Dakar 2019, Tappa 10, La coppia Peugeot Loeb-Elena chiude l’edizione sul podio

0
708

Fino all’ultimo way point è stato in lizza per la vittoria, ma alla fine Sébastien Loeb si è dovuto accontentare della seconda posizione nella decima e ultima tappa da 112 km che da Pisco ha riportato la carovana a Lima, sede della partenza lo scorso 7 gennaio, staccato di appena  42” dalla MINI X-Raid di Carlos Sainz.

Partito con le attese che spettano ai grandi protagonisti l’alsaziano non si è smentito nonostante la mancanza di una squadra ufficiale alle spalle e una Peugeot 3008 DKR del 2017 preparata dal PH-Sport , mettendosi in luce in ben 4 speciali. Un risultato senza pari in questa edizione che tuttavia l’ha premiato soltanto in parte a causa di alcuni errori sulle dune e qualche problema tecnico, come la rottura della trasmissione patita proprio nelle fasi conclusive della tappa 9.

Abbiamo perso tempo in almeno tre occasioni”, ha commentato l’Extraterrestre facendo un bilancio della sua corsa. “I due che ci hanno preceduto sono coloro che non hanno avuto problemi. Nel complesso siamo sempre stati i più veloci e questo è incoraggiante. Abbiamo fatto ottime prestazioni e anche se non abbiamo vinto, con tutto quello che ci è capitato, è un buon risultato. Su un terreno a noi non favorevole e con un’auto privata contro delle squadre ufficiali non è andata affatto male, sebbene avremmo potuto fare meglio…”.

Tornando alla cronaca, se questo giovedì Sainz,vincitore dell’edizione 2018, ha almeno per una volta potuto alzare le braccia in una gara da subito apparsa avara di soddisfazioni per lui,  giustamente trionfante e sorridente,  è giunto al traguardo di Lima Nasser Al-Attiyah, cauto dodicesimo a 9’01 dall’iberico, ma dominatore quasi assoluto dell’insidioso e pericoloso raid. A suo perfetto agio al volante della Toyota Hilux e sul fondo sabbioso il qatariano di fatto non ha mai avuto un vero rivale e ha potuto gestire le prove in totale tranquillità.

Terzo di giornata, a 2’31 dal compagno di squadra , Cyril Despres su MINI X-Raid. Quinto a 3’41 l’ottimo polacco Jakub Przygonski su MINI Orlen,  quarto della classifica assoluta.

Sesto a 4’16 l’esperto spagnolo Nani Roma su X-Raid, secondo della generale a 46’42 da Al-Attiyah. Settimo a 5’53 il cileno della Mini Boris Garafulic e decimo il peruviano, nome noto del WRC, Nicholas Fuchs a 8’13 su Proto.

Undicesimo a 8’57 il ceco Martin Prokop su Ford Raptor RS.

 

Classifica tappa 10

 

1       300 – CARLOS SAINZ (ESP)MINI1h20m01s

2       306 – SEBASTIEN LOEB (FRA)      PEUGEOT  00:00:42

3       308 – CYRIL DESPRES (FRA)        MINI00:02:31

4       330 – BENEDIKTAS VANAGAS (LTU)    TOYOTA    00:03:38

5       303 – JAKUB PRZYGONSKI (POL)MINI00:03:41

6       307 – NANI ROMA (ESP)      MINI00:04:16

7       321 – BORIS GARAFULIC (CHL)    MINI00:05:53

8       325 – PIERRE LACHAUME (FRA)   PEUGEOT  00:06:22

9       319 – RONAN CHABOT (FRA)       TOYOTA    00:07:13

10     322 – NICOLAS FUCHS (PER)       PROTO      00:08:13