TOYOTA SOSTIENE GLI SFORZI UMANITARI PER L’EMERGENZA IN UCRAINA

0
400

Come tutti nel mondo, Toyota sta osservando gli sviluppi in corso in Ucraina con grande preoccupazione per il popolo ucraino e spera in un ritorno alla pace, in sicurezza, il prima possibile.

Toyota ha iniziato a fornire assistenza umanitaria a coloro che stanno soffrendo. Questo supporto include assistenza diretta ai dipendenti ucraini di Toyota, alle loro famiglie e a rifugiati ucraini, nonché donazioni aziendali fino a circa 2,5 milioni di euro.

1.     Supporto ai dipendenti ucraini e alle loro famiglie

– Più di 1700 dipendenti ucraini lavorano nelle strutture europee di Toyota, principalmente nei paesi limitrofi all’Ucraina, come gli stabilimenti di produzione nella Repubblica Ceca (TMMCZ) e in Polonia (TMMP). Fin dai primi giorni del conflitto, i dipendenti Toyota di TMMCZ e TMMP, con il supporto dell’azienda, hanno organizzato trasporti, ospitalità e accesso ai servizi medici, nonché supporto amministrativo alle famiglie dei dipendenti ucraini costrette a fuggire dal proprio Paese.

– E’ stato istituito il Toyota Humanitarian Aid Fund per fornire supporto al trasferimento dei dipendenti ucraini e delle loro famiglie, compresi alloggio e pasti. I dipendenti Toyota in tutta Europa possono fare donazioni a questo fondo, che si aggiungeranno a quella dell’azienda

2.       Sostegno alle popolazioni colpite in Ucraina e nei paesi dell’area

a)     Donazioni alla Croce Rossa e all’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati

– Toyota Motor Corporation (Giappone) donerà 500.000 euro all’UNHCR.

– Oltre al Toyota Humanitarian Aid Fund, i dipendenti delle strutture europee di Toyota (distributori nazionali, impianti di produzione e altre società di supporto) sono invitati a donare attraverso una campagna di raccolta fondi paneuropea alla Croce Rossa o all’UNHCR.

– Per quanto riguarda le donazioni dei dipendenti sia al fondo aziendale che alla Croce Rossa e all’UNHCR, ogni euro donato sarà quadruplicato attraverso una donazione aziendale fino ad un massimo di due milioni di euro da parte del gruppo di aziende europee Toyota: Toyota Motor Europe, Toyota Financial Services, Toyota Insurance Management, Toyota Connected Europe e KINTO Europe.

b)     Donazioni in natura e attività pro-bono dei dipendenti

– I dipendenti Toyota stanno inoltre offrendo volontariamente il proprio sostegno per fornire ai rifugiati alloggi temporanei in Polonia, Ungheria, Slovacchia, Romania e altri paesi e supporto linguistico.

– Per facilitare queste iniziative, Toyota Motor Europe (TME) concede fino a 40 ore retribuite per dipendente, per partecipare alle attività attraverso il programma di volontariato pro-bono. Inoltre, numerosi dipendenti Toyota in Europa stanno lavorando a tempo pieno come supporto all’organizzazione di un sistema per l’abbinamento dei rifugiati con le strutture e le famiglie ospitanti e per gli aspetti logistici.

Toyota Motor Europe è responsabile di tutti i paesi dell’Europa occidentale, centrale e orientale, tra cui Turchia e Russia, nonché di Israele e di una serie di mercati dell’Asia centrale (Armenia, Azerbaigian, Georgia e Kazakistan).