Audi accede agli incentivi 2020 con 8 modelli e 5 diversi sistemi di alimentazione

0
918

Audi protagonista della nuova campagna d’incentivi per il settore auto introdotta dal Decreto Rilancio. Grazie all’efficienza delle motorizzazioni benzina e Diesel, alla raffinatezza delle tecnologie mild-hybrid e plug-in hybrid nonché alla disponibilità – un unicum per il mercato premium – di un’intera gamma di vetture a metano, la Casa dei quattro anelli può contare su 8 modelli declinati in 58 varianti che accedono all’Ecobonus 2020 con vantaggi per il Cliente sino a 6.500 euro.

 

La gamma delle vetture dei quattro anelli che accedono agli incentivi 2020 spazia dalla compatta Audi A1 Sportback ad Audi A4 Avant, nel 2019 best seller del segmento D premium e famigliare più amata dagli Italiani nei primi sei mesi del 2020, passando per le nuove Audi A3 Sportback e Audi A3 Sedan, caratterizzate da un design muscolare come non mai e da un abitacolo dalla marcata digitalizzazione, sino alle sportive Audi A5 Coupé e Audi A5 Sportback, senza dimenticare l’attuale generazione del SUV Audi Q5 – la nuova arriverà nelle concessionarie italiane a novembre – con tecnologia ibrida plug-in. L’approccio “technology open” di Audi alla mobilità sostenibile consente alla Casa dei quattro anelli di rientrare nei limiti di emissioni stabiliti dalla nuova normativa grazie a motorizzazioni TFSI, TDI, mild-hybrid, plug-in e a metano. Un unicum per il mercato premium.

 

Il Decreto Rilancio, convertito in legge e in attesa dei decreti attuativi, dal 1° agosto introdurrà un marcato rafforzamento dell’Ecobonus già in vigore. Dedicato alle persone fisiche e giuridiche che acquistano in Italia, anche in locazione finanziaria, un veicolo nuovo destinato al trasporto passeggeri (categoria M1), il Decreto innalza da 60 a 110 grammi per chilometro di CO2 – rilevati secondo il ciclo combinato NEDC – la soglia delle emissioni per accedere alle agevolazioni, rafforzando al contempo gli incentivi nelle fasce da 0 a 20 e da 21 a 60 grammi/km di CO2. La terza fascia da 61 a 110 grammi/km di CO2 – una novità – è accessibile a condizione che la vettura nuova sia omologata Euro 6 e che il venditore applichi uno sconto sino a 2.000 euro. Per ottenere il contribuito, con o senza rottamazione di un veicolo di categoria M1 omologato Euro 0, 1, 2, 3 e 4, è necessario che il prezzo di listino dell’auto da acquistare sia inferiore a 50.000 euro (IVA esclusa) per le prime due fasce e a 40.000 euro (IVA esclusa) per la terza fascia.

 

La compatta Audi A1 Sportback, porta d’accesso al mondo dei quattro anelli forte di sistemi d’infotainment e assistenza al conducente degni delle “sorelle” di categoria superiore, accede agli incentivi con tutti gli allestimenti in gamma optando per la motorizzazione a tre cilindri 1.0 turbo benzina 25 TFSI da 95 CV e 175 Nm di coppia. Un risultato cui concorre il peso vettura contenuto in 1.090 kg, valore al top della categoria a vantaggio delle prestazioni e dei consumi. All’Ecobonus 2020 hanno diritto, nella versione d’ingresso, anche Audi A1 Sportback 1.0 (25) TFSI 95 CV con trasmissione S tronic a 7 rapporti e Audi A1 Sportback 1.0 (30) TFSI 116 CV con cambio manuale a sei rapporti.

 

Sono ben 26 le varianti della nuova famiglia A3 che accedono all’Ecobonus. Tanto Audi A3 Sportback quanto Audi A3 Sedan nelle versioni 2.0 (30) TDI 116 CV e 2.0 (35) TDI 150 CV S tronic rientrano nei parametri per un contributo sino a 3.500 euro con rottamazione, 1.750 euro senza rottamazione, optando per qualsiasi allestimento a listino. Analoghi vantaggi per le versioni a benzina 1.0 (30) TFSI 110 CV, nel caso della configurazione di carrozzeria Sportback limitatamente alle varianti d’ingresso e Business, e 1.5 (35) TFSI 150 CV S tronic. Quest’ultima particolarmente efficiente grazie alle tecnologie cylinder on demand (COD), che disattiva due cilindri ai carichi medi e bassi, e mild-hybrid a 48 Volt, così da abbinare i vantaggi dell’Ecobonus a quelli in materia di fiscalità e mobilità garantiti dall’omologazione ibrida.

 

Audi A3 Sportback e Audi A3 Sedan 1.5 (35) TFSI 150 CV S tronic MHEV 48V accedono agli incentivi nelle varianti d’ingresso e Business. Versione Business che può contare sin dal primo equipaggiamento su dotazioni di pregio quali il sistema di navigazione MMI plus con MMI touch, i servizi Audi connect navigation & infotainment, l’Audi smartphone interface, il climatizzatore automatico bizona, l’Audi virtual cockpit da 10,25”, il cruise control adattivo e i sensori di parcheggio posteriori. Accessori che si aggiungono a tecnologie di sicurezza di serie sin dalla versione d’accesso quali la chiamata d’emergenza, il sistema Audi pre sense front, che previene gli impatti con altri veicoli, pedoni e ciclisti, l’assistente agli ostacoli (collision avoid assist) e l’assistenza al mantenimento della corsia.

 

Audi A4, modello icona del Brand e prima vettura dei quattro anelli ad aver adottato la piattaforma d’infotainment MIB 3 che, in abbinamento all’ampio display MMI touch, porta in abitacolo l’intuitività tipica degli smartphone, può contare su 18 versioni in grado di accedere all’Ecobonus 2020. La berlina e famigliare Audi nelle motorizzazioni 2.0 (30) TDI 136 CV S tronic e 2.0 (35) TDI 163 CV S tronic accede a un incentivo sino a 3.500 euro con la rottamazione, 1.750 euro senza rottamazione, optando per qualsiasi allestimento a listino (nel caso di Audi A4 Avant 35 TDI S tronic fa eccezione la sola variante S line edition). Un risultato cui concorre la tecnologia mild-hybrid a 12 Volt, in grado di ridurre i consumi di carburante fino a 0,3 litri ogni 100 km. Cuore del sistema è l’alternatore-starter azionato a cinghia (RSG) collegato all’albero motore che, nelle fasi di decelerazione, recupera energia. Quando il conducente rilascia il pedale dell’acceleratore in un range di velocità compreso tra 55 e 160 km/h, Audi A4 MHEV 12 Volt può avanzare per inerzia (veleggiare) a motore acceso o spento. Il campo d’azione del sistema start/stop risulta ampliato. Grazie al sistema mild-hybrid a 12 Volt, anche le sportive Audi A5 Coupé e Audi A5 Sportback 2.0 (35) TDI 163 CV S tronic accedono agli incentivi nell’allestimento d’ingresso, abbinando l’Ecobonus 2020 ai vantaggi in termini di fiscalità e mobilità garantiti dall’omologazione ibrida.

 

L’ampiezza del portfolio tecnologico Audi affianca alle motorizzazioni TFSI, TDI, mild-hybrid e plug-in un’ulteriore powertrain dalle performance brillanti a fronte di consumi ed emissioni contenuti. Audi A4 Avant e Audi A5 Sportback sono infatti disponibili anche nella versione g-tron a metano. Entrambi i modelli, cui si aggiungerà entro la fine del 2020 la declinazione g-tron della nuova generazione di Audi A3 Sportback, si avvalgono del propulsore 2.0 (40) TFSI da 170 CV e 270 Nm di coppia. La famigliare dei quattro anelli e la coupé a 4 porte possono così accedere a un incentivo sino a 3.500 euro con la rottamazione, 1.750 euro senza rottamazione, rispettivamente in tutti gli allestimenti in gamma – fatta eccezione per la variante S line edition – e nella configurazione d’ingresso. Un vantaggio che si somma all’omologazione monovalente delle vetture che, pertanto, sono totalmente o parzialmente esentate sia dal pagamento della tassa automobilistica (bollo auto) in molteplici Regioni d’Italia, sia dai blocchi del traffico.

 

Tra i modelli Audi che accedono all’Ecobonus 2020 spicca infine Audi Q5 2.0 TFSI e quattro S tronic nella variante “50” da 299 CV e 450 Nm, forte di performance sportive abbinate a un’elevata efficienza – scatta da 0 a 100 km/h in 6,1 secondi a fronte di una percorrenza media nel ciclo combinato WLTP sino a 45 km/litro – grazie al powertrain ibrido plug-in che abbina un propulsore 2.0 turbo benzina al motore elettrico. In virtù delle emissioni eccezionalmente ridotte (46-54 grammi/km di CO2 NEDC), cui contribuisce l’autonomia a zero emissioni sino a 45 km, il SUV dei quattro anelli rientra in fascia 2 (da 21 a 60 grammi/km di CO2) e può così beneficiare di un incentivo complessivo di 6.500 euro ricorrendo alla rottamazione, 3.500 euro senza rottamazione. Un vantaggio accessibile optando per qualsiasi allestimento a listino, inclusa la versione top di gamma S line plus.

 

L’accesso agli incentivi 2020 ha riflessi positivi sui programmi Audi Value e Audi Value noleggio. I Clienti dei quattro anelli beneficiano non solo della certezza nell’investimento, della trasparenza nelle spese di gestione e della flessibilità nelle condizioni, caratteristiche distintive delle formule Audi, ma anche della possibilità di utilizzare l’Ecobonus indifferentemente per ridurre le rate e/o l’anticipo. Con Audi Value noleggio diviene così ancor più conveniente godere di tutti i vantaggi di possedere un’auto senza sottostare agli oneri di gestione: bollo, assicurazione RCA, manutenzione e assistenza sono inclusi nel canone mensile. E per i contratti con durata di almeno tre anni, i primi tre mesi sono omaggio. Con Audi Value, i Clienti conoscono sin dall’acquisto il valore futuro garantito della propria auto. Rateizzazione, soglie chilometriche e servizi aggiuntivi, come l’estensione di garanzia, sono personalizzabili. Quale ulteriore vantaggio, sino al 31 agosto Audi Italia rimborsa le prime tre rate.

 

 

 

 

Consumi ed emissioni delle gamme citate*

A1 Sportback — 5,0/9,4 litri/100 km – 132/214 g/km di CO2 – 107/170 g/km di CO2 (ciclo NEDC)

A3 Sedan — 5,2/9,6 litri/100 km – 137/219 g/km di CO2 – 112/174 g/km di CO2 (ciclo NEDC)