Insomma, sono bastati pochi chilometri per rimanere sorpresi dalle qualità offerte dalla vettura, provata nella versione 200 d da 170 cavalli. Il motore silenzioso e parco nei consumi, se strapazzato risponde in modo energico e vigoroso. Il cambio è rapido e preciso, così come lo sterzo. L’asseto rigido il giusto, garantisce un buon livello di comfort, mentre l’impianto frenante è molto efficiente. Anche affondando in modo deciso sul pedale dell’acceleratore l’auto rimane divertente da guidare, garantendo un alto livello di tenuta. Parte del merito è da attribuire alla scelta del giusto pneumatico, rappresentato per l’occasione dal Michelin CrossClimate.

 

In tal proposito, sulla base dello studio delle condizioni atmosferiche in Europa, delle abitudini di guida degli automobilisti e delle loro aspettative, Michelin ha strutturato l’offerta invernale in due categorie distinte: CrossClimate e Aplin. La prima è la soluzione, semplice ed economica, per la maggior parte degli automobilisti, che tendono a usare i pneumatici estivi tutto l’anno. La seconda, invece, è maggiormente adatta per chi viaggia spesso in condizioni invernali severe e richiede pneumatici specifici.

 

In conclusione, qualche dato sulla gamma italiana: le motorizzazioni attualmente disponibili sono sei. Alla versione d’accesso, rappresentata dal GLC 200 d Coupé 170 CV, si affiancano i modelli GLC 250 d 4MATIC Coupé 204 CV e GLC 350 d 4MATIC Coupé 258 CV. Per quanto riguarda i benzina l’elenco è cmposto dalla GLC 250 4MATIC Coupé 211 e dalla AMG GLC 43 4MATIC Coupé, con propulsore V6 da 367 cavalli. Infine, il modello ibrido, la GLC 350 e 4MATIC Coupé, raggiunge una potenza complessiva di ben 320 CV. Il listino prezzi parte dai 54.330 euro, della GLC 200 d, e arriva a toccare i 75.870 euro con l’AMG.