Audi Q7 e-tron 3.0 TDI Quattro, il primo plug-in ibrido diesel con trazione quattro

0
988


Audi a Ginevra si spinge oltre presentando la nuova Q7 e-tron 3.0 TDI quattro,con 373 CV (275 kW) di potenza di sistema e 700 Nm di coppia la Q7 e-tron quattro definisce nuovi standard grazie alla tecnologia plug-in ibrida e alla trazione quattro. Il grande SUV accelera da 0 a 100 km / h in 6 secondi come un’auto sportiva, ma consuma non più di 1,7 litri di carburante ogni 100 chilometri in ciclo NEDC – il miglior valore nella sua classe.
La Audi Q7 e-tron quattro è la prima vettura ibrida plug-in al mondo a combinare un motore diesel a sei cilindri con trazione quattro. Con una potenza di sistema di 373 CV (275 kW) e 700 Nm di coppia, accelera da 0 a 100 km / h in soli 6 secondi, e prosegue fino a una velocità massima di 225 km/h. Secondo gli standard per i veicoli ibridi plug-in, il SUV dalle grandi dimensioni necessita di non più di 1,7 litri di diesel in ciclo NEDC, con meno di 50 g di CO2 per chilometro. Anche questo valore definisce nuovi standard. Come tutti i modelli ibridi Audi, la Q7 e-tron quattro è stata progettata come ibrido parallelo. Il 3.0 TDI, l’altamente performante motore diesel V6 di ultima generazione, eroga 258 CV (190 kW) di potenza e 600 Nm di coppia. I supporti motore attivi – la prima volta al mondo per un motore diesel – eliminano le vibrazioni indesiderate tramite mirati contro- impulsi. Il motore elettrico a forma di disco fornisce 94 kW di potenza e 350 Nm di coppia. Insieme a un disaccoppiatore è integrato nel cambio tiptronic a otto rapporti. Il cambio automatico è eccezionale per la sua elevata efficienza e il peso contenuto. La trazione integrale permanente quattro, compatta e leggera, trasmette la potenza a tutte e quattro le ruote. Durante le curve ad alta velocità, il suo differenziale centrale lavora a stretto contatto con il sistema di controllo selettivo della coppia, un’intelligente funzione software.
56 chilometri di autonomia in elettrico: il miglior valore nel segmento
La batteria agli ioni di litio è costituita da 168 celle ad alta qualità ed è raffreddata a liquido. Con una capacità di 17,3 kWh, permette un’autonomia di 56 chilometri in modalità elettrica – un altro record nel segmento. L’autonomia totale insieme al motore TDI è di 1.410 chilometri. Un altro componente efficiente è il sistema di gestione termica di serie con pompa di calore integrata, sviluppato appositamente per la Q7 e-tron quattro. Esso mette a disposizione dell’abitacolo della Q7 e-tron quattro il calore residuo dei componenti elettrici. Audi è il primo produttore al mondo a introdurre questa tecnologia di serie in un ibrido plug-in, fissando così nuovi standard nell’ambito del comfort degli interni, dell’efficienza nella gestione termica e dell’autonomia in modalità elettrica.
Oltre a riscaldare più velocemente l’abitacolo, il Cliente può inoltre beneficiare di una più lunga esperienza di guida elettrica.
La nuova tecnologia di carica a due fasi, presente nella nuova Q7 e-tron quattro, permette la ricarica fino a 7,2 kW di potenza. A seconda delle infrastrutture e il cavo di ricarica, la ricarica completa della batteria avviene in circa due ore e mezza. Il cavo di ricarica è presente di serie. Audi offre ai propri Clienti un pacchetto opzionale di servizi e-tron. Si va dalla conversione a energia elettrica rinnovabile (Audi Energy) alle installazioni dei sistemi e servizi Clienti. Pratiche soluzioni sono presenti anche nei servizi e-tron presenti in Audi connect, dedicate a funzioni quali il controllo di ricarica e climatizzazione tramite smartphone.
Massima efficienza: il sistema ibrido
Il sistema di gestione del complesso ibrido coordina le modalità operative della Q7 e-tron quattro in modo intelligente, flessibile e mirato all’efficienza. Il conducente può scegliere tra quattro modalità. La modalità EV privilegia la guida elettrica, mentre nella modalità hybrid il sistema di gestione sceglie il tipo di guida liberamente. Nella modalità di mantenimento, il sistema conserva la quantità di energia elettrica disponibile nella batteria, e la ricarica nella modalità apposita.
Il grande SUV solitamente parte in modalità elettrica; per attivare il motore TDI il conducente deve premere con decisione sul pedale dell’acceleratore attivo (un’ulteriore innovazione Audi) superando una determinata resistenza, che influenza le richieste del sistema di gestione ibrida. Un punto di pressione deve essere superato anche per attivare la modalità boost, durante la quale il motore elettrico e quello a combustione lavorano insieme.
Quando è attivata la modalità ibrida e il cambio tiptronic a 8 rapporti che integra il motore elettrico è in posizione D, la Audi Q7 e-tron quattro attiva la funzione di veleggio ogni volta che il conducente solleva il piede dall’acceleratore. In questa situazione entrambi i motori sono disattivati. Nel caso che la vettura si avvicini a un veicolo che procede più lentamente, o a una rotatoria o a una zona urbana, la modalità di veleggio si disattiva lasciando spazio a una fase di frenata rigenerativa. I dati vengono forniti dal sistema di navigazione MMI navigation plus, dalla telecamera anteriore e (se presenti) dai sensori radar dell’adaptive cruise control.
Guidando in modalità S e nella modalità di ricarica della batteria, il recupero di energia inizia ogni volta che il conducente rilascia l’acceleratore. Il conducente può gestire il grado di recupero, tramite i paddle sul volante. La maggior parte delle decelerazioni nella guida di tutti i giorni avviene tramite il motore elettrico. Nel caso di una frenata più intensa, il sistema frenante idraulico viene chiamato in causa.
Il sistema di navigazione MMI Navigation plus è fortemente integrato nel sistema di gestione ibrido. Basandosi sui dati di navigazione e su quelli del traffico in tempo reale, può essere calcolata la modalità più efficiente in termini di consumo dal momento della partenza, anche per lunghe distanze. L’assistenza predittiva all’efficienza, un’altra innovazione Audi, consente una lungimirante guida ibrida.
Durante la guida, l’assistenza predittiva all’efficienza offre precisissime informazioni dei dintorni; grazie ai dati di navigazione, a quelli visivi e a quelli radar crea un’immagine dettagliata fino a 3 km avanti, lungo la strada percorsa dalla vettura.
Avvicinandosi a segnali stradali con limiti di velocità, zone urbane, curve, rotatorie o incroci, il sistema indica visivamente al conducente di rilasciare il pedale del gas, mentre il pedale stesso pulsa sotto il piede per avvertire del messaggio.
Nuove tecnologie: massimo comfort e agilità sportiva
La nuova Audi Q7 e-tron quattro è un’auto per lunghe distanze, ma con potenzialità sportive e grande capacità di adattamento all’utilizzo quotidiano. Il nuovo servosterzo elettromeccanico offre sensibilità ed efficienza. Le sospensioni a 5 bracci sui due assi, di nuovo sviluppo, sono più leggere di 60 kg rispetto al precedente modello e contribuiscono fortemente alla dinamica delle vettura. A questo riguardo gioca un ruolo essenziale anche il baricentro abbassato.
Anche la versione base del nuovo SUV può contare su un’ammortizzazione morbida e controllata, mentre il massimo comfort si raggiunge scegliendo le adaptive air suspension, con ammortizzazione controllata. Tramite l’Audi drive select, chi guida può regolarne il funzionamento, tra 7 modalità, andando ad agire anche su sterzo, acceleratore e trasmissione automatica.
Seguendo la sua vocazione al viaggio, la nuova Q7 e-tron quattro si muove senza sforzo anche su strade non asfaltate, grazie anche a dotazioni di serie quali la visualizzazione degli angoli di inclinazione, il controllo di velocità in discesa, la modalità off-road per il controllo di stabilizzazione ESC e la navigazione fuoristrada.
Potenza e understatement: il design
Il design della nuova Audi Q7, lunga 5,05 metri, raggiunge un equilibrio tra elementi stilistici potenti e un elegante understatement. Dettagli quali il single frame scolpito, l’enfatizzazione delle ruote e degli spigolosi passaruota danno forma al DNA del Brand. Tutte le linee e le superfici sono disegnate con precisione e sottolineano la dimensione della larghezza e la solidità della vettura. Il portellone avvolge i montanti posteriori fortemente inclinati, tipici dei modelli Q dell’Audi.
Il single frame, le prese d’aria, i cerchi da 19” e il diffusore sono specifici per la Q7 e-tron quattro. I gruppi ottici anteriori sono tridimensionali e resi riconoscibili dalla caratteristica striscia luminosa a doppia freccia.
La carrozzeria gioca un ruolo decisivo in relazione alla massa contenuta della Q7 e-tron quattro; sfrutta infatti la stessa costruzione leggera delle altre Q7 con numerosi componenti in acciaio formato a caldo e alluminio. Il coefficiente di resistenza è di soli 0,34.
Eleganza e qualità: gli interni
La Audi Q7 e-tron quattro ha gli interni più spaziosi del segmento di riferimento. Il divano posteriore a tre posti ha schienali regolabili e può essere traslato a piacimento. La batteria agli ioni di litio è collocata in modo da non sottrarre spazio: il vano bagagli ha una capacità che va da 890 litri nella configurazione base a 2.075 litri. Il portellone ad azionamento elettrico è di serie.
Elementi di design quali il wrap-around, i listelli decorativi e i pannelli delle bocchette di aerazione enfatizzano la generosità degli interni. Le aeree di finitura sdoppiate permettono numerose personalizzazioni, la gamma di rivestimenti ha lo standard imposto dal segmento premium. Molti dei materiali proposti nella Audi design selection sono nuovi per la famiglia Q. La qualità artigianale della lavorazione è tipicamente Audi.
Stato dell’arte: operatività e display
Una caratteristica di spicco della Q7 e-tron quattro è l’Audi virtual cockpit di serie – la strumentazione interamente digitale con schermo da 12,3” di diagonale che mostra tutte le informazioni importanti con una grafica affascinante e una qualità brillante. Il conducente può richiamare differenti livelli di informazione, incluse specifiche schermate e-tron come il power-meter. L’ampio display consente di passare a un tachimetro convenzionale o di mostrare simultaneamente tachimetro e power-meter. In aggiunta, il quadro strumenti mostra il flusso di energia, l’autonomia (con numeri e grafici) e il livello di carica della batteria.
Audi utilizza le più recenti tecnologie per quanto riguarda l’infotainment. L’elemento principale e la piattaforma modulare di seconda generazione utilizza l’enorme capacità di calcolo del chip grafico Tegra 30 di NVIDIA. Il sistema si comanda in modo vocale, con il volante multifunzione o con il rinnovato MMI touchpad. Su richiesta è disponibile l’MMI all-in–touch, con feedback tattile.
Audi ha aggiunto specifiche soluzioni grafiche di infotainment per la guida elettrica. Sono disponibili, per esempio, statistiche di consumo insieme a grafici sull’autonomia elettrica nelle mappe di navigazione. Anche la carica così come il condizionamento preliminare della vettura possono essere controllate e adattate alle esigenze dei Clienti, per esempio, l’orario previsto di partenza, in modo da risparmiare risorse e costi.
Le componenti del sistema Audi connect portano la Q7 e-tron quattro sul WEB usando il veloce standard LTE, un’altra caratteristica unica del grande SUV. I passeggeri possono così navigare e leggere email sui propri dispositivi mobili attraverso l’hotspot WI-FI, mentre il conducente può fare uso di numerosi servizi on-line e applicazioni specifiche. Non sono meno attraenti i dispositivi accessori, quali l’Audi tablet che funge da Rear Seat Entertainment, il 3D sound system di Bose e Bang & Olufsen o il nuovo Audi phone box che permette la ricarica induttiva dei cellulari.
Equipaggiamenti da segmento superiore
La Audi Q7 e-tron quattro ha un equipaggiamento di serie di alto livello, che include l’Audi virtual cockpit, l’MMI navigation plus, l’assistenza predittiva all’efficienza e i cerchi da 19”. Anche l’impianto di climatizzazione è specifico: opera insieme a una pompa di calore che utilizza il calore residuo dei componenti elettrici per la gestione termica. Questa grande innovazione aumenta l’efficienza permettendo di riscaldare gli interni più velocemente a basse temperature e di aumentare l’autonomia in elettrico fino al 20%.
In opzione sono disponibili l’head-up display, i vetri oscurati e il tetto panoramico in cristallo. Su richiesta, i sedili anteriori possono essere climatizzati e dotati di funzione di massaggio.
La nuova Audi Q7 e-tron quattro fissa nuovi standard anche per quanto riguarda i sistemi di assistenza. Sono nuovi per esempio i sistemi anti collisione, assistenza in curva, assistenza agli incroci e per il rimorchio di carrelli. L’adaptive cruise control con assistenza in caso di ingorghi può prendere il controllo dello sterzo su fondi ben pavimentati e fino a uno velocità di 65 km/h. In combinazione con l’assistenza predittiva all’efficienza, la velocità è regolata automaticamente all’ingresso di cantieri o zone urbane o incroci, utilizzando la modalità di veleggio.
La Audi Q7 e-tron quattro arriverà nelle Concessionarie nella primavera del 2016.