Audi e Cortina al cancelletto di partenza

0
235

La Regina delle Dolomiti è pronta per ospitare l’evento invernale che porta il grande sci nuovamente sulle piste italiane, implementate e potenziate per l’importante appuntamento mondiale.

Il 7 febbraio prenderanno il via i Campionati del Mondo di Sci Alpino e, fino al 21 febbraio, il ricco calendario agonistico impegnerà gli atleti del circo bianco provenienti da ben 70 nazioni per conquistare la vittoria nella discesa, super G, gigante, slalom, combinata alpina e, per la prima volta, nel parallelo individuale.

 

Cortina si presenta con infrastrutture rinnovate ed è pronta ad accogliere gli sportivi, gli addetti ai lavori e gli ospiti che, nonostante l’evento avvenga a porte chiuse, saranno autorizzati a popolare la cittadina ampezzana nelle settimane di competizioni secondo un rigido protocollo sanitario.

 

Cortina giunge all’ambizioso traguardo con il contributo Audi sviluppato negli ultimi quattro anni. Il percorso intrapreso tra Audi e Cortina, iniziato già prima dell’impegno ufficiale legato ai Mondiali di questo febbraio, dimostra come l’innovazione tecnologica possa restituire valore all’ambiente e rispondere all’esigenza di proteggere le risorse naturali con il coinvolgimento della comunità, partecipando alla definizione di strategie comuni e ottimizzando il comfort degli spazi urbani. Lo sviluppo del progetto legato ai Campionati del mondo di sci alpino Cortina 2021 si è basato sull’obiettivo di minimizzare l’impatto sull’ambiente, tracciando così una nuova rotta che unisce sostenibilità e innovazione anche in occasione di eventi di grande portata.

 

Per garantire la mobilità nel pieno rispetto della consapevolezza ambientale, Audi sarà presente con una flotta di 20 vetture elettrificate che comprendono, oltre alle ibride plug-in Audi A6 e Audi A7, le full electric Audi e-tron ed e-tron Sportback, anche in versione high performance S.

 

Nell’area di Fiames, che grazie ad Audi è stata riqualificata con una pista su ghiaccio dedicata alle attività di driving experience per i modelli ad elevata elettrificazione della gamma Audi, sarà a disposizione l’Audi etron charging station, che servirà da hub di ricarica per le vetture ad elettroni e che consente la ricarica simultanea di 8 vetture a zero emissioni.

 

Ma questo impegno inizia da lontano ed è il frutto di una comunione di intenti e un’affinità valoriale profonda. Nell’ottobre del 2017 Audi Italia ha siglato un accordo con il Comune di Cortina diventando Partner di Località, individuando Cortina come location d’avanguardia e laboratorio di innovazione, dove sostenibilità e performance sono indissolubilmente legate.

La scelta di Cortina non è casuale ma si inserisce nello storico del Brand, da sempre vicino al mondo degli sport invernali e della neve. Proprio la trazione quattro, infatti, icona tecnologica del Brand da oltre 40 anni, deve la sua diffusione e apprezzamento alla comprovata tenuta su strada, in ogni situazione e condizione, anche la più avversa come appunto i fondi ghiacciati e innevati.

 

È quindi naturale per il Marchio dei quattro anelli inserirsi nel tessuto locale ampezzano per valorizzare l’ecosistema montano, sia nel rispetto dell’ambiente sia nel rispetto dei valori di Brand: un approccio a 360° nei confronti dell’elettrificazione e della mobilità consapevole.

 

Mettendo attorno a un unico tavolo tecnico i vari player e stakeholders, Audi si è impegnata fattivamente con Fondazione 2021, Comune di Cortina, FISI e ENEL nell’ottica di una riqualificazione del territorio e di un approccio sistemico improntato all’implementazione di soluzioni inedite.

 

Al fine di sostenere l’adozione di vetture a zero impatto, Audi ha sviluppato una rete di punti di ricarica elettrica sul territorio di Cortina d’Ampezzo, mettendo a disposizione di tutti gli utenti infrastrutture e servizi per la mobilità sostenibile. Inoltre, dal 2018 Audi e-tron è Official Car del comune di Cortina d’Ampezzo. Forte della collaborazione con ENEL X è stata implementata nella località l’infrastruttura di ricarica. Oltre ai 10 punti di ricarica pubblica Audi recharge, grazie alla partnership con ENEL X sono a disposizione dell’utenza locale e turistica 3 colonnine di ricarica, di cui 1 fast, garantendo così 13 postazioni sul territorio.

Grazie all’expertise Audi sul tema della mobilità e coerentemente con l’avanguardia tecnologica del marchio, Audi si è fatta promotrice di un progetto che mira a sensibilizzare e informare il pubblico con un osservatorio sull’ecosistema. Si tratta dello sviluppo delle Audi outdoor digital experience, un arredo urbano costituito da installazioni digitali presenti in tutte le principali zone di passaggio che rilevano e mostrano l’interazione tra uomo e ambiente creando una banca dati utile ad analisi per la valutazione di eventuali correttivi e soluzioni.

 

Il progetto ha dato vita all’installazione “Cortina e-portrait”, per comunicare l’elaborazione dei dati ambientali raccolti dalle stazioni di rilevamento ambientale Audi presenti dal 2017 in tutte le zone centrali di maggior affluenza che hanno misurato temperatura, precipitazioni, rumore ambientale e condizioni di guida.

Tramite CELI, la società di H-FARM che progetta e sviluppa sistemi di Intelligenza Artificiale basati su machine learning e reti neurali per l’elaborazione del linguaggio naturale e l’analisi dei dati, il marchio dei quattro anelli ha fornito uno studio che mira alla tutela del patrimonio che Cortina e le Dolomiti rappresentano.

 

La presenza di Audi è inserita anche nel ricco calendario del comune con eventi presenti sul territorio nel corso dell’anno, tra cui l’appuntamento tradizionale il Cortina Fashion Weekend a dicembre, manifestazione che apre la stagione invernale e, tra gli eventi estivi, la presenza Audi a sostegno di Una Montagna di Libri. Lo scorso agosto, inoltre, Audi è stata presente in occasione della quarta edizione di TEDxCortina in un palcoscenico d’eccezione come il Lagazuoi EXPO Dolomiti.

 

Ma il percorso fra Audi e Cortina prosegue. Guardare verso il futuro è un’attitudine per Audi e il viaggio non finisce qui.